Ciclismo su pista: Ascoli Piceno caput tricolore

Assegnati presso il velodromo di Monticelli i titoli italiani FCI per le categorie élite e juniores

Ascoli Piceno, 29 ottobre 2020 – Il fascino del tricolore oltre l’ostacolo Covid-19: si è concluso nell’entusiasmo generale degli organizzatori del Piceno Cycling Team-Ceci Dreambike e dei partecipanti il Campionato Italiano su Pista, l’evento che nelle giornate del 27 e del 28 ottobre si è svolto presso il velodromo di Monticelli con l’assegnazione dei titoli tricolori maschili e femminile per le categorie élite e juniores nelle specialità sprint, keirin, 500 metri, chilometro da fermo, eliminazione e scratch sotto l’egida della Federazione Ciclistica Italiana.

Ascoli Piceno – Campionati italiani su pista 2020 – La partenza del keirin (foto by Daniele Castelli)

Chiusa al pubblico per le normative anti contagio in vigore, è stata una manifestazione che ha esaltato ancor di più i risultati degli atleti che tanto hanno fatto per farsi trovare pronti a questo prestigioso evento tricolore, nonostante la delicata situazione emergenziale per il Covid-19 ed anche la concomitanza con il periodo scolastico, il tutto alla presenza di Renato Di Rocco (presidente della Federazione Ciclistica Italiana), Rocco Marchegiano (vice presidente nazionale della Federazione Ciclistica Italiana), Lino Secchi (presidente del comitato regionale FCI Marche), Nino Stallone (assessore allo sport di Ascoli Piceno), Armando De Vincentis (delegato provinciale Coni Ascoli Piceno), Cordiano Dagnoni (presidente del comitato regionale FCI Lombardia) ed Emanuele Senzacqua (presidente della commissione regionale giudici di gara FCI Marche).

Ancora una volta degno di nota l’infaticabile operato del comitato organizzatore del Piceno Cycling Team-Ceci Dreambike (Centro Pista Ascoli Piceno) che si è dato un gran da fare per il pieno successo della manifestazione tricolore, riportata a distanza di tre anni nella città ascolana e dopo la positiva esperienza con la gara a carattere internazionale Piceno Sprint Cup del mese di agosto in memoria di Alfonso Ceci.

Con la sua spiccata e ormai nota vocazione alla multidisciplina, la compagine piemontese della Cicli Fiorin Cycling Team si è messa in evidenza con le quattro vittorie tricolori di Sara Fiorin tra le juniores donne (velocità, keirin, scratch ed eliminazione) e l’ottima performance di Elena Bissolati nel keirin tra le donne élite.

Ascoli Piceno – Campionati italiani su pista 2020 – L’ascolano Francesco Ceci in piena azione (foto by Daniele Castelli)

A tenere alta la bandiera delle Fiamme Azzurre, la doppia maglia tricolore tra gli élite di Francesco Lamon (scratch ed eliminazione) e la tripletta dell’ascolano doc Francesco Ceci (velocità, chilometro e keirin) che arriva a quota 32 titoli nazionali in carriera in pista dal 2008 ad oggi.

In campo juniores uomini, merita la dovuta attenzione il successo tricolore nei 500 metri per la rivelazione Daniele Napolitano, il ragazzo di primo anno classe 2003 che ha onorato al meglio il fattore campo con il Piceno Cycling Team, la squadra di patron Claudio Ceci (nonché organizzatore dell’evento) che segue con grande interesse e dedizione la crescita di questo giovane atleta piemontese. Sempre tra gli juniores, da registrare la tripletta della Borgo Molino Rinascita Ormelle con Manlio Moro a segno nell’eliminazione e due volte Lorenzo Ursella nella velocità e nel keirin.

Per la Bepink è tornata nuovamente alla ribalta la pluricampionessa d’Italia Silvia Valsecchi che ha centrato il successo nello scratch per la terza volta in carriera. La maglia rosa della Valcar Travel&Service si è dipinta di verde-bianco-rosso grazie alle affermazioni nella categoria donne élite di Martina Alzini nell’eliminazione e di Miriam Vece nei 500 metri.

Ascoli Piceno – Campionati italiani su pista 2020 (foto by Daniele Castelli)

I CAMPIONI ITALIANI SU PISTA 2020

  • Velocità uomini juniores: Lorenzo Ursella (Borgo Molino Rinascita Ormelle)
  • Velocità uomini élite: Francesco Ceci (Fiamme Azzurre)
  • Eliminazione uomini juniores: Manlio Moro (Borgo Molino Rinascita Ormelle)
  • Eliminazione uomini élite: Francesco Lamon (Fiamme Azzurre)
  • Keirin uomini juniores: Lorenzo Ursella (Borgo Molino Rinascita Ormelle)
  • Keirin uomini élite: Francesco Ceci (Fiamme Azzurre)
  • Chilometro uomini juniores: Daniele Napolitano (Piceno Cycling Team)
  • Chilometro uomini élite: Francesco Ceci (Fiamme Azzurre)
  • Scratch uomini élite: Francesco Lamon (Fiamme Azzurre)
  • Velocità donne juniores: Sara Fiorin (Cicli Fiorin)
  • Velocità donne élite: Miriam Vece (Valcar Travel&Service)
  • Eliminazione donne juniores: Sara Fiorin (Cicli Fiorin)
  • Eliminazione donne élite: Martina Alzini (Valcar Travel&Service)
  • Scratch donne élite: Silvia Valsecchi (Bepink)
  • Keirin donne juniores: Sara Fiorin (Cicli Fiorin)
  • Keirin donne élite: Elena Bissolati (Cicli Fiorin)
  • 500 metri donne juniores: Sara Fiorin (Cicli Fiorin)
  • 500 metri donne élite: Miriam Vece (Valcar Travel&Service)

Per rivedere i video di tutte le fasi salienti delle singole gare del campionato italiano: https://www.facebook.com/pg/centropistaascoli/videos/

 

redazionale

© riproduzione riservata


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

La vita con i cani è… meravigliosa!

Quattordici modi per coniugarla dal profondo dell’anima


13 gennaio 2022Piera Alessio (nella foto con la sua cagnolina Nina), torna in questo spazio “Paneburroemarmellata” (glielo cedo sempre con profonda stima, amicizia e rispetto oltre che per il suo grande cuore e la sua grande penna), per raccontarci com’è, dal suo punto di vista, la vita con i cani che lei declina e descrive in svariate sfaccettature. Un argomento solo all’apparenza scontato, che solo chi ha posseduto o possiede un cane può davvero cogliere nella sua essenza. Scrive Piera:

“La vita con i cani è strana. Diventerai, senza che nessuno te lo insegni o ti spieghi come farlo, il capo branco di un cane che sarà pronto a qualunque cosa per te non appena saprà riconoscere il tuo odore e la tua voce.

La vita con i cani è misteriosa. Sarai spiato da un Grande Fratello peloso che non perderà nessun tuo movimento, specialmente quando capirà dove sono la cucina ed il recipiente dei biscotti.

La vita con i cani è crescere. Non puoi farci niente, non puoi fermare il tempo perché quel cucciolo che hai tenuto in braccio crescerà troppo velocemente, per diventare il grande amico che ti vorrà accompagnare ovunque andrai. I cuccioli durano troppo poco.

La vita con i cani è confronto. Avrai sempre uno sguardo con il quale misurarti, affogherai senza poterti salvare nelle profondità inimmaginabili degli occhi di un cane. Dove la gente crede che non ci sia un’anima.

La vita con i cani è sincera. Non avrai bisogno di raccontar loro una bugia o delle storie inventate perché tanto, qualunque cosa tu dica loro, i cani la sanno. Sempre.

La vita con i cani è scomoda. Ti ritroverai una sera d’inverno, con la tramontana che ti graffia il viso ed il gelo che ti arriva alle ossa, a passeggiare da solo con il tuo cane che corre e scodinzola felice, incurante del vento che gli arruffa il pelo e del caldo che avete lasciato in casa.

La vita con i cani è buffa. Parlerai con un essere che non ti potrà mai rispondere e che però ascolterà ogni tua parola, con così tanta attenzione ed interesse che non ritroverai in nessun altro uomo o donna al mondo.

La vita con i cani è ritorno a casa. Nessuno come il tuo cane sarà felice di vederti ogni volta che spunterai dalla porta dalla quale ti ha visto andar via; imparerà i tuoi orari, riconoscerà il tuo passo e sarà lì ad aspettarti, anche quando sarà vecchio e stanco, saltando di gioia come se non ti vedesse da un mese. Anche se sei uscito per comprare il giornale.

La vita con i cani è rinuncia. Perderai, a poco a poco, quella porzione di divano su cui stavi tanto comodo, dove ti godevi il riposo ed il meritato relax dopo giornate faticose e noiose. E la cosa bella sarà che non ti dispiacerà affatto.

La vita con i cani è comunione. Dividerai il tuo ultimo boccone con il tuo cane, perché non potrai resistere al suo sguardo implorante che hai incrociato purtroppo per te mentre stavi cenando.

La vita con i cani è insegnamento. Sono loro che ti mostreranno, semplicemente correndo in un prato o sulla riva del mare, la bellezza di una giornata di sole e l’importanza di stupirsi – ogni volta – davanti alle cose semplici.

La vita con i cani è amore. Quello che proverai ad emulare, che proverai a restituire al tuo cane senza però riuscirci. Ma cimentarti in questa prova sarà una delle tue imprese più entusiasmanti.

La vita con i cani è un viaggio. Nessun sentiero di montagna ti sembrerà lo stesso dopo che lo avrai percorso insieme al tuo cane: ricorderai profumi, odori e colori del bosco che prima non avevi sentito o visto; proprio come succederà per il tratto di vita che farete insieme.

La vita con i cani è una parentesi. Per te è una parte della tua vita, un dolce intervallo fra mille impegni e anni da riempire di cose da fare, un breve cammino insieme ad un cane che tu ben sai, ad un certo punto, si fermerà per lasciarti andare da solo. Invece, per il tuo cane, la tua vita è tutto.

La vita con i cani è meravigliosa“.

di Piera Alessio

© riproduzione riservata


link dell'articolo