Tutto pronto per la 23esima edizione di Easter Volley

Coinvolgerà tutti i Comuni della Riviera. Superata la quota delle 100 iscrizioni

Ancona – Scatterà giovedì 13 aprile la 23esima edizione di Easter Volley “Uniqa”, torneo internazionale di pallavolo femminile che si gioca nei Comuni della Riviera del Conero per tre giorni con la conclusione sabato 15 aprile.

easter-volley

«Dopo il successo delle ultime edizioni – spiega l’organizzatore Claudio Principi che, grazie al collaudato team di efficienti collaboratori cura la realizzazione della manifestazione – quest’anno ripartiamo con lo stesso entusiasmo e con l’obiettivo di consolidare ulteriormente un torneo che è diventato punto di riferimento per l’intero movimento giovanile del volley femminile a livello nazionale».

Il successo cresce perché, per la prima volta nella sua storia, Easter Volley vedrà al via oltre 100 squadre. In mezzo alle novità, ci sarà la graditissima conferma rappresentata dal sodalizio con l’Ambalt. La sua iniziativa di raccolta fondi: “un euro per un sorriso” ha sempre trovato la solidarietà convinta dei 3mila presenti all’evento finale e anche quest’anno non potrà essere da meno.

Le partite di qualificazione si giocheranno negli impianti di 12 Comuni per un totale di oltre 20 strutture ma, sottolinea Principi: «visto che si dovranno disputare un maggior numero di partite si stanno cercando altri campi per ospitare gli incontri. Fermo restando l’avvenuta conferma di tutte le Amministrazioni comunali già coinvolte nelle passate edizioni».

La squadra serba, categoria under 18, vincitrice dell'edizione 2016 del torneo
La squadra serba, categoria under 18, vincitrice dell’edizione 2016 del torneo

Saranno 4 le categorie presenti, comprese tra under 18, under 16, under 14 ed under 13 che sarà anche “Trofeo Marco Vive”.

Le squadre provengono da 4 paesi: Italia, Serbia con le squadre di Sabac, Mitrovica e Valdevo oltre alla Selezione di Belgrado, Usa (Norther Light dal Minnesota), Croazia con le formazioni di Zagabria e Pola.

Confermata quindi la vocazione turistica di Easter Volley considerando che nell’arco dei 3 giorni la zona ospiterà oltre 1500 persone che conosceranno, oltre gli impianti di gioco, anche la bellezza dei luoghi dove si giocheranno le gare.

Dall'archivio di Easter Volley la premiazione ad una delle passate edizioni del torneo
Dall’archivio di Easter Volley: la fase delle premiazioni in una delle passate edizioni del torneo

Tra le ulteriori novità quella di aver scelto il Numana Blu di Marcelli quale villaggio principale ma alcune squadre continueranno ad alloggiare al Natural Village di Porto Potenza Picena. Condividere spazi comuni, fare amicizia e condividere questa bella esperienza è obiettivo non secondario  dell’iniziativa.

L’ingresso a tutte le gare è gratuito compreso quello alla finale che si terrà anche quest’anno al Palarossini Prometeo Estra di Ancona.

Per questa edizione Easter Volley beneficia dell’appoggio dei partner istituzionali: Regione Marche, Coni, Fipav, Lega di Pallavolo di serie A, Riviera del Conero, Le Marche del Volley, più le 12 Amministrazioni comunali tra le quali citiamo: Ancona, Camerano. Sirolo, Numana, Porto Recanati, Osimo, Castelfidardo, Loreto.

 

redazionale


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Primo Maggio con mascherina

Nessun corteo, nessuna bandiera, nessun concerto, pochi vaccini


1 maggio 2021 – Oggi, esattamente come un anno fa. E questo editoriale potrebbe finire qui. Trecentosessantacinque giorni fa, giorno più giorno meno, uscivamo da una dura segregazione forzata in casa dovuta ad una pandemia ignorata da tutti. Erano i giorni degli striscioni ai balconi che recitavano “andrà tutto bene”, “insieme ce la faremo”. Invece, a distanza di 12 mesi siamo ancora qui a misurare quotidianamente i morti per Covid e le persone in quarantena. A registrare l’evoluzione di un virus che sembra invincibile con la sua capacità di trasformarsi in cento varianti sparse nel mondo sempre più aggressive.

Prima ondata, segregazione in casa, apertura; seconda ondata, chiusure forzate; regioni gialle, arancioni, rosse. Obbligo dell’uso delle mascherine, del lavaggio delle mani, del rispetto delle distanze… Traffici e frodi per una bombola d’ossigeno introvabile, gli speculatori dei respiratori, le terapie intensive al collasso, bare accatastate in un magazzino qualsiasi, morti mai consegnati ai parenti. Variante inglese, brasiliana, indiana… E poi l’arrivo dei vaccini, i ritardi nelle consegne, i furbetti del “vax prima io” o del “no vax”…

A riviverli così, questi ultimi 12 mesi, ci rendiamo conto che il vocabolario non ci appartiene. Fatti, accadimenti, decisioni e comportamenti alieni al genere umano. Invece no, è tutto vero, reale. È successo nel nostro quotidiano, sta succedendo e continuerà a succedere. Alla faccia di chi fa finta di niente o bolla tutto come un enorme complotto ordito per governare e soggiogare il popolo, per togliergli ciò che di più sacro esiste: libertà e lavoro.

Oggi, festa dei lavoratori, la libertà del popolo è legata ad una vaccinazione di massa che va troppo a rilento e i lavoratori, stremati dal rispetto delle regole anticoronavirus e con il fiato corto dietro le mascherine, non hanno nulla da festeggiare. Un po’ perché in tanti il lavoro l’hanno perso, altri perché non hanno più i fondi necessari a sostenere l’attività.

Niente celebrazioni dunque, niente cortei, bandiere al vento o concerti in piazza com’era uso fare fino a un paio d’anni fa. Non ci sono i presupposti. Sarà un Primo Maggio con la mascherina: unico orpello concesso in tempo di pandemia.

© riproduzione riservata


link dell'articolo

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi