Argomenti per categorie

Ancona, Ausili (Fdi): «Maggiore tutela e sostenibilità per l’attività venatoria»

Nuova proposta di legge regionale: semplificazione amministrativa, risarcimento garantito per i danni da fauna selvatica alle aziende agricole, efficientamento degli ATC e regolamentazione dell'attività venatoria per una gestione faunistica e ambientale migliorata

Ancona, 18 giugno 2024 – «Una proposta che nasce dall’esigenza di semplificare le procedure amministrative, dalla necessità di basare l’attività venatoria su dati scientifici, e dal bisogno di efficientare, ammodernare e rendere più omogenee le attività degli ATC. Sempre contemperando le aspettative di tutte le parti, agricola, venatoria e ambientalista, e puntando a migliorare la gestione della fauna e dell’ambiente nella nostra regione.

Marco Ausili – Consigliere regionale delle Marche

Primo intervento, la certezza per le aziende agricole del risarcimento per i danni subiti da fauna selvatica, in un contesto di forte espansione della specie cinghiale. Intervento garantito da un fondo regionale, che altresì assicura agli ATC risorse per le fondamentali attività di gestione faunistica e ambientale. Il tutto accompagnato, in linea con la nuova normativa nazionale, a un più efficace piano di contenimento della specie cinghiale.

Altro pilastro della proposta di legge, il riordino degli ATC, che devono essere efficientati, in maniera omogena sul territorio regionale, attraverso l’approvazione di un nuovo statuto tipo al quale tutti gli ATC si devono adeguare. In aggiunta si prevedono per gli ATC più certezze in quanto a risorse per la gestione faunistica e ambientale, al contempo rafforzando il controllo regionale sull’attività degli Ambiti, a tutela di tutti.

Terzo passaggio, una serie di innovazioni per una attività venatoria più tutelata, sostenibile e regolamentata: semplificazione e maggiore funzionalità degli organi regionali, come la Commissione consultiva che rappresenterà un tavolo politico permanente con tutte le parti interessate, e l’Osservatorio Faunistico Regionale che viene finalmente rilanciato; responsabilizzazione e maggiore impiego delle guardie venatorie volontarie; ampliata la possibilità di addestramento cani andando incontro al benessere di questi animali e favorendo le attività d’interesse cinofilo; maggiori distanze tra appostamenti fissi per incrementare sicurezza e maggiori sanzioni per reati di bracconaggio.

Ringraziamo assessore Antonini e presidente Acquaroli, le associazioni di categoria, agricole, venatorie e ambientaliste per l’opera di collaborazione».

Queste le dichiarazioni del Consigliere regionale di Fdi Marco Ausili, relatore di maggioranza della proposta di legge regionale approvata quest’oggi in Consiglio regionale. 

Tags: