Argomenti per categorie

Appello dei medici competenti delle Marche: esenzione o proroga per la compilazione della relazione allegato 3B

Un nutrito gruppo di medici del lavoro competenti marchigiani chiede un intervento ministeriale per risolvere le criticità nella piattaforma Inail e valutare l'adeguatezza dei dati richiesti per la sorveglianza sanitaria nei luoghi di lavoro

Ancona, 20 marzo 2024 – Il dott. Giorgio Saitta, in rappresentanza di un significativo gruppo di medici del lavoro competenti delle Marche, ha sollevato una serie di criticità riguardanti la compilazione e l’invio della relazione allegato 3B. Nella sua comunicazione indirizzata al presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli, il dott. Saitta ha esposto i gravi problemi tecnici e funzionali riscontrati nella piattaforma Inail, tramite la quale è richiesto l’invio dei dati dell’allegato 3B.

Dott. Giorgio Satta – Medico del Lavoro

«Siamo un nutrito gruppo di Medici del Lavoro Competenti marchigiani, meglio dettagliati in calce.

Con la presente desideriamo rappresentare le seguenti problematiche relative alla compilazione e all’invio della relazione allegato 3B ex Dlgs 81/2008 smi, riguardante la sorveglianza sanitaria nei luoghi di lavoro, e formulare la richiesta di esenzione dall’obbligo di presentare tale relazione, o in subordine la proroga dei termini di presentazione.

Le chiediamo infatti di rappresentare le nostre istanze nelle competenti sedi Ministeriali.

Come Medico Competenti della Regione Marche, abbiamo riscontrato gravi problemi tecnici e funzionali nella piattaforma Inail, attraverso la quale è richiesto l’invio dei dati dell’allegato 3B.

Le principali associazioni italiane di medici competenti hanno segnalato che la piattaforma presenta numerose criticità, tra cui:

• Difficoltà di accesso alla piattaforma Inail;
• Problemi nel caricare e modificare i dati dell’anno precedente;
• Blocchi dell’applicazione che impediscono di proseguire, salvare o tornare indietro;
• Impossibilità di associare correttamente le aziende, causando ritardi e confusione nella compilazione dei dati.

Questi problemi tecnici hanno reso estremamente difficile, se non impossibile, il compito dei medici competenti nell’adempiere all’obbligo di compilare e inviare la relazione allegato 3B entro i termini previsti.

Inoltre, desideriamo sottolineare che i dati richiesti dall’allegato 3B non sembrano essere utili dal punto di vista epidemiologico o per la tutela della salute dei lavoratori, come ampiamente dimostrato da numerose fonti autorevoli, comprese le stesse associazioni di medici competenti. Pertanto, l’obbligo di presentare tali dati risulta essere eccessivamente oneroso e non adeguatamente giustificato.

Considerando l’impossibilità materiale di rispettare i termini di presentazione a causa dei problemi tecnici della piattaforma INAIL e la questionabile utilità dei dati richiesti, chiediamo rispettosamente:

  1. Un esonero dall’obbligo di presentare la relazione allegato 3B da quest’anno in poi;
  2. In subordine una proroga dei termini di presentazione almeno al 31 luglio 2024.

Siamo disponibili a fornire ulteriori informazioni e documentazione a supporto di questa richiesta, se necessario, anche tramite un incontro diretto di una nostra delegazione con Lei.

Ringraziando per l’attenzione e la collaborazione, restiamo in attesa della convocazione di una nostra delegazione per illustrare ulteriormente quanto rappresentato sopra».

Tags: