Argomenti per categorie

Castelfidardo – Le Marche brindano alla Cantina Garofoli

Il suo “Podium 2014” è tra i migliori cento vini al mondo

Castelfidardo – Il Podium Garofoli 2014 è tra i cento migliori vini del mondo. Wine Spectator, faro nel mondo del vino, non ha avuto dubbi, lo ha eletto nella sua top e ha così definitivamente consacrato questo prodotto made in Cantina Garofoli.

Comprensibile la grande soddisfazione della famiglia che vanta cento anni di storia di produzione di vino alle proprie spalle e un impegno quotidiano tra produzione e valorizzazione del prodotto. Sono infaticabili in casa Garofoli e, questo risultato, premia loro e dona anche grande prestigio alle Marche e alla terra dove l’uva nasce e cresce.

Castelfidardo – Da sx: Gianfranco, Carlo, Beatrice, Gianluca, Caterina Garofoli

La notizia in casa Garofoli è arrivata lunedì sera, cogliendo di sorpresa la famiglia. Marchigiani doc, lavoratori infaticabili, erano in cantina quando a Caterina Garofoli è arrivato il primo messaggio con scritto “complimenti”.

«Ho risposto subito con un grazie – racconta ancora emozionata – ma, davvero, non immaginavo che i complimenti fossero per questo riconoscimento (la consapevolezza è arrivata poco dopo, ndr). Sono cominciate ad arrivare telefonate in cantina, dove eravamo come al solito, mancava poco alle 20 e il telefono continuava a squillare con chi ci ordinava il Podium. Il mondo del vino è magico, è unico, ogni annata ha una vita a sé e quindi per assicurarsi una bottiglia c’è chi ci ha chiamati anche dal Canada. 

Castelfidardo – Caterina Garofoli

È stato un momento straordinario – continua Caterina Garofoli  – non è qualcosa che accade tutti i giorni, per noi è la prima volta, è incredibile. Si lavora tanto, si lavora sempre e quando arrivano queste gratificazioni così importanti capisci perché ti svegli al mattino, perché sacrifichi gi affetti per ore di lavoro, perché ti impegni al massimo. Per noi è davvero tanto.

Wine Spectator è la bibbia mondiale del mondo del vino, hanno riconosciuto un’azienda delle Marche, regione meno nota di altre del settore, questo aspetto ci riempie il cuore ulteriormente. È una gratificazione enorme”.

Carlo Garofoli è il papà di questo vino. Ha studiato tanto ed ha dato tanto anche al mondo dell’enologia marchigiana.

«Il merito – conclude Caterina – è prima di tutti suo per aver creato questo vino incredibile».

Un vino top. Un vino tra i migliori cento al mondo!

 

redazionale