Notte Bianca bis ad Ancona ora tocca al Piano San Lazzaro

Grazie alla piena collaborazione tra Comune , associazioni esercenti e artigiani del Piano, una nottata all'insegna del divertimento, dello sport e dello stare insieme

Ancona  – L’Amministrazione comunale fa il bis, con l’organizzazione della seconda  tappa della “Notte bianca” in città. Domani, sabato 30 settembre, sarà il Piano San Lazzaro con Piazza d’Armi ad ospitare per la quinta volta una serata di intrattenimento, spettacolo, sport e solidarietà che si protrarrà fino alle 3 di notte, aperta a tutti e per tutti i gusti e le esigenze.

Ancona – Piano San Lazzaro in festa (foto d’archivio

Una manifestazione come sempre di grande appeal che si avvale della partecipazione attiva delle associazioni che hanno curato la programmazione di questa edizione, occupandosi interamente della direzione artistica e autofinanziando tutti gli eventi in programma: l‘Associazione esercenti mercato Piazza D’Armi e Piano San Lazzaro, e l’ Associazione commercianti e artigiani del Piano, rappresentate dai rispettivi presidenti Francesco Javarone e Massimo Domizi.

Dieci i luoghi dove si concentreranno le iniziative, a partire dalle ore 18 (per lo  sport dalle 17):  le tre aree in cui è diviso corso Carlo Alberto, via della Ricostruzione, piazzetta Coop, via Giordano Bruno, piazza Ugo Bassi nella zona antistante il negozio “La matita”, via Torresi, Viale Cristoforo Colombo, piazza d’Armi nella parte antistante Speedy bar e nella parte antistante l’esercizio “Flora e Fauna”.

Food & Drink lungo tutto il percorso della manifestazione e negozi aperti fino a tarda notte.

PARCHEGGI E VIABILITA’

Per  fruire delle iniziative della Notte bianca, il cui perimetro è delimitato da varchi mobili e presidiato in base alle nuove normative in materia di sicurezza,  sono a disposizione in particolare  i parcheggi di piazza d’Armi e del campetto di pazza d’Armi, per un totale di circa 600 posti e inoltre le piazzole di Vallemiano e naturalmente tutte le vie limitrofe all’area interessata. Il parcheggio degli Archi non effettuerà aperture straordinarie e chiuderà alle 21, ma prima di quell’ora sarà possibile accedere al park e ritirare poi il mezzo digitando l’apposito codice.

VIABILITA’: divieto di sosta in tutta la zona a partire dalle ore 14:00;

interdizione al traffico dalle 18:00 nelle seguenti zone:

-Corso Carlo Alberto da piazzale Italia a piazza Ugo Bassi compreso controviale

(dal supermercato Si a piazzale Italia e dall’uscita del parcheggio della Coop a via Lorenzo Lotto a partire dalle ore 20:00)

-Viale Cristoforo Colombo da piazza Ugo Bassi a Piazza d’Armi compresa

-Piazzale Loreto

IL PROGRAMMA

CORSO CARLO ALBERTO ultima parte verso piazzale Italia

  • dalle ore 19:30 Mucho Gusto: LAURA & MELISSA SHOW con i pupazzi di Walt DISNEY
  • dalle ore 20:00 Dance Different Latin School Crew: LATIN DANCE TO AFROCARAIBIC WHITE NIGHT

ARCHIVIVI: Esposizione settore pittura di Giampaolo Pullini

RITRATTI MANIA: ritratti dal vivo Imma Gioia Mastellone

MERCATINO: Esposizione di artigianato locale con Sotto la Pelle Tatoo e Lucedicera

Ottica Mancini: TWISTED TWINS & BROTHER Piano bar

  • dalle ore 21:00 MODELLA PER UNA NOTTE Fashion Store Babuska e Profumeria Laura e Hair Style: Nereidi Coiffeur

CORSO CARLO ALBERTO – palco principale di fronte alla Chiesa dei Salesiani

  • dalle ore 18:00 CROCE GIALLA AN: dimostrazioni di soccorso
  • dalle ore 19:00 Carla Moda Bimbi: Truccabimbi e palloncini
  • dalle ore 21:00 Inaugurazione nuova ambulanza della CROCE GIALLA DI ANCONA a fianco del palco
  • dalle ore 21:30 DNA – PINK FLOYD TRIBUTE in concerto

CORSO CARLO ALBERTO parte finale verso piazza Ugo Bassi

  • dalle ore 18:00 La Maison de Flory: CREARE CON LE MANI SOTTO LE STELLE Dimostrazione e mini corsi di cucito

Il Filo di Arianna: Esposizione WOMBO THE ORIGINAL buffi pupazzi fatti interamente a mano

  • dalle ore 19:00 DV Informatica: PUNTO PC GAMING
  • dalle ore 19:30 P.zza U. Bassi: AGILITY DOG e SFILATA DI CANI con premiazioni varie
  • dalle ore 20:00 Pizzeria Pettinari: ELVIS BOULEVARD live muisc
  • ore 20:30 I MIURI live band in concerto: il meglio della pop dance anni ‘70, ’80 e ‘90

VIA DELLA RICOSTRUZIONE

Gasoline pub:

  • dalle 20:30 MIKE COACCI BAND blues & rock
  • dalle 23:00 VEGETABALLS hard & trash rock

PIAZZETTA COOP

  • dalle ore 19:00 STUDIO DANZA: Serata di danza classica e moderna
  • dalle ore 20:00 Sweet Cafè: AFROBUCK Dj Set

VIA GIORDANO BRUNO

  • dalle ore 18:00 SCHULTZ & ISABEL:  Animazione per bambini con bolle giganti, mimo e baby dance

LICEO ARTISTICO MANNUCCI Esposizione opere d’arte degli studenti

La Bottega Isabella Colussi: SWEET MOMENT come rendere esclusivo il tuo giorno speciale

  • dalle ore 22:00 Burattini Gioielli: DJ SIMO

PIAZZALE LORETO

  • dalle ore 17:00 NOTTE BIANCA DELLO SPORT aperta e gratuita per tutti i bambini con la partecipazione di CUS Ancona, C.A.B. Stamura Ancona, Dolphins Ancona American Football Team
  • dalle ore 22:00 Spettacolo di cabaret e musica con ANTONIO LO CASCIO

PIAZZA UGO BASSI antistante La Matita

  • dalle ore 18:00 ROGER live music
  • dalle ore 19:30 DJ SET a cura di RICOTTI

STAND CROCE GIALLA punto informativo e dimostrazioni primo soccorso

VIA TORRESI

  • dalle ore 11:00 fino a tarda notte Zucchero a Velo’:  1° FESTIVAL DELLA MELANZANA degustazione di piatti  e cocktail a base di melanzana – musica e tanto altro

VIALE CRISTOFORO COLOMBO adiacente la Gioielleria Javarone

dalle ore 18:00

  • RUOTA DELLA FORTUNA – Gioco a premi
  • STAND CROCE ROSSA punto informativo e intrattenimento per i bambini a cura dei giovani della CRI
  • ASSOCIAZIONE CENTRO PAPA GIOVANNI giochi popolari
  • ASSOCIAZIONE ANDREA

PIAZZA D’ARMI antistante Speedy Bar

  • dalle ore 19:00 Spettacolo di danza: Fondazione Regionale “ARTE NELLA DANZA”
  • dalle ore 20:00 Spettacolo di musica: ZONAMUSICA- LIZARD ANCONA
  • dalle ore 21:00 Spettacolo di danza: “PASION TANGO” a cura di Escuela Pasion Tango asd. Direttori artistici e maestri: Matteo Aringoli e Olha Voloshyn
  • dalle ore 22:00 NOTTE LATINA con animazione KASINO LATINO

PIAZZA D’ARMI antistante Flora e Fauna

  • dalle ore 19:00 FABIO SAX: Spettacolo di karaoke –  balli di gruppo – piano bar
  • dalle ore 22:00 Concerto live “RE-COVER BAND” blues – rock – funky
  • dalle ore 19:00 FLORA E FAUNA: esposizione e vendita prodotti tipici a Km. 0

 

redazionale


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Fate come vi pare, ma non siate stupidi!

Breve reportage sul professor Matteo Bassetti al Festival osimano del Giornalismo d’inchiesta delle Marche


Camerano, 12 settembre 2021 – C’è questo fatto dello scorso venerdì, quello del professor Matteo Bassetti (al centro nella foto) – infettivologo e direttore della Clinica Malattie Infettive Ospedale Policlinico San Martino di Genova – ospite al Teatro Torquis di Filottrano della decima edizione del Festival del Giornalismo d’inchiesta delle Marche.

C’è la reazione sui social alla notizia pubblicata da Corriere del Conero, da parte di centinaia di lettori o pseudo tali, che hanno letteralmente massacrato Bassetti per il suo ardire a partecipare ad un festival giornalistico, lui che: “giornalista non è”, “più divo televisivo che infettivologo”, “stattene a casa, merda”, “vergognati, sei al soldo delle Bigfarma e racconti un sacco di balle”, e altre simili amenità postate dai tantissimi laureati all’Università dell’insulto-ignoranza-maleducazione.

A salutarlo, l’altra sera a Filottrano, c’erano il Prefetto di Ancona Darco Pellos, il presidente dell’Ordine dei giornalisti delle Marche Franco Elisei, l’ex sindaco di Osimo Stefano Simoncini che il Covid ha costretto su una carrozzina, lo staff organizzativo dello Ju-Ter Club e di +76, una platea di spettatori contingentata dalle normative antivirus e tantissime forze dell’ordine: Carabinieri, Polizia, Digos, Polizia Locale.

Da emerito ignorante in materia di pandemie, possessore del Green Pass (senza il quale non avrei potuto essere lì, né svolgere la professione di giornalista che racconta eventi e partecipa alle conferenze stampa, senza per questo sentirmi costretto, discriminato o defraudato della mia libertà d’espressione o di movimento), ho passato oltre due ore ad ascoltare Bassetti. E la conclusione è che mi è piaciuto sia come uomo sia come medico. Mi piace il suo modo schietto e diretto nel raccontare, il suo parlar chiaro senza timore di mandare a quel paese chi dice stronzate (modus che mi appartiene), la sua preparazione che non mi appartiene affatto.

Pensatela come vi pare. In natura, ogni specie ha il dovere di fare qualunque cosa in suo potere per salvaguardarsi, iniziando dal singolo e dalla cerchia parentale. Non esiste una regola o un protocollo, esiste l’istinto, nel caso del genere umano il buon senso, specialmente quando il nemico da combattere non si conosce e le azioni vanno inventate lì per lì e pesate in base alle sue reazioni. Inoltre, gli errori vanno messi in conto. Per cui, al di là delle mie impressioni personali, ecco alcune cose dette l’altra sera in ordine sparso da Bassetti. Leggetele come vi pare.

“Quando la critica diventa violenza, allora è inaccettabile”; “Noi siamo fortunati, chi protesta contro i vaccini dovrebbe pensare a tutti quei Paesi che ci invidiano il nostro accesso alle cure. In Africa è stata vaccinata solo il 2% della popolazione”; “il nostro sistema sanitario è uno dei tre migliori al mondo”; “in un mese, durante la fase acuta della pandemia, alcuni medici ed infermieri hanno accumulato fino a 230 ore di straordinario, e su quello non hanno avuto un euro”; “per dedicarci completamente al Covid, abbiamo chiuso gli altri reparti e questo non è più accettabile”; “quando la politica entra nella medicina fa un grande casino, ognuno faccia il suo mestiere”; “ho molta paura di quella politica che fa l’anti-scienza”.

A Matteo Bassetti piace la televisione? È vero. Nelle 50 stanze della terapia intensiva al San Martino, grazie ad una donazione del Rotary di Genova ha fatto installare 50 televisori: “i pazienti non potevano sentire la voce per via dei respiratori accesi, ma almeno vedevano delle immagini in movimento anziché una parete bianca”.

Non vedo l’ora di poter fare il terzo richiamo del vaccino. Non perché sia un maniaco delle inoculazioni, tutt’altro. Semplicemente perché al momento la medicina non ha altro da offrire per combattere le varianti del Covid e, come ha spiegato Bassetti: “le varianti si sviluppano proprio là dove il tasso di vaccinazione è stato molto basso, non a caso sono arrivate dall’Inghilterra, dal Brasile, dall’Africa…” Scuole di pensiero… In ultimo, ma questo lo dico io, fate un po’ come vi pare ma non siate stupidi né tantomeno violenti!

© riproduzione riservata


link dell'articolo