Argomenti per categorie

Atletica Allievi – Pagliarini fa il bis: trionfo nei 200 allieve

Scatenati i fratelli dello sprint dell’Atletica Fano: secondo titolo italiano under 18 per Alice, argento per Francesco al Palaindoor di Ancona

Ancona, 13 febbraio 2023 – Volano i fratelli-sprint dell’atletica nei Campionati italiani allievi, al Palaindoor di Ancona. Un’altra medaglia d’oro al collo di Alice Pagliarini, scatenata anche nei 200 con l’eccellente crono di 24”16, seconda under 18 italiana di sempre a nove centesimi dal record nazionale e primato marchigiano assoluto dopo aver dominato nei 60 di sabato. Ancora sul podio Francesco Pagliarini, argento nei 200 che si aggiunge al bronzo dei 60 metri, al debutto nella categoria.

È una doppietta da urlo per Alice Pagliarini. Di nuovo a braccia alzate, con le ali spiegate. Si esprime al massimo anche in una specialità che non è la sua preferita, almeno finora. La velocista dell’Atletica Fano Techfem disegna il giro di pista in 24”16 e trema il record italiano di categoria, 24”07 della romana Chiara Gherardi cinque anni fa.

Palaindoor Ancona – Alice e Francesco Pagliarini (foto, Francesca Grana/Fidal)

Se il titolo nei 60 era uno dei più facilmente pronosticabili dell’intero weekend, qui non partiva in pole position la fanese, all’esordio stagionale sulla distanza e mai scesa in precedenza sotto i 25 secondi. Dopo il 24”67 del crono più rapido in batteria, fa il vuoto alle sue spalle e cade il record regionale assoluto stabilito nel 2019 da Elisabetta Vandi con 24”24. Chiude ancora seconda la quindicenne lombarda Sofia Regazzi (Bracco Atletica) che si migliora in 24”57, settima allieva di sempre, davanti a Maddalena Nardi (Atl. Verona Pindemonte, 24”76) e alla sarda Elisa Marcello (Atl. Valeria, 24”89), bronzo nei 200 all’Eyof in maglia azzurra.

Si conferma al suo livello Francesco Pagliarini, classe 2007, che in 22”09 arriva a un solo centesimo dal recente personale e conquista la medaglia d’argento. Davanti c’è l’emiliano Alessandro Trotto (Pontevecchio Bologna) che piomba sul traguardo in 21”90, terzo Daniel Ohua (Cus Bergamo, 22”40).

Per le Marche, notevole anche il settimo posto di Destiny Omodia (Sef Stamura Ancona) capace di aggiungere oltre quaranta centimetri al proprio limite nel salto triplo con 13.63.

In un’edizione frizzante della rassegna tricolore, nei 60 ostacoli c’è il nuovo exploit della trentina Sofia Pizzato (Lagarina Crus Team), bronzo europeo di categoria nella scorsa estate, che con 8”23 riscrive la migliore prestazione nazionale per la seconda volta in questa stagione, tre centesimi in meno del suo primato di due settimane fa. In tanti si migliorano, per ribadire la vivacità del movimento giovanile: si supera nei 60 ostacoli al maschile Matteo Togni (Bergamo Stars), ancora in ascesa con 7”74 ad appena tre centesimi dal record.

Nei 400 conferma il titolo Valentina Vaccari (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter, il papà Marco è tuttora primatista italiano della 4×400 indoor) che scende a 55”01, anche in questo caso seconda allieva di ogni epoca a livello nazionale in sala. L’altra doppietta della manifestazione porta la firma di Aldo Rocchi (Atl. Futura Roma), al successo nel triplo con 15.08 per bissare il tricolore già vinto nel lungo.

Sfide combattute nei 1500 che vedono imporsi Manuel Zanini (Atl. Gavirate, 4’00”02 per il primatista italiano di categoria) e Sofia Sidenius (Bracco Atletica, 4’28”82 e seconda allieva di sempre), imprendibili con i loro cambi di ritmo nel finale di gara.

Ai piani alti delle liste alltime sale la triplista Erika Saraceni (Bracco Atletica) con il personale di 12.86. Nel finale anche la migliore prestazione italiana under 18 nella staffetta 4×200 realizzata dall’Atletica Bergamo 1959 Oriocenter con Elisa Valensin, Paola Caporali, Grace Volonterio e la tricolore dei 400 metri Valentina Vaccari in 1’41”57. 
RISULTATI ATLETI MARCHIGIANI

  1. Alice Pagliarini (Atl. Fano Techfem) 200 metri 24”16 finale, 24”67 batteria
    2. Francesco Pagliarini (Atl. Fano Techfem) 200 metri 22”09 finale, 22”11 batteria
    7. Destiny Omodia (Sef Stamura Ancona) triplo 13.63 pb
    11. Gabriele Cicconofri, Marco Colletta, Tommaso Calarco, Destiny Omodia (Sef Stamura Ancona) 4×200 metri 1’35”64
    12. Enock Tawiah (Team Atl. Porto Sant’Elpidio) triplo 13.15
    16. Filippo Angelini, Matteo Tassetti, Michele Smiriglia, Matteo Ghergo (Team Atl. Marche) 4×200 metri 1’37”26
    17. Mattia Alesiani (Collection Atl. Sambenedettese) triplo 11.59
    21. Sara Galizi, Siria Alesi, Rebekah Emohare, Maria Sofia Bedini (Asa Ascoli Piceno) 4×200 metri 1’49”45
    22. Filippo Tarantini (Team Atl. Porto Sant’Elpidio) 1500 metri 4’18”57
    35. Angelica D’Addario (Team Atl. Marche) 60 ostacoli 9”42
    38. Filippo Angelini (Team Atl. Marche) 60 ostacoli 8”84

 

redazionale

© riproduzione riservata

 

Tags: