Notte Bianca bis ad Ancona ora tocca al Piano San Lazzaro

Grazie alla piena collaborazione tra Comune , associazioni esercenti e artigiani del Piano, una nottata all'insegna del divertimento, dello sport e dello stare insieme

Ancona  – L’Amministrazione comunale fa il bis, con l’organizzazione della seconda  tappa della “Notte bianca” in città. Domani, sabato 30 settembre, sarà il Piano San Lazzaro con Piazza d’Armi ad ospitare per la quinta volta una serata di intrattenimento, spettacolo, sport e solidarietà che si protrarrà fino alle 3 di notte, aperta a tutti e per tutti i gusti e le esigenze.

Ancona – Piano San Lazzaro in festa (foto d’archivio

Una manifestazione come sempre di grande appeal che si avvale della partecipazione attiva delle associazioni che hanno curato la programmazione di questa edizione, occupandosi interamente della direzione artistica e autofinanziando tutti gli eventi in programma: l‘Associazione esercenti mercato Piazza D’Armi e Piano San Lazzaro, e l’ Associazione commercianti e artigiani del Piano, rappresentate dai rispettivi presidenti Francesco Javarone e Massimo Domizi.

Dieci i luoghi dove si concentreranno le iniziative, a partire dalle ore 18 (per lo  sport dalle 17):  le tre aree in cui è diviso corso Carlo Alberto, via della Ricostruzione, piazzetta Coop, via Giordano Bruno, piazza Ugo Bassi nella zona antistante il negozio “La matita”, via Torresi, Viale Cristoforo Colombo, piazza d’Armi nella parte antistante Speedy bar e nella parte antistante l’esercizio “Flora e Fauna”.

Food & Drink lungo tutto il percorso della manifestazione e negozi aperti fino a tarda notte.

PARCHEGGI E VIABILITA’

Per  fruire delle iniziative della Notte bianca, il cui perimetro è delimitato da varchi mobili e presidiato in base alle nuove normative in materia di sicurezza,  sono a disposizione in particolare  i parcheggi di piazza d’Armi e del campetto di pazza d’Armi, per un totale di circa 600 posti e inoltre le piazzole di Vallemiano e naturalmente tutte le vie limitrofe all’area interessata. Il parcheggio degli Archi non effettuerà aperture straordinarie e chiuderà alle 21, ma prima di quell’ora sarà possibile accedere al park e ritirare poi il mezzo digitando l’apposito codice.

VIABILITA’: divieto di sosta in tutta la zona a partire dalle ore 14:00;

interdizione al traffico dalle 18:00 nelle seguenti zone:

-Corso Carlo Alberto da piazzale Italia a piazza Ugo Bassi compreso controviale

(dal supermercato Si a piazzale Italia e dall’uscita del parcheggio della Coop a via Lorenzo Lotto a partire dalle ore 20:00)

-Viale Cristoforo Colombo da piazza Ugo Bassi a Piazza d’Armi compresa

-Piazzale Loreto

IL PROGRAMMA

CORSO CARLO ALBERTO ultima parte verso piazzale Italia

  • dalle ore 19:30 Mucho Gusto: LAURA & MELISSA SHOW con i pupazzi di Walt DISNEY
  • dalle ore 20:00 Dance Different Latin School Crew: LATIN DANCE TO AFROCARAIBIC WHITE NIGHT

ARCHIVIVI: Esposizione settore pittura di Giampaolo Pullini

RITRATTI MANIA: ritratti dal vivo Imma Gioia Mastellone

MERCATINO: Esposizione di artigianato locale con Sotto la Pelle Tatoo e Lucedicera

Ottica Mancini: TWISTED TWINS & BROTHER Piano bar

  • dalle ore 21:00 MODELLA PER UNA NOTTE Fashion Store Babuska e Profumeria Laura e Hair Style: Nereidi Coiffeur

CORSO CARLO ALBERTO – palco principale di fronte alla Chiesa dei Salesiani

  • dalle ore 18:00 CROCE GIALLA AN: dimostrazioni di soccorso
  • dalle ore 19:00 Carla Moda Bimbi: Truccabimbi e palloncini
  • dalle ore 21:00 Inaugurazione nuova ambulanza della CROCE GIALLA DI ANCONA a fianco del palco
  • dalle ore 21:30 DNA – PINK FLOYD TRIBUTE in concerto

CORSO CARLO ALBERTO parte finale verso piazza Ugo Bassi

  • dalle ore 18:00 La Maison de Flory: CREARE CON LE MANI SOTTO LE STELLE Dimostrazione e mini corsi di cucito

Il Filo di Arianna: Esposizione WOMBO THE ORIGINAL buffi pupazzi fatti interamente a mano

  • dalle ore 19:00 DV Informatica: PUNTO PC GAMING
  • dalle ore 19:30 P.zza U. Bassi: AGILITY DOG e SFILATA DI CANI con premiazioni varie
  • dalle ore 20:00 Pizzeria Pettinari: ELVIS BOULEVARD live muisc
  • ore 20:30 I MIURI live band in concerto: il meglio della pop dance anni ‘70, ’80 e ‘90

VIA DELLA RICOSTRUZIONE

Gasoline pub:

  • dalle 20:30 MIKE COACCI BAND blues & rock
  • dalle 23:00 VEGETABALLS hard & trash rock

PIAZZETTA COOP

  • dalle ore 19:00 STUDIO DANZA: Serata di danza classica e moderna
  • dalle ore 20:00 Sweet Cafè: AFROBUCK Dj Set

VIA GIORDANO BRUNO

  • dalle ore 18:00 SCHULTZ & ISABEL:  Animazione per bambini con bolle giganti, mimo e baby dance

LICEO ARTISTICO MANNUCCI Esposizione opere d’arte degli studenti

La Bottega Isabella Colussi: SWEET MOMENT come rendere esclusivo il tuo giorno speciale

  • dalle ore 22:00 Burattini Gioielli: DJ SIMO

PIAZZALE LORETO

  • dalle ore 17:00 NOTTE BIANCA DELLO SPORT aperta e gratuita per tutti i bambini con la partecipazione di CUS Ancona, C.A.B. Stamura Ancona, Dolphins Ancona American Football Team
  • dalle ore 22:00 Spettacolo di cabaret e musica con ANTONIO LO CASCIO

PIAZZA UGO BASSI antistante La Matita

  • dalle ore 18:00 ROGER live music
  • dalle ore 19:30 DJ SET a cura di RICOTTI

STAND CROCE GIALLA punto informativo e dimostrazioni primo soccorso

VIA TORRESI

  • dalle ore 11:00 fino a tarda notte Zucchero a Velo’:  1° FESTIVAL DELLA MELANZANA degustazione di piatti  e cocktail a base di melanzana – musica e tanto altro

VIALE CRISTOFORO COLOMBO adiacente la Gioielleria Javarone

dalle ore 18:00

  • RUOTA DELLA FORTUNA – Gioco a premi
  • STAND CROCE ROSSA punto informativo e intrattenimento per i bambini a cura dei giovani della CRI
  • ASSOCIAZIONE CENTRO PAPA GIOVANNI giochi popolari
  • ASSOCIAZIONE ANDREA

PIAZZA D’ARMI antistante Speedy Bar

  • dalle ore 19:00 Spettacolo di danza: Fondazione Regionale “ARTE NELLA DANZA”
  • dalle ore 20:00 Spettacolo di musica: ZONAMUSICA- LIZARD ANCONA
  • dalle ore 21:00 Spettacolo di danza: “PASION TANGO” a cura di Escuela Pasion Tango asd. Direttori artistici e maestri: Matteo Aringoli e Olha Voloshyn
  • dalle ore 22:00 NOTTE LATINA con animazione KASINO LATINO

PIAZZA D’ARMI antistante Flora e Fauna

  • dalle ore 19:00 FABIO SAX: Spettacolo di karaoke –  balli di gruppo – piano bar
  • dalle ore 22:00 Concerto live “RE-COVER BAND” blues – rock – funky
  • dalle ore 19:00 FLORA E FAUNA: esposizione e vendita prodotti tipici a Km. 0

 

redazionale


Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Quel tocco di rossetto che spaventò l’Italia

77 anni fa le donne conquistavano il diritto al voto


Camerano, 01 febbraio 2023 – In questo mese, 77 anni fa, esattamente il 23 febbraio 1946, la Consulta Nazionale approvava il decreto legislativo che dava alle donne, per la prima volta in Italia, il diritto di votare e quello di essere elette. Diritto che le stesse poterono esercitare, sempre nel 1946, quando vennero chiamate al voto alle prime elezioni amministrative del dopoguerra.

Non si pensi che raggiungere questo diritto sia stato facile per le donne, la loro battaglia per il diritto al voto (suffragio universale), risale addirittura al 1861, l’anno dell’Unità d’Italia. E una volta acquisito, quel diritto, non è che la società tutta l’accolse con favore: occorreva un cambio di mentalità che s’era radicato negli uomini per centinaia d’anni.

Basti ricordare, come segno della disabitudine al voto femminile, quel che pubblicò il Corriere della Sera nell’edizione del 2 giugno 1946 commentando la partecipazione delle donne all’elezione dei deputati dell’Assemblea costituente e del Referendum istituzionale Monarchia-Repubblica, nell’articolo intitolato “Senza rossetto nella cabina elettorale” con il quale invitava le donne a presentarsi presso il seggio senza rossetto sulle labbra.

La motivazione era spiegata così: “Siccome la scheda deve essere incollata e non deve avere alcun segno di riconoscimento, le donne nell’umettare con le labbra il lembo da incollare potrebbero, senza volerlo, lasciarvi un po’ di rossetto e in questo caso rendere nullo il loro voto. Dunque, il rossetto lo si porti con sé, per ravvivare le labbra fuori dal seggio“.

Sì, oggi tutto ciò suona parecchio stonato anche perché, come facevi a capire a chi apparteneva quella macchia di rossetto? O che il colore del pigmento si poteva associare a questo o a quello schieramento? Oggi le schede elettorali per fortuna si piegano.

Sono passati 77 anni dal raggiungimento del diritto di voto per le donne. Molte, nel corso degli anni, sono state elette in Parlamento nelle due Camere, poche, pochissime, assise nella poltrona del presidente di questo o quel ramo, sfondando quel “tetto di cristallo” appannaggio riservato agli uomini per tanto, troppo tempo.

Ricordando l’attuale presidente del Consiglio Giorgia Meloni, la prima donna in questo ruolo nella storia d’Italia capace di sfondare quel tetto – e che le ha citate nel suo discorso d’insediamento, vorrei ricordarne alcune di queste eroine: Rosalie Montmasson, testarda al punto da partire con i Mille che fecero l’Italia; Alfonsina Strada, prima donna a competere nel ciclismo in gare maschili.

Eroine nella Cultura come Maria Montessori o Grazia Deledda premio Nobel per la Letteratura. Eroine nella Politica dei giorni nostri: Tina Anselmi, Nilde Jotti, Rita Levi Montalcini; e ancora, Oriana Fallaci enorme firma del giornalismo, Samantha Cristoforetti astronauta.

Chissà cosa sarebbe successo all’Italia e alle italiane se, 77 anni fa, quel diritto al voto fosse stato loro negato. Non credo granché, dal momento che do per scontato che comunque a quel diritto sarebbero arrivate. Semplicemente perché era scritto nelle stelle, e solo l’ottusità, il maschilismo e la paura della perdita di potere dell’uomo, l’ha ritardato nell’evoluzione sociale italiana.

Di una cosa però sono convinto: laddove le donne hanno primeggiato, sfondando quel tetto di cristallo, il mondo che hanno governato e le società che hanno gestito sono migliorate parecchio, colorandosi di quel tocco di rosso tanto vituperato nel 1946: un tocco di rossetto!

© riproduzione riservata


link dell'articolo