Domenica con il nordic walking per la Conero Trail 2016

Su e giù dal Monte Conero respirando l’aria del mare con la sabbia sotto i piedi

Sirolo. All’aria aperta, migliora la postura, fa bene al cuore e alla circolazione e rafforza i muscoli.

È il nordic walking, la disciplina che da qualche anno si è diffusa anche tra i sentieri del Parco del Conero grazie all’impegno e ai corsi della cooperativa Forestalp, che ha organizzato per questa domenica, 23 ottobre, una nuova occasione per praticare questo sport.

Nordic walking al Monte Conero
Nordic walking al Monte Conero

Si partirà alle 9.30 da Piazza Brodolini a Sirolo e si percorreranno le più belle strade della riviera del Conero impugnando i propri bastoni.

È questo il programma della camminata competitiva e non promossa dalla Scuola Nordic Walking Forestalp in collaborazione con la Trail Adventure Marche, che prevede un tracciato da otto km di nordic walking e due ulteriori tracciati competitivi di 13 e 25 km.

Il ritrovo è previsto alle 7.30 nella sede della pro loco di Sirolo, in via Dante, per il ritiro dei pettorali, quindi alle 9.15 avverrà la punzonatura degli atleti delle due gare competitive.

Alle 9.30 si parte per il primo percorso di otto km non competitivo e dopo un breve prologo intorno alle mura e al centro storico si scende nella suggestiva spiaggia di San Michele, la si percorre per qualche centinaia di metri per iniziare poi una lunga e impegnativa risalita del versante sud est.

Si raggiunge quindi il belvedere sud con il suo panorama mozzafiato sulle Due sorelle e successivamente la Badia di San Pietro, dove si trova il primo ristoro e il bivio per continuare i due percorsi competitivi da 13 e 25 km.

Si continua a salire sul sentiero sottobosco fino al punto più elevato del monte Conero, fino ad affacciarsi sul versante nord con i bellissimi scorci sulla baia di Portonovo e Ancona.

Dalla sommità del Monte si scende fin sulla spiaggia
Dalla sommità del Monte si scende fin sulla spiaggia

Da qui inizia la discesa lineare fino a Pian Grande poi quella più tortuosa fino al Poggio dove termina il percorso da 13 km e si trova il secondo ristoro.

Si riparte per il percorso da 25 km, recuperando quota, e in pochi minuti si accede al versante ovest che prevede la discesa alla Cava nascosta, la risalita e il raggiungimento di Pian di Raggetti. Attraverso un facile sentiero si ritorna alla Badia di San Pietro per il terzo ristoro e si scende nuovamente alla spiaggia San Michele per poi raggiungere con l’ultima salita il traguardo di Sirolo.

Dalle 12 alle 14 nella sede della pro loco sono in programma il ristoro finale, le premiazioni delle due gare competitive, i premi estratti a sorteggio per la gara di Nordic Walking e il premio di partecipazione per tutti gli atleti dei tre percorsi comprendente una t-shirt tecnica, una confezione di integratori, barrette e gel Multipower e materiale pubblicitario.

Per partecipare è necessario iscriversi a questo link: https://www.mysdam.net/store/data-entry_34154.do; e versare la quota di partecipazione che varia dai 12 ai 20 euro in base alla gara scelta.

Sono già circa 150 gli iscritti che hanno deciso di passare una domenica di sport tra il mare e il monte del Parco del Conero.


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Primo Maggio con mascherina

Nessun corteo, nessuna bandiera, nessun concerto, pochi vaccini


1 maggio 2021 – Oggi, esattamente come un anno fa. E questo editoriale potrebbe finire qui. Trecentosessantacinque giorni fa, giorno più giorno meno, uscivamo da una dura segregazione forzata in casa dovuta ad una pandemia ignorata da tutti. Erano i giorni degli striscioni ai balconi che recitavano “andrà tutto bene”, “insieme ce la faremo”. Invece, a distanza di 12 mesi siamo ancora qui a misurare quotidianamente i morti per Covid e le persone in quarantena. A registrare l’evoluzione di un virus che sembra invincibile con la sua capacità di trasformarsi in cento varianti sparse nel mondo sempre più aggressive.

Prima ondata, segregazione in casa, apertura; seconda ondata, chiusure forzate; regioni gialle, arancioni, rosse. Obbligo dell’uso delle mascherine, del lavaggio delle mani, del rispetto delle distanze… Traffici e frodi per una bombola d’ossigeno introvabile, gli speculatori dei respiratori, le terapie intensive al collasso, bare accatastate in un magazzino qualsiasi, morti mai consegnati ai parenti. Variante inglese, brasiliana, indiana… E poi l’arrivo dei vaccini, i ritardi nelle consegne, i furbetti del “vax prima io” o del “no vax”…

A riviverli così, questi ultimi 12 mesi, ci rendiamo conto che il vocabolario non ci appartiene. Fatti, accadimenti, decisioni e comportamenti alieni al genere umano. Invece no, è tutto vero, reale. È successo nel nostro quotidiano, sta succedendo e continuerà a succedere. Alla faccia di chi fa finta di niente o bolla tutto come un enorme complotto ordito per governare e soggiogare il popolo, per togliergli ciò che di più sacro esiste: libertà e lavoro.

Oggi, festa dei lavoratori, la libertà del popolo è legata ad una vaccinazione di massa che va troppo a rilento e i lavoratori, stremati dal rispetto delle regole anticoronavirus e con il fiato corto dietro le mascherine, non hanno nulla da festeggiare. Un po’ perché in tanti il lavoro l’hanno perso, altri perché non hanno più i fondi necessari a sostenere l’attività.

Niente celebrazioni dunque, niente cortei, bandiere al vento o concerti in piazza com’era uso fare fino a un paio d’anni fa. Non ci sono i presupposti. Sarà un Primo Maggio con la mascherina: unico orpello concesso in tempo di pandemia.

© riproduzione riservata


link dell'articolo

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi