Argomenti per categorie

Progetto “Pet therapy” in Pediatria a Senigallia

I cani della Magical pet fanno visita ai piccoli pazienti ricoverati all’ospedale Principe di Piemonte

Senigallia, 14 marzo 2023 – Un’esperienza bella e costruttiva che sicuramente rimarrà nel cuore di tanti piccoli ricoverati e delle loro famiglie: da alcune settimane presso la UOC di Pediatria dell’Ospedale “Principe di Piemonte” di Senigallia  è stato avviato il progetto “Pet therapy”.

Si tratta di una serie di accessi ad ore presso il reparto di degenza effettuati in collaborazione con l’associazione “Magical pet” ed il contributo della Fondazione Ospedale Salesi. Noti sono i benefici del contatto con gli animali per i bambini  che percepiscono emozioni positive, con la Pet therapy si ottiene infatti il rilassamento del corpo ed il riequilibrio della mente.

Il bambino, come spiegano gli esperti, accanto ad un animale accresce la sua capacità di prendersi cura degli altri, distogliendo l’attenzione dalle proprie difficoltà e dalle preoccupazioni relative alla malattia intercorrente e alla terapia. Un momento dunque di gioco, di evasione e di dolcezza grazie a degli splendidi cani che intrattengono i piccoli degenti. 

L’ingresso della “Pet therapy” in reparto ha consentito di creare un lavoro di “équipe allargata” che sta coinvolgendo tutto il personale impegnato nell’assistenza pediatrica, dunque medici ed infermieri, ma anche i familiari che assistono i piccoli pazienti ricoverati. Un’esperienza positiva che si spera possa essere ripetuta in futuro. L’Ast Ancona ringrazia tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione dell’iniziativa ed il presidente dell’associazione “Magical pet” Cristiano Bellissimo, che ha organizzato gli accessi con gli accompagnatori.

«La pet therapy in ambito pediatrico – sottolinea l’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini –  è un progetto che già in altre strutture come il Salesi ha prodotto risultati molto soddisfacenti. L’ambiente, che rischia di intimorire i bambini, diventa più gradevole e confortevole, ed è ampiamente dimostrato che l’incontro con un animale domestico combatte l’ansia e diventa uno svago durante la degenza».

 

redazionale

© riproduzione riservata

Tags: