Notte Bianca bis ad Ancona ora tocca al Piano San Lazzaro

Grazie alla piena collaborazione tra Comune , associazioni esercenti e artigiani del Piano, una nottata all'insegna del divertimento, dello sport e dello stare insieme

Ancona  – L’Amministrazione comunale fa il bis, con l’organizzazione della seconda  tappa della “Notte bianca” in città. Domani, sabato 30 settembre, sarà il Piano San Lazzaro con Piazza d’Armi ad ospitare per la quinta volta una serata di intrattenimento, spettacolo, sport e solidarietà che si protrarrà fino alle 3 di notte, aperta a tutti e per tutti i gusti e le esigenze.

Ancona – Piano San Lazzaro in festa (foto d’archivio

Una manifestazione come sempre di grande appeal che si avvale della partecipazione attiva delle associazioni che hanno curato la programmazione di questa edizione, occupandosi interamente della direzione artistica e autofinanziando tutti gli eventi in programma: l‘Associazione esercenti mercato Piazza D’Armi e Piano San Lazzaro, e l’ Associazione commercianti e artigiani del Piano, rappresentate dai rispettivi presidenti Francesco Javarone e Massimo Domizi.

Dieci i luoghi dove si concentreranno le iniziative, a partire dalle ore 18 (per lo  sport dalle 17):  le tre aree in cui è diviso corso Carlo Alberto, via della Ricostruzione, piazzetta Coop, via Giordano Bruno, piazza Ugo Bassi nella zona antistante il negozio “La matita”, via Torresi, Viale Cristoforo Colombo, piazza d’Armi nella parte antistante Speedy bar e nella parte antistante l’esercizio “Flora e Fauna”.

Food & Drink lungo tutto il percorso della manifestazione e negozi aperti fino a tarda notte.

PARCHEGGI E VIABILITA’

Per  fruire delle iniziative della Notte bianca, il cui perimetro è delimitato da varchi mobili e presidiato in base alle nuove normative in materia di sicurezza,  sono a disposizione in particolare  i parcheggi di piazza d’Armi e del campetto di pazza d’Armi, per un totale di circa 600 posti e inoltre le piazzole di Vallemiano e naturalmente tutte le vie limitrofe all’area interessata. Il parcheggio degli Archi non effettuerà aperture straordinarie e chiuderà alle 21, ma prima di quell’ora sarà possibile accedere al park e ritirare poi il mezzo digitando l’apposito codice.

VIABILITA’: divieto di sosta in tutta la zona a partire dalle ore 14:00;

interdizione al traffico dalle 18:00 nelle seguenti zone:

-Corso Carlo Alberto da piazzale Italia a piazza Ugo Bassi compreso controviale

(dal supermercato Si a piazzale Italia e dall’uscita del parcheggio della Coop a via Lorenzo Lotto a partire dalle ore 20:00)

-Viale Cristoforo Colombo da piazza Ugo Bassi a Piazza d’Armi compresa

-Piazzale Loreto

IL PROGRAMMA

CORSO CARLO ALBERTO ultima parte verso piazzale Italia

  • dalle ore 19:30 Mucho Gusto: LAURA & MELISSA SHOW con i pupazzi di Walt DISNEY
  • dalle ore 20:00 Dance Different Latin School Crew: LATIN DANCE TO AFROCARAIBIC WHITE NIGHT

ARCHIVIVI: Esposizione settore pittura di Giampaolo Pullini

RITRATTI MANIA: ritratti dal vivo Imma Gioia Mastellone

MERCATINO: Esposizione di artigianato locale con Sotto la Pelle Tatoo e Lucedicera

Ottica Mancini: TWISTED TWINS & BROTHER Piano bar

  • dalle ore 21:00 MODELLA PER UNA NOTTE Fashion Store Babuska e Profumeria Laura e Hair Style: Nereidi Coiffeur

CORSO CARLO ALBERTO – palco principale di fronte alla Chiesa dei Salesiani

  • dalle ore 18:00 CROCE GIALLA AN: dimostrazioni di soccorso
  • dalle ore 19:00 Carla Moda Bimbi: Truccabimbi e palloncini
  • dalle ore 21:00 Inaugurazione nuova ambulanza della CROCE GIALLA DI ANCONA a fianco del palco
  • dalle ore 21:30 DNA – PINK FLOYD TRIBUTE in concerto

CORSO CARLO ALBERTO parte finale verso piazza Ugo Bassi

  • dalle ore 18:00 La Maison de Flory: CREARE CON LE MANI SOTTO LE STELLE Dimostrazione e mini corsi di cucito

Il Filo di Arianna: Esposizione WOMBO THE ORIGINAL buffi pupazzi fatti interamente a mano

  • dalle ore 19:00 DV Informatica: PUNTO PC GAMING
  • dalle ore 19:30 P.zza U. Bassi: AGILITY DOG e SFILATA DI CANI con premiazioni varie
  • dalle ore 20:00 Pizzeria Pettinari: ELVIS BOULEVARD live muisc
  • ore 20:30 I MIURI live band in concerto: il meglio della pop dance anni ‘70, ’80 e ‘90

VIA DELLA RICOSTRUZIONE

Gasoline pub:

  • dalle 20:30 MIKE COACCI BAND blues & rock
  • dalle 23:00 VEGETABALLS hard & trash rock

PIAZZETTA COOP

  • dalle ore 19:00 STUDIO DANZA: Serata di danza classica e moderna
  • dalle ore 20:00 Sweet Cafè: AFROBUCK Dj Set

VIA GIORDANO BRUNO

  • dalle ore 18:00 SCHULTZ & ISABEL:  Animazione per bambini con bolle giganti, mimo e baby dance

LICEO ARTISTICO MANNUCCI Esposizione opere d’arte degli studenti

La Bottega Isabella Colussi: SWEET MOMENT come rendere esclusivo il tuo giorno speciale

  • dalle ore 22:00 Burattini Gioielli: DJ SIMO

PIAZZALE LORETO

  • dalle ore 17:00 NOTTE BIANCA DELLO SPORT aperta e gratuita per tutti i bambini con la partecipazione di CUS Ancona, C.A.B. Stamura Ancona, Dolphins Ancona American Football Team
  • dalle ore 22:00 Spettacolo di cabaret e musica con ANTONIO LO CASCIO

PIAZZA UGO BASSI antistante La Matita

  • dalle ore 18:00 ROGER live music
  • dalle ore 19:30 DJ SET a cura di RICOTTI

STAND CROCE GIALLA punto informativo e dimostrazioni primo soccorso

VIA TORRESI

  • dalle ore 11:00 fino a tarda notte Zucchero a Velo’:  1° FESTIVAL DELLA MELANZANA degustazione di piatti  e cocktail a base di melanzana – musica e tanto altro

VIALE CRISTOFORO COLOMBO adiacente la Gioielleria Javarone

dalle ore 18:00

  • RUOTA DELLA FORTUNA – Gioco a premi
  • STAND CROCE ROSSA punto informativo e intrattenimento per i bambini a cura dei giovani della CRI
  • ASSOCIAZIONE CENTRO PAPA GIOVANNI giochi popolari
  • ASSOCIAZIONE ANDREA

PIAZZA D’ARMI antistante Speedy Bar

  • dalle ore 19:00 Spettacolo di danza: Fondazione Regionale “ARTE NELLA DANZA”
  • dalle ore 20:00 Spettacolo di musica: ZONAMUSICA- LIZARD ANCONA
  • dalle ore 21:00 Spettacolo di danza: “PASION TANGO” a cura di Escuela Pasion Tango asd. Direttori artistici e maestri: Matteo Aringoli e Olha Voloshyn
  • dalle ore 22:00 NOTTE LATINA con animazione KASINO LATINO

PIAZZA D’ARMI antistante Flora e Fauna

  • dalle ore 19:00 FABIO SAX: Spettacolo di karaoke –  balli di gruppo – piano bar
  • dalle ore 22:00 Concerto live “RE-COVER BAND” blues – rock – funky
  • dalle ore 19:00 FLORA E FAUNA: esposizione e vendita prodotti tipici a Km. 0

 

redazionale


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Mascherine usa e getta: nuovo rifiuto 2.2

Una stima parla di quasi due miliardi che finiranno quest’anno negli oceani del mondo


Camerano, 5 aprile 2021 – L’allarme arriva dal Regno Unito, dove una recente analisi condotta dalla North London Waste Authority ha evidenziato come ogni settimana in quel Paese vengano usate e gettate via 102 milioni di mascherine usa e getta. Per rendere l’idea, ricoprirebbero un campo di calcio per ben 232 volte, come scrive la giornalista Francesca Mancuso su greenMe.

Purtroppo è vero: le mascherine usa e getta, quelle che ci proteggono dal virus, sono diventate il rifiuto più importante nell’arco dell’ultimo anno e mezzo. Un rifiuto, per intenderci, che ha superato di gran lunga quello delle bottiglie e dei sacchetti di plastica di cui stiamo per liberarci. Un rifiuto, insieme ai guanti in lattice, che la gente abbandona ovunque: per strada, nelle piazze, nei giardini pubblici, nei campi, lungo i sentieri di montagna, in spiaggia, in alto mare.

Un rifiuto che nessuno smaltisce per paura di un eventuale contagio o, più semplicemente, per menefreghismo. Una negligenza imperdonabile che, a livello trasversale, va imputata sia alla maleducazione delle persone sia all’indifferenza degli enti e delle imprese che dovrebbero smaltirle. Tanto che lo studio britannico, nell’invitare ad affrontare il problema che ormai è mondiale, suggerisce di rivederne la produzione invitando ad utilizzare prodotti biodegradabili.

Un problema serio, dunque, che riguarda tutti e che va risolto al più presto. Ho provato, nel mio piccolo, a testare quanto serio possa essere davvero. L’ho fatto, semplicemente, fotografando le mascherine abbandonate lungo il percorso che faccio abitualmente a Camerano, dove vivo, portando a spasso il mio cane. Un percorso di circa un chilometro e mezzo lungo un tratto di Via Loretana, l’area cani nei giardinetti di Via Scandalli, il parco degli orti. Risultato: ne ho incrociate una trentina. In foto la testimonianza di parte di esse.

Considerato che in Italia i Comuni sono oltre settemila, non è così empirico dire che in totale, in un solo chilometro e mezzo di essi, si siano accumulate come rifiuto oltre 237mila mascherine. Se si moltiplica il dato per tutti i possibili chilometri e mezzo percorribili in ogni Comune, si arriverà ad una cifra stratosferica di mascherine abbandonate sul territorio nazionale. Stimiamo, al ribasso, non meno di una decina di milioni? Sono convinto siano di più.

Una stima dello studio britannico parla di quasi due miliardi di mascherine che quest’anno finiranno negli oceani del mondo. Che facciamo, le lasciamo lì? Educare ad un sano e corretto smaltimento due miliardi di cretini, lo vedo poco percorribile. Chiamare a raccolta Greta Thunberg e i suoi seguaci ambientalisti, altrettanto. Finirà come con la plastica: spenderemo miliardi di euro per sbarazzarcene, e tutto grazie alla stupidità e alla maleducazione di tante persone. Le stesse che ogni giorno si lamentano dell’immane spesa pubblica destinata all’ambiente.

© riproduzione riservata


link dell'articolo

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi