Argomenti per categorie

Castelfidardo Calcio: Ciucciomei valuta il settore giovanile

Il direttore sportivo esprime soddisfazione per l'esperienza attuale e prospetta obiettivi futuri.

Castelfidardo, 15 marzo 2024 – Ora tocca al settore giovanile in casa Castelfidardo Calcio. Ad un anno dalla ripartenza del vivaio biancoverde, la società fidardense fa il punto sul lavoro coi giovanissimi.

Un aspetto, quello del settore giovanile, a cui la dirigenza biancoverde tiene molto. «Siamo partiti senza sapere come sarebbe andata ma alla fine ci siamo accorti del fatto che ci fossero delle potenzialità» ammette Maximiliano Ciucciomei, direttore sportivo del settore giovanile del Castelfidardo Calcio.

Maximiliano Ciucciomei

«Con gli Allievi avevamo un allenatore d’esperienza e dei giocatori con delle qualità, una bella squadra che poteva far bene» racconta.

Capitolo Juniores, «eravamo un po’ titubanti perché i ragazzi sono arrivati tutti da altre squadre del territorio e perché c’era uno staff tecnico nuovo» fa Ciucciomei. «Si stanno comportando bene, dimostrano impegno e attaccamento alla società» continua però il responsabile.

«Forse è merito della prima squadra che gioca bene e di mister Giuliodori che ha sempre un consiglio pronto per chi ne ha bisogno» spiega il ds.

Archiviato il presente, tocca al futuro. «Le aspettative per il prossimo anno? Lavoreremo per far crescere il gruppo Juniores e soprattutto quello Allievi, visto che tanti ragazzi di quest’anno saliranno di categoria» è il quadro fornito da Ciucciomei.

In fase di valutazione ci sono anche agevolazioni per le famiglie che iscriveranno i loro ragazzi. L’obiettivo: attrarre quanti più ragazzi possibile per rinforzare il settore giovanile della società biancoverde. Altro aspetto quello di far crescere il settore giovanile del Castelfidardo Calcio anche dal punto di vista dirigenziale.

«Sarebbe importante ampliare la base dirigenziale» racconta Ciucciomei. «Se vuoi fare anche altre categorie giovanili per esempio, servono molti più dirigenti» fa il responsabile. Una strada potrebbe essere quella di coinvolgere gli stessi genitori nell’attività della Società. In ogni caso, «quella di quest’anno è stata una bella esperienza e spero che l’anno prossimo ci siano altri genitori ad aiutarci». Infine un ringraziamento.

«Desidero ringraziare Samuel Ascani che conosco dai tempi in cui giocavamo a calcio – conclude Ciucciomei – che sono riuscito a convincerlo per il progetto del settore giovanile».