Argomenti per categorie

Calcio – Prima Categoria, la Real Cameranese è seconda in classifica

Giorgio Pantalone: “Prima la salvezza, poi vedremo”. L’intervista al mister firmata da Giacomo Grasselli

Camerano, 14 dicembre 2023 – La Real Cameranese viaggia con il vento in poppa nel girone B di Prima categoria. Al momento è seconda in classifica ad un solo punto dalla capolista Filottranese, e i tanti tifosi iniziano a sognare un salto di categoria insperato dopo la salvezza all’ultima giornata ottenuta la scorsa stagione.

A gettare acqua sul fuoco, però, è proprio Giorgio Pantalone, mister dei rossoneri, che di promozione non vuole assolutamente sentir parlare, per lui, oggi, quel che conta è raggiungere la salvezza quanto prima possibile. Dal 2018-2019 Pantalone è il mister della Real Cameranese: partendo dalla Seconda Categoria, in 6 stagioni è passato da un nono posto nella penultima divisione al secondo posto in Prima. Riportiamo alcuni stralci dell’intervista al mister fatta da Giacomo Grasselli per VallesinaTV che ringraziamo per la concessione.

Giorgio Pantalone, mister della Real Cameranese

Mister Pantalone, qual è la formula vincente dietro a questo grande gruppo?

«Non ci sono segreti particolari – spiega – piuttosto c’è un’accurata programmazione della società che portiamo avanti da sei anni, da quando sono alla guida della Real. La rosa è quasi tutta composta da ragazzi che mi porto dietro da anni. Hanno fame e voglia di emergere: per me sono tutti uguali, hanno le stesse regole e gli stessi doveri. La competizione leale fra loro fa il resto».

Alla luce dell’attuale posizione, è lecito restare con i piedi per terra?

«Il nostro obiettivo, dichiarato ad inizio anno, è salvarci prima dell’ultima giornata di campionato (quindi meglio dell’anno passato). Una volta raggiunto, valutiamo altro. Ogni ragazzo ha un proprio scopo personale: l’anno passato molti non ci sono riusciti, quest’anno è diverso sono più maturi e vogliono dimostrare che in questa categoria possono affrontare chiunque».

Le favorite sono Filottranese, Castelbellino e Sassoferrato Genga. Chi teme di più la Real Cameranese?

«Sono trascorse solo 12 partite – dice l’allenatore dei rossoneri – quindi tutto è in gioco. Le favorite rimangono sempre le squadre che hanno investito molto e che hanno rose con giocatori importanti, quindi noi non siamo tra queste, al momento. Sicuramente tra le favoritissime ci sono senz’altro le prossime tre avversarie che incontreremo, ovvero Sassoferrato Genga, Castelbellino e Filottranese».

La Real Cameranese, tra l’altro, è attualmente la prima squadra di Camerano, dato che la storica Camerano Calcio è ripartita dalla Terza Categoria da questo 2023-2024.

«Sulla carta – conclude Pantalone – siamo la prima squadra del paese per una serie di situazioni, ma il club gialloblù rimane sempre la Società principale per i trascorsi avuti e per il fiorente settore giovanile. Tra l’altro sono un ex, e quindi auguro loro di risalire la china al più presto. Noi andiamo avanti per la nostra strada a piccoli passi, come è giusto che sia. Sono 11 anni che alleno in questo paese, oramai conosco pregi e difetti, mi sono ben ambientato».

Storia recente della Real Cameranese

La Real Cameranese è stata fondata nel 2007 e ha sempre militato tra Terza e Prima Categoria. Nel 2021-2022 ha vinto il campionato di Seconda, tornando in Prima dopo 6 stagioni. Nella passata annata, ha ottenuto la salvezza all’ultima giornata, classificandosi al dodicesimo posto. Quest’anno, dopo 12 giornate, la squadra è al secondo posto con 24 punti, frutto di 7 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte. I rossoneri, tra l’altro, sono in serie positiva da 4 giornate, con le quattro vittorie di fila contro Montemarciano, Pietralacroce, Sampaolese e Staffolo.

Alla guida della Real Cameranese c’è Giorgio Pantalone. Classe 1969, ha iniziato la carriera nel Camerano, tra settore giovanile e prima squadra. Nel 2008-2009 è stato l’artefice della promozione dalla Prima Categoria alla Promozione. In seguito, ha allenato Conero Dribbling in Promozione e la Juniores Nazionale del Castelfidardo.

 

redazionale

© riproduzione riservata

Tags: