Argomenti per categorie

Tombolini risponde a Selva sul ricorso al Prg

Il sindaco uscente: “È evidente che chi sta utilizzando queste minacce lo fa per scopi ben diversi da quelli affermati”

Numana, 11 aprile 2019 – Gianluigi Tombolini, sindaco uscente che si ripresenta alle Amministrative del prossimo 26 maggio per un secondo mandato con la lista civica Con i numanesi c’è sempre più futuro, risponde all’attacco di Alessandro Selva, consigliere d’opposizione e candidato sindaco per la lista civica Siamo Numana, che ha dichiarato ufficialmente ricorso al Tar in merito alla nuova variante al Piano regolatore generale da poco approvata dal Consiglio comunale. (Corriere del Conero, 10 aprile 2019,Ricorso al Tar contro il Prg di Numana”).

Numana – Alessandro Selva, consigliere d’opposizione e candidato sindaco della lista civica Siamo Numana

Lo fa inviando un comunicato in redazione che pubblichiamo integralmente, dando così modo ai lettori di farsi una personale opinione in merito ai fatti esposti dai due “contendenti”.

«In una società democratica non si può impedire a nessuno di sottoporre ad un’autorità giudiziaria le proprie istanze – scrive Tombolini – anche quelle più infondate come accade nel caso di specie. Le asserite irregolarità sono tali solo nell’opinione di chi intende proporre ricorso, tenuto conto del fatto che il Comune ha operato nel pieno rispetto della normativa che disciplina il procedimento di variante al piano regolatore ottenendo peraltro i pareri tutti favorevoli della Provincia e delle altre amministrazioni coinvolte nel procedimento di variante.

Numana – Il sindaco uscente Gianluigi Tombolini in un momento istituzionale

L’annullamento della delibera di approvazione dell’11/3/2019 – continua Tombolini – è stato deciso in via prudenziale in quanto erano presenti modesti errori materiali nel confezionamento dei documenti che costituiscono gli allegati del piano, errori che non hanno avuto alcun rilievo circa il corretto iter di adozione ed approvazione della variante.

Per quanto riguarda l’ipotizzata presentazione di un esposto addirittura alla Procura della Repubblica, non posso che ribadire l’assoluta correttezza dell’operato degli Uffici e di questa Amministrazione che si vedrà ovviamente costretta a reagire di conseguenza. Per quanto attiene la strumentalizzazione – conclude Tombolini – deve essere evidente chi sta utilizzando queste minacce per scopi ben diversi da quelli affermati, dando delle informazioni inesatte, generiche e comunque assolutamente prive di fondamento».

 

redazionale

 

Tags: