Argomenti per categorie

Presidente Pro Loco e direttivo in chiara difficoltà

Polemiche e tensioni per i rinnovi delle cariche. Lo denuncia in una nota il capogruppo di Operazione Futuro Lorenzo Rabini

Camerano, 14 novembre 2018 – Sembra spirare burrasca per la nomina del nuovo presidente della Pro Loco e dei suoi vertici direttivi. Sul tema piuttosto spinoso e di estremo interesse, interviene il capogruppo di Operazione Futuro, Lorenzo Rabini.

«Avverto un clima di tensione e  di polemica attorno al rinnovo dei vertici della Pro Loco Carlo Maratti – esordisce Rabini in un comunicato – e questo non è certo un fatto secondario rispetto alla vita della nostra comunità locale. Dal marzo 2017 la Pro loco è anche il concessionario della gestione dei servizi turistico-culturali del Comune, avendo partecipato e vinto quale unico soggetto proponente il bando che era stato indetto dalla Stazione Unica Appaltante della Provincia di Fermo nel settembre 2016».

«Ricordo – continua Rabini – che proprio per effetto di quell’aggiudicazione, la Pro Loco ha avuto in carico per due anni con eventuale rinnovo per un ulteriore anno, la gestione di servizi molto importanti per la nostra cittadina. Rammento la gestione del servizio accoglienza ed informazioni dell’Ufficio Iat, la gestione del servizio di visite guidate alle Grotte del centro storico e alla sede municipale, la gestione del servizio di visite ai locali ex Imperia, l’apertura della Chiesa di San Francesco dalla quale è possibile accedere al campanile, la gestione del Centro Culturale Baden Powell e la sala lettura e biblioteca dello stesso Centro. Insomma, una vasta e articolata gestione dei servizi turistico-culturali, senza dimenticare l’affidamento che di solito il Comune fa alla Pro Loco della rinomata Festa del Rosso Conero».

A leggere l’elenco stilato dal consigliere, si evince che questa associazione ha praticamente in mano la gestione di ogni evento importante organizzato in città, con l’esclusione della sola Festa del Patrono. Una responsabilità ed un onere per nulla trasparente dal momento che, nonostante varie richieste pervenute da più parti – soci compresi – la stessa non ha mai reso pubblico il proprio bilancio.

Lorenzo Rabini, capogruppo e consigliere di Operazione Futuro a Camerano

Un motivo in più per far preoccupare il consigliere Rabini che conclude: «In linea teorica non ci dovrebbero essere problemi particolari nell’ambito di questa associazione, e invece sembrano esserci forti malumori attorno alla Pro Loco, incertezze disarmanti sul futuro stesso dei vertici e della conduzione. Che fine farà l’esposizione delle fisarmoniche? Quali rapporti sono intercorsi fra Comune e Pro Loco per l’esecuzione ed il pagamento delle opere strutturali fatte nell’ex Imperia?»

Tutto ciò, ovviamente, sarà materia della prossima interrogazione che Rabini presenterà alla Maggioranza, dove chiederà appositi chiarimenti e conto dei rapporti intercorsi fra le parti. Chissà, forse in sede di Consiglio comunale potrebbe saltar fuori anche quel benedetto bilancio che mai nessuno ha avuto il piacere di consultare.

 

redazionale

Tags: