Argomenti per categorie

Juan Pablo Cuello è il primo colpo di mercato della stagione per Publiesse Pallamano Chiaravalle

Dall'Argentina a Chiaravalle: il terzino destro, reduce da quattro stagioni in Italia, si unisce alla Publiesse Pallamano Chiaravalle per la Serie A Gold

Chiaravalle, 18 giugno 2024 – Illuminato dal sole di una bella giornata estiva, Juan Pablo Cuello sorride mentre beve un caffé per il centro di Chiaravalle con addosso la t-shirt della sua nuova squadra, la Publiesse Pallamano Chiaravalle, con la quale dal prossimo autunno disputerà la Serie A Gold, massima serie nazionale.

Juan Pablo, detto Juanpi, è un 27enne argentino originario della città di Mendoza, terzino destro, è reduce da 4 stagioni in Italia, la prima con Albatro Siracusa e poi 3 con i Black Devils Merano con cui ha sfiorato la vittoria in Coppa Italia e Supercoppa lo scorso anno entrambe perse per un gol…ancora brucia.

Juan Pablo Cuello

Nasce pallamanisticamente al Maipù, per poi fare una stagione a Buenos Aires. Tanta esperienza anche nella nazionale giovanile Argentina prima del volo oltreoceano che lo porta in Italia, subito prima della pandemia.

Per un giocatore della sua caratura quella della Publiesse Pallamano Chiaravalle, neopromossa in A Gold, può sembrare una scelta strana. Lui stesso dice «nessuno se lo aspettava» ma aggiunge «mia sorella Agustina gioca qui nella squadra femminile da 3 anni e mi ha parlato molto bene della società, cosa che ho potuto verificare subito con mano durante il mio infortunio, al ginocchio avvenuto a fine campionato.

In molti avrebbero potuto abbandonarmi, invece sia il Presidente Maltoni, che il dirigente Gianluca Sampaolo, che l’allenatore Andrea Guidotti mi hanno aiutato, sia con l’operazione che con la riabilitazione al centro Kara.»

Vista l’entità dell’infortunio probabilmente Juanpi non potrà debuttare in biancoblu prima della seconda parte di stagione, ma dice già di «volerci essere per la squadra anche fuori dal campo. Ero presente al palasport nelle due partite contro Cologne per la promozione e, stando tra il pubblico, ho visto un team affiatato, dei giocatori che si impegnano molto e un tifo calorosissimo. Ho capito che sarebbe stata la decisione migliore per me giocare in una squadra con un gruppo così unito».

Sulla prossima stagione non si sbilancia, ma afferma che «quando ho firmato sapevo che di sicuro si sarebbe fatta la A Silver, un campionato di ottimo livello. Poi la Publiesse ha conquistato una storica promozione in A Gold, quindi la cosa si fa anche più interessante. Invito quindi già da ora i nostri tifosi e i ragazzi delle giovanili a sostenerci perché il calore del pubblico fa la differenza».

Tags: