Presentata un’esplosiva stagione estiva numanese

Tombolini stupisce ancora con oltre 100 appuntamenti tutti gratuiti tra divertimento cultura ed emozioni

Numana, 17 giugno 2021 – Dall’attualità alla musica, dalla filosofia al cabaret: tutti i principali appuntamenti estivi di Numana sono stati presentati oggi, durante la conferenza stampa indetta dal sindaco Gianluigi Tombolini nella cornice di Piazza Nuova, alla presenza del Luogotenente Luca Cristofanetti comandante della locale stazione Carabinieri, del rappresentante Cna Luca Casagrande, e tanti operatori dell’informazione.

Nel rispetto dei protocolli anti-Covid ed in linea con le indicazioni di sicurezza necessarie, si svolgeranno nelle piazze di Numana e Marcelli più di 100 appuntamenti, tutti completamente gratuiti.

Numana -Presentazione eventi estate 2021, in prima fila all’estrema sinistra il rappresentante della Cna Luca Casagrande e a destra, in divisa, il Luogotenente Luca Cristofanetti comandante della locale stazione Carabinieri

«Abbiamo costruito un calendario con la volontà di far lavorare principalmente i professionisti dello spettacolo, così duramente colpiti dallo stop dovuto al lockdown – ha spiegato Tombolini – C’è tanta voglia di guardare avanti e riprendere, con ancora più entusiasmo, a ritrovarsi all’aperto per gustare il piacere della cultura e dello spettacolo, mantenendo sempre l’attenzione sulla sicurezza ma dando un segnale di rinascita e ottimismo dopo i tanti mesi di chiusura dovuta alla pandemia».

D’obbligo, il ringraziamento pubblico agli sponsor: «che hanno scelto di sostenerci e grazie ai quali abbiamo potuto organizzare questo ampio e variegato cartellone di eventi».

Dopo il successo della prima edizione, confermata anche per questa stagione la rassegna Parliamone con… a Numana che presenta interviste a personaggi importanti del mondo dello spettacolo, del giornalismo e della scienza: il 9 luglio si apre con il direttore del Tg2 Gennaro Sangiuliano; il 16 luglio ci sarà Tiziana Ferrario, storica giornalista e conduttrice della Rai; il 23 luglio sarà ospite il giornalista Riccardo Iacona, conduttore del programma  di Rai3 Presa Diretta; il 28 luglio il professore Alberto Zangrillo, direttore dell’ospedale San Raffaele di Milano; il 19 agosto la rassegna si concluderà con Antonio Preziosi, direttore di Rai Parlamento.

Numana – Il sindaco Gianluigi Tombolini

Torna anche la rassegna di cabaret Smile Numana. Giunta alla quinta edizione, quest’anno propone: il 4 luglio Nando Timoteo; il 10 luglio Enzo Paci; il 17 luglio Andrea di Marco; il 24 luglio Dario Vergassola, l’11 agosto Dado; il 21 agosto i Panpers e il 28 agosto Sergio Sgrilli.

Nel panorama dell’intrattenimento musicale la novità del 2021 è la presenza del virtuoso pianista Luca Cerigioni, che si esibisce sul treno Orient Express e che accompagnerà il pubblico in un viaggio musicale tutti i martedì di luglio e agosto in Piazza del Santuario.

La stagione estiva si inaugurerà il 25 giugno con l’esibizione dell’artista Riccardo Foresi e la sua orchestra swing, una delle orchestre più apprezzate del centro Italia, nello spettacolo That’s Amore. Sempre in Piazza del Santuario si conferma la seconda edizione di Note di Venere, un festival musicale che vede la direzione artistica del maestro Marco Santini e che si svolgerà il venerdì sera a luglio e agosto, alternando sulla piazza musicisti, cantanti e artisti. Il 7 agosto tornerà il tenore David Mazzoni, finalista di Italia’s got talent, con il suo spettacolo Stasera Incanto in programma a Piazza Miramare.

Numana – Alcuni dei personaggi che animeranno l’estate numanese

Per quanto riguarda la cultura, confermata la seconda edizione della rassegna L’eterno ritorno degli eroi a cura del filosofo performer marchigiano Cesare Catà che intreccia il teatro di narrazione con la divulgazione filosofico-letteraria e l’ironia del cabaret. L’appuntamento è per tutti i giovedì di luglio nei giardini di Piazza Nuova. L’1 agosto Numana ospiterà il cantautore Andrea Perrozzi, già autore delle musiche degli spettacoli di Enrico Brignano, con il suo spettacolo Cantastelle in Piazza del Santuario, un viaggio tra gli astri della musica italiana. Confermata anche la settima edizione di Un libro che passione, tutti i lunedì appuntamento con le librerie sotto le stelle in Piazza Nuova e la presentazione di alcuni libri con la presenza dell’autore. Il 3 luglio, La notte dei musei con  apertura serale straordinaria del museo Antiquarium che sarà accompagnata da una visita guidata. Le aperture serali e le visite guidate proseguiranno martedì 13, 20, 27 luglio e 3 agosto.

Non mancheranno momenti dedicati ai più piccoli con letture animate della biblioteca sotto le stelle ogni mercoledì, e spettacoli adatti a tutta la famiglia con la presenza, per il secondo anno consecutivo, del famoso illusionista vincitore di Tu Si Que Vales Andrea Paris; oltre alla terza edizione della rassegna Ti racconto una storia sul mare organizzata dalla Fita Marche che porterà in scena due commedie l’8 e il 18 agosto in Piazza Miramare.

Previsto il ritorno dello spettacolo pirotecnico sabato 14 agosto, in attesa di conferma sulle indicazioni e normative in materia.

Gli appassionati di shopping e oggetti di artigianato potranno scegliere tra vari mercatini: a Marcelli a partire dal 22 giugno e fino al 9 settembre ogni martedì ci sarà quello dell’artigianato ed oggettistica; ogni giovedì il mercatino generico. Sempre a Marcelli, in Piazza Miramare, il mercatino di Campagna amica tutti i lunedì e venerdì a partire dal 14 giugno. In centro storico a Numana, in Viale Morelli, torneranno le bancarelle della Riviera Artigiana, il mercatino di artigianato artistico organizzato dalla Confartigianato Imprese di Ancona-Pesaro e Urbino.

Una delle novità di quest’anno è la realizzazione e la pubblicazione del libro con protagonista Numi, un curioso spiritello alla scoperta di sé che troverà a Numana ciò che stava cercando per essere felice. Una fiaba semplice in cui il sindaco Tombolini riconosce l’espressione efficace di quel concetto di Numanità al quale è molto legato e del quale è fermamente convinto. Il libro, edito dalla casa editrice Giaconi Editore, è nato grazie alla fantasia di Ludovica Cesaroni che ha scritto la storia e alla creatività di Laura Gentili che ha dato un volto ai personaggi con le sue illustrazioni. È in libreria dal 15 giugno.

Il programma e la brochure degli eventi saranno diffusi online, nel sito

www.turismonumana.it e nei canali social istituzionali.

 

redazionale

© riproduzione riservata


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Meglio essere formica o essere cicala?

Riflessioni a confronto nell’evolversi della società


Camerano, 19 giugno 2022 – La favola di Esopo la conosciamo tutti, sì sì, quella della formica e della cicala. Quella dove si racconta delle formiche che passano tutta l’estate a faticare e a immagazzinare semi e provviste per l’inverno, mentre le cicale se ne fregano delle provviste e dedicano i mesi estivi a godersi il sole e a cantare da mattina a sera. Poi, quando l’estate passa e arriva il freddo dell’inverno, le formiche hanno cibo per superarlo mentre le cicale muoiono di fame.

Morale a parte (è chiaro che Esopo ci tramette la negatività dell’essere cicala), ai giorni nostri, essere formica vale ancora la pena? Voglio dire, visto l’andazzo delle cose, ha ancora senso passare una vita a spaccarsi la schiena per assicurarsi un inverno decedente e sostenibile, oppure è meglio godersela quanto più è possibile, fare ciò che si vuole e non ciò che si deve, tanto alla fine quando viene l’inverno ci sarà qualcuno che penserà anche alle cicale?

Negli ultimi sessant’anni il mondo è cambiato parecchio. Per certi versi in bene, per altri in male. Parecchio in male. I nostri genitori, negli anni ’60 del secolo scorso, hanno iniziato a fare le formiche e, dopo una vita di lavoro, rinunce e tanto sudore, in linea di principio sono riusciti ad avere una casa di proprietà e ad assicurarsi una vecchiaia senza tribolazioni. Ma quelli erano anni in cui le regole esistevano ed erano rispettate. Oggi?

Oggi, ai genitori dell’ultima generazione non basterebbero tre vite vissute nelle rinunce per riuscire a mettere al sicuro la propria vecchiaia né, tantomeno, a garantire serenità ai propri figli; e forse è anche per questo che di figli non se ne fanno più. Allora, visto come stanno le cose, che senso ha essere formica? Meglio essere cicala, se non altro me la sono goduta!

Meglio essere cicala anche perché, quando l’inverno arriva, arriva anche la Naspi, il reddito di cittadinanza, il sussidio di disoccupazione, lo sconto sulle bollette in base al proprio Isee (che più è basso e meglio è). Il lavoro? Ma che, sei matto? Chi me lo fa fare di sudare le proverbiali sette camicie quando, stando a casa in canottiera, mi danno comunque dei soldi per vivere?

Certo, mica tutti sono così… cicale, le eccezioni esistono, ma sono milioni quelli che non fanno eccezione. Quelli che (anziani indigenti a parte) oggi succhiano dal sociale tutto ciò che possono e che dicono: domani si vedrà! Eppoi, sai che domani! Le pensioni spariranno, così come tanti lavori. Magari arriva la terza guerra mondiale e… amen. Il lavoro è sempre più precario e non permette di programmare il futuro. La vita è così breve che va vissuta e non certo subìta. Meglio mille volte cicala che formica!

Eddai, ci risiamo! Eppure, basterebbe così poco. Basterebbe pagare salari equi ed onesti, con denaro che abbia un potere d’acquisto reale e solido, cosicché, dopo aver pagato l’affitto, le bollette, il cibo per la famiglia, la scuola dei propri figli, restasse ancora qualcosa per qualche capriccio. Negli anni ’60 era così, poi è arrivata la globalizzazione e la Terza Repubblica.

Ma negli anni ’60 le cicale si contavano sulle dita di una mano, e venivano additate come esempio negativo. Oggi, nel 2022, è l’esatto opposto; oggi, le cicale vengono osannate sui social. Fare sacrifici, lavorare sodo anche per poco, aspirare ad un traguardo migliore, sono modi di vivere che non ci appartengono più: che siano le formiche a fare fatica!

© riproduzione riservata


link dell'articolo