Coronavirus: Marche, le attività consentite dal Dpcm 10 aprile

L’elenco completo dei codici Ateco fornito dalla Cna, nel rispetto delle misure contemplate dalla Regione per l’emergenza epidemiologica

Ancona, 15 aprile 2020 – A partire da ieri, sulla base del decreto governativo datato 10 aprile 2020, è stata regolamentata una graduale riapertura delle attività produttive purché, come precisato dalla Regione Marche, vengano rispettate tutte le disposizioni in vigore in relazione all’emergenza epidemiologica, con particolare riguardo “ai contenuti del ‘protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro sottoscritto il 14 marzo 2020 fra il Governo e le parti sociali“.

Un elenco sintetico delle riaperture e delle attività ammesse dalla Regione:

– ammesse l’installazione e gli allestimenti stagionali necessari all’apertura degli stabilimenti balneari e piccoli chioschi purché già autorizzati senza eventuali modifiche o nuove opere;

– ammessi i ripascimenti stagionali e la sistemazione delle spiagge con mezzi meccanici; piccoli interventi di edilizia (art. 6 Dpr 38/01/2001) per i quali è sufficiente la Cila (art. 6bis);

–  interventi di manutenzione resi da terzi a bordo di imbarcazioni da diporto all’ormeggio;

– nessuna limitazione allo svolgimento delle attività agricole stagionali e di quelle degli allevamenti;

– cura e manutenzione del paesaggio escluse le nuove realizzazioni. Ammessi: cura e manutenzione di parchi e giardini per abitazioni private e pubbliche, edifici pubblici e privati (scuole, ospedali, edifici amministrativi, chiese eccetera), terreni comunali (parchi, aree verdi, cimiteri eccetera), aree verdi per vie di comunicazione (strade, linee ferroviarie e tranviarie, vie navigabili, porti, aeroporti), edifici industriali e commerciali; cura e manutenzione di aree verdi per: edifici (giardini pensili, verde per facciate, giardini interni eccetera), campi sportivi (campi di calcio, campi da golf eccetera), campi da gioco, aree per solarium ed altri parchi per uso ricreativo, acque lacustri e correnti (bacini, bacini artificiali, piscine, canali, corsi d’acqua, sistemi di scolo)”;

– operatività dei cantieri relativi alla realizzazione di opere pubbliche, finalizzate al ripristino dei danni conseguenti ad eventi alluvionali e, più in generale, alla mitigazione del rischio idraulico e idrogeologico e alla difesa degli abitati dall’azione del mare.

“Le attività di manutenzione e propedeutiche alla consegna dei mezzi navali già allestiti da parte dei cantieri navali ed il loro spostamento dal cantiere all’ormeggio – recita la specifica della Regione Marche – sono autorizzate previa comunicazione al Prefetto e all’Autorità Marittima competente, con l’assenso delle parti sociali”.

Elenco completo dei codici Ateco che possono svolgere l’attività fornito dalla Cna:

(Con il Dpcm del 10 aprile 2020 viene aggiornato l’elenco delle attività che possono proseguire o riprendere la propria attività).

A – agricoltura, silvicoltura e pesca
1 coltivazioni agricole e produzione di prodotti animali
2 silvicoltura ed utilizzo aree forestali
3 pesca e acquacoltura

B – estrazione di minerali da cave e miniere
5 estrazione di carbone
6 estrazione di petrolio greggio e di gas naturale
09.1 attività dei servizi di supporto all’estrazione di petrolio e di gas naturale

C – attività manifatturiere
10 industrie alimentari
11 industria delle bevande
13.96.20 fabbricazione di altri articoli tessili tecnici ed industriali
13.95 fabbricazione di tessuti non tessuti e di articoli in tali materie (esclusi gli articoli di abbigliamento)
14.12.00 confezioni di camici, divise e altri indumenti da lavoro
16 industria del legno e dei prodotti in legno e sughero (esclusi i mobili); fabbricazione di articoli in paglia e materiali da intreccio
17 fabbricazione di carta (ad esclusione dei codici: 17.23 e 17.24)
18 stampa e riproduzione di supporti registrati
19 fabbricazione di coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio
20 fabbricazione di prodotti chimici (ad esclusione dei codici: 20.12 – 20.51.01 – 20.51.02 – 20.59.50 – 20.59.60)
21 fabbricazione di prodotti farmaceutici di base e di preparati farmaceutici
22.2 fabbricazione di articoli in materie plastiche (ad esclusione dei codici: 22.29.01 e 22.29.02)
23.13 fabbricazione di vetro cavo
23.19.10 fabbricazione di vetrerie per laboratori, per uso igienico, per farmacia
25.21 fabbricazione di radiatori e contenitori in metallo per caldaie per il riscaldamento centrale
25.73.1 fabbricazione di utensileria ad azionamento manuale; parti intercambiabili per macchine utensili
25.92 fabbricazione di imballaggi leggeri in metallo
26.1 fabbricazione di componenti elettronici e schede elettroniche
26.2 fabbricazione di computer e unità periferiche
26.6 fabbricazione di apparecchi per irradiazione, apparecchiature elettromedicali ed elettroterapeutiche
27.1 fabbricazione di motori, generatori e trasformatori elettrici e di apparecchiature per la distribuzione e il controllo dell’elettricità
27.2 fabbricazione di batterie di pile e di accumulatori elettrici
28.29.30 fabbricazione di macchine automatiche per la dosatura, la confezione e per l’imballaggio
28.95.00 fabbricazione di macchine per l’industria della carta e del cartone (incluse parti e accessori)
28.96fabbricazione di macchine per l’industria delle materie plastiche e della gomma(incluse parti e accessori)
32.50 fabbricazione di strumenti e forniture mediche e dentistiche
32.99.1 fabbricazione di attrezzature ed articoli di vestiario protettivi di sicurezza
32.99.4 fabbricazione di casse funebri
33 riparazione e manutenzione installazione di macchine e apparecchiature (ad  esclusione dei seguenti codici: 33.11.01, 33.11.02, 33.11.03, 33.11.04, 33.11.05, 33.11.07, 33.11.09, 33.12.92)

D – fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata
35 fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata

E – fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento
36 raccolta, trattamento e fornitura di acqua
37 gestione delle reti fognarie
38 attività di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti; recupero dei materiali
39 attività di risanamento e altri servizi di gestione dei rifiuti

F – costruzioni
42 ingegneria civile (ad esclusione dei seguenti codici: 42.99.09 e 42.99.10)
43.2 installazione di impianti elettrici, idraulici e altri lavori di costruzioni e installazioni

G – commercio all’ ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli
45.2 manutenzione e riparazione di autoveicoli
45.3 commercio di parti e accessori di autoveicoli
45.4 commercio, manutenzione e riparazione di motocicli e relative parti ed accessori  *6
46.2 commercio all’ingrosso di materie prime agricole e di animali vivi
46.3 commercio all’ingrosso di prodotti alimentari, bevande e prodotti del tabacco
46.46  commercio all’ingrosso di prodotti farmaceutici
46.49.1  commercio all’ingrosso di carta, cartone e articoli di cartoleria
46.49.2 commercio all’ingrosso di libri, riviste e giornali
46.61 commercio all’ingrosso di macchinari, attrezzature e forniture agricole
46.69.91 commercio all’ingrosso di strumenti e attrezzature di misurazione per uso scientifico
46.69.94 commercio all’ingrosso di articoli antincendio e antinfortunistici
46.71 commercio all’ingrosso di combustibili solidi, liquidi, gassosi e di prodotti derivati
46.75.01 commercio all’ingrosso di fertilizzanti e di altri prodotti chimici per l’agricoltura
47.11.1 ipermercati
47.11.20 supermercati
47.11.30 discount di alimentari
47.11.40 minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari
47.11.50 commercio al dettaglio di prodotti surgelati
47.19.20 commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici
47.2 commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati
47.30 commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati
47.4 commercio al dettaglio di apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ict) in esercizi specializzati
47.52.10 commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico
47.52.20 commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari
47.59.30 commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione
47.61 commercio al dettaglio di libri in esercizi specializzati
47.62.1 commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici
47.62.2 commercio al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per ufficio
47.71.2 commercio al dettaglio di confezioni per bambini e neonati
47.73.1 farmacie
47.73.20 commercio al dettaglio in altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica
47.74.00 commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati
47.75.10 commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per toletta e per l’igiene personale
47.76.20 commercio al dettaglio di piccoli animali domestici
47.78.20 commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia
47.78.4 commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento
47.78.6 commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini
47.91.10 commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet
47.91.20 commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato per televisione
47.91.30 commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto per corrispondenza, radio, telefono
47.99.20 commercio effettuato per mezzo di distributori automatici

H – trasporto e magazzinaggio
49 trasporto terrestre e trasporto mediante condotte
50 trasporto marittimo e per vie d’acqua
51 trasporto aereo
52 magazzinaggio e attività di supporto ai trasporti
53 servizi postali e attività di corriere

I – attività dei servizi di alloggio e di ristorazione
55.1 alberghi e strutture simili

J – servizi di informazione e comunicazione
58 attività editoriali
59 attività di produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi, di registrazioni musicali e sonore
60 attività di programmazione e trasmissione
61 telecomunicazioni
62 produzione di software, consulenza informatica e attività connesse
63 attività dei servizi d’informazione e altri servizi informatici

K – attività finanziarie e assicurative
64 attività di servizi finanziari (escluse le assicurazioni e i fondi pensione)
65 assicurazioni, riassicurazioni e fondi pensione, escluse le assicurazioni sociali obbligatorie
66 attività ausiliarie dei servizi finanziari e delle attività assicurative

M – attività professionali, scientifiche e tecniche
69 attività legali e contabili
70 attività di direzione aziendali e di consulenza gestionale
71 attività degli studi di architettura e d’ingegneria; collaudi ed analisi tecniche
72 ricerca scientifica e sviluppo
74 attività professionali, scientifiche e tecniche
75 servizi veterinari

N – noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese
78.2 attività delle agenzie di lavoro temporaneo (interinale) nei limiti in cui siano espletate in relazione alle attività di cui agli allegati 1, 2 e 3 del presente decreto
80.1 servizi di vigilanza privata
80.2 servizi connessi ai sistemi di vigilanza
81.2 attività di pulizia e disinfestazione
81.3 cura e manutenzione del paesaggio, con esclusione delle attività di realizzazione
82.20 attività dei call center limitatamente alla attività «di call center in entrata (inbound), che rispondono alle chiamate degli utenti tramite operatori, tramite distribuzione automatiche delle chiamate, tramite integrazione computer-telefono, sistemi interattivi di risposta a voce o sistemi in grado di ricevere ordini, fornire informazioni sui prodotti, trattare con i clienti per assistenza o reclami» e, comunque, nei limiti in cui siano espletate in relazione alle attività di cui agli allegati al presente decreto
82.92 attività di imballaggio e confezionamento conto terzi
82.99.2 agenzie di distribuzione di libri, giornali e riviste
82.99.99 altri servizi di sostegno alle imprese limitatamente all’attività relativa alle consegne a domicilio di prodotti

O – amministrazione pubblica e difesa; assicurazione sociale obbligatoria
84 amministrazione pubblica e difesa; assicurazione sociale obbligatoria

P – istruzione
85 istruzione

Q – sanita’ e assistenza sociale
86 assistenza sanitaria
87 servizi di assistenza sociale residenziale
88 assistenza sociale non residenziale

S – altre attività di servizi

94 attività di organizzazioni associative
95.11.00 riparazione e manutenzione di computer e periferiche
95.12.01 riparazione e manutenzione di telefoni fissi, cordless e cellulari
95.12.09 riparazione e manutenzione di altre apparecchiature per le comunicazioni
95.22.01 riparazione di elettrodomestici e di articoli per la casa
96.01 lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia
96.01.10 attività delle lavanderie industriali
96.01.20 altre lavanderie, tintorie
96.03.00 servizi di pompe funebri e attività connesse

T – attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro per personale domestico; produzione di beni e servizi indifferenziati per uso proprio da parte di famiglie e convivenze
97 attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro per personale domestico

U – organizzazioni ed organismi extraterritoriali
99 organizzazioni e organismi extraterritoriali

 

redazionale

© riproduzione riservata

 


Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Ancona e i perseguitati politici antifascisti

Ricostituita nelle Marche l’ANPPIA memoria storica con presidente Gianluca Quacquarini


Camerano, 26 gennaio 2023 – Arriva una nota in redazione a firma Gianluca Quacquarini consigliere comunale dorico in orbita Articolo Uno, già iscritto al M5 stelle e ancora prima nel PD: “Ricostituita ad Ancona l’ANPPIA, Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti, ed io sono stato eletto presidente di questa ricostituita federazione”.

Lì per lì, ignorando del tutto l’esistenza di questa Associazione, sono stato assalito dallo sgomento. Ma come, nel 2023 stiamo ancora a parlare di perseguitati politici antifascisti? In oltre vent’anni di mestiere, dal 2000 ad oggi, non ne ho mai incontrato uno. A cosa diavolo serve ricostituire una simile associazione? E ancora, a cosa diavolo serve essere degli anti qualcosa se quel qualcosa è finito nel 1946?

Gianluca Quacquarini

Mio nonno poteva essere un antifascista, dal momento che fu mandato al fronte nella Prima Guerra Mondiale (1915-1918) come un ‘ragazzo del ‘99” (nati nel 1899). E dunque testimone adulto dell’era fascista (1919-1943). Mio padre poteva essere un antifascista, dal momento che vide la luce nel 1928, alla caduta del regime di Mussolini aveva 15 anni e dunque sapeva cosa significasse esserlo. Un pensiero reso concreto dal fatto che per tutta la vita mio padre tenne nel cassetto del comodino in camera da letto la tessera del PCI, anche quando il PCI non esisteva più.

Loro sì, ma io? E con me tutti quelli della mia età o più giovani come appunto Quacquarini… Per me e per loro che senso ha, oggi, parlare di perseguitati politici antifascisti? Nessuno, ma rispondo solo per me. Per il semplice motivo che sono cresciuto in un’epoca in cui questi perseguitati semplicemente non esistevano. Appartenevano ad un passato per me remoto. Occhio però a giudicare, perché da quando ho iniziato a capire la storia ho sempre condannato il regime di Mussolini, e conosciuto a fondo la storia dei perseguitati politici antifascisti, da Sandro Pertini in testa e soci illustri, suoi compagni di lotta.

Così, sempre per capire, ho fatto qualche ricerca e finalmente ho capito. L’ANPPIA, che ha sede a Roma sin dal 1946, ha uno Statuto, un Comitato esecutivo con tanto di Revisori dei conti e un Collegio dei Probiviri; edita un giornale bimestrale: L’antifascista, fondato guarda tu proprio da Sandro Pertini, e ha sempre dedicato molta parte delle sue energie alla ricerca e diffusione della conoscenza della storia dell’Antifascismo e dei suoi protagonisti, attraverso pubblicazioni, convegni, mostre, attività nelle scuole e molto altro.

Quel che vale per la Shoah, dunque, vale anche per l’ANPPIA: la memoria storica è importante, mai dimenticare quei perseguitati dal fascismo che hanno fatto la galera e subìto l’esilio – in alcuni casi pagando con la propria vita – per costruire l’Italia democratica, liberale e repubblicana di oggi.

Dunque, il senso di questa ricostituzione sta tutto qui: ricordare la storia per non dimenticare, un monito affinché non si ripetano più certe storture del passato, assolutiste e sanguinarie. Del passato, però! Perché oggi proprio grazie a quegli eroi certe reminiscenze sono state cancellate, non ci appartengono più. E certi gruppetti nostalgici lasciano il tempo che trovano e non vale neppure la pena citarli.  Meglio così, per un attimo avevo pensato che mi fosse sfuggito qualcosa!

© riproduzione riservata


link dell'articolo