Argomenti per categorie

Corriere del Conero: è stato bello informarvi, grazie!

Da gennaio 2024 la testata non sarà più online

Camerano, 22 dicembre 2023 – La bella storia del Corriere del Conero termina qui, dopo sette anni e tre mesi di una informazione continua on-line. Questo Paneburro&marmellata è l’ultimo pubblicato sulla testata. I prossimi, se ci saranno, verranno pubblicati altrove.

In qualità di editore e direttore responsabile della testata, e di giornalista, mi corre l’obbligo dei saluti e dei ringraziamenti finali.

Grazie ai milioni di lettori di Corriere del Conero accumulati in questi sette anni e rotti. Grazie alle centinaia di migliaia di lettori di Ancona, Camerano, Castelfidardo, Loreto, Numana Osimo, Sirolo (rigorosamente in ordine alfabetico), ma pure ai tanti lettori sparsi nelle Marche, in Italia e nel Mondo, che hanno letto, condiviso, commentato una buona fetta degli articoli pubblicati. Grazie alle decine di amministratori dei vari gruppi Facebook che hanno accettato la condivisione dei nostri articoli sulle loro pagine.

Grazie per i vostri tanti elogi e per il vostro sostegno, rivolti sia a me sia alla redazione. Forse vi è difficile capire quanto, ma sono stati uno sprone incredibile a fare sempre meglio e sempre di più. Fare informazione oggi, da professionisti, è diventato molto complicato. Ancora di più quando si parla di testate locali a diffusione regionale. Il supporto positivo dei lettori diventa essenziale: non lesinatelo a chi resterà dopo di noi.

Grazie per le vostre critiche, in alcuni casi davvero costruttive, in altri gratuite, pretestuose, forse evitabili, ma tutte preziose: le abbiamo utilizzate per cercare di migliorarci.

Corriere del Conero, con sede e redazione a Camerano, messo in rete il 1° settembre 2016, nacque per colmare un buco nell’informazione locale. In pochi anni è diventato l’organo d’informazione online più seguito fra le testate esistenti a sud della provincia di Ancona – non lo dico io, lo dicono i numeri e i lettori. Potevamo fare di più? Sì. Potevamo fare meglio? Sì. Ma questo vale per chiunque e per qualsiasi attività.

Ci resta, mi resta, un enorme bagaglio d’esperienze. Un viaggio condiviso, difficile, a volte arduo altre enormemente appagante, che nessuno potrà mai cancellare. Anche perché è tutto salvato su una chiavetta Usb. La magia di Internet e del web. A tal proposito, un grazie infinito va ad Andrea Abbati, il web master che ha gestito tecnicamente il sito fin qui. Se non ci fosse stato lui non ci sarebbe stato Corriere del Conero, morto affogato negli algoritmi e nelle procedure del profondo blu internettiano.

Da gennaio 2024 non troverete più in rete il sito di Corriere del Conero né la sua pagina Facebook con i suoi 18.750 Followers. Non so quanto mancherà a voi, a me tantissimo: è una mia creatura, uno di quei figli che nascono di rado a livello professionale. L’ho amato parecchio e gli ho dedicato tutto me stesso. Ma è tempo di dire basta. Alla soglia dei 70 anni mi rendo conto di non riuscire più a gestire seriamente l’impegno, ad essere lucido quel tanto che basta a sfornare un prodotto impeccabile.

Ho provato a metterlo sul mercato, per dargli la possibilità di continuare a vivere a dispetto delle mie scelte personali, e per rispetto nei confronti di quei milioni di lettori che è stato capace di aggregare, ma chi si è detto interessato alla fine, per un motivo o per un altro, si è defilato. Forse, incapace davvero di capire, analizzare e cogliere l’opportunità. Ringrazio anche loro. Auguro a tutti un sereno Natale 2023 e un prospero 2024. Mi resta ancora una parola nella penna, mai ripetuta abbastanza, per voi lettori: GRAZIE! 

© riproduzione riservata

Tags: