Fano – Al via il BrodettoFest 2020

Venerdì 11 settembre l'inaugurazione al Lido della XVIII edizione della kermesse dedicata alla zuppa di pesce più golosa d’Italia. Il programma

Fano (PU – Marche), 10 settembre 2020 – Tutti ai blocchi di partenza: venerdì 11 settembre, al Lido di Fano, si apre l’edizione 2020 del BrodettoFest, manifestazione dedicata al piatto simbolo della tradizione marinara. Il taglio del nastro è previsto alle ore 19 sul palco Cavea del Lido, alla presenza degli organizzatori e sostenitori della kermesse. Ospite d’eccezione sarà l’On. Giuseppe L’Abbate sottosegretario di Stato del ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali a testimoniare la collaborazione attuata tra il MIPAAF e il BrodettoFest.

Brodetto alla Fanese

Il programma prosegue con il cooking show del “cuoco d’Italia”. Al PalaBrodetto (ore 20, prenotazione obbligatoria allo 0721.54708 – costo 20 euro abbinamento piatto-vino incluso) in programma lo spettacolo della cucina di Erny Lombardo, chef in grado di coniugare le diversità territoriali senza snaturarle. Che si domanda: «Quale regione non possiede un lievitato unico, una pasta speciale, una verdura o un prodotto unico, che cresce solo in quella determinata area geografica?».

Durante il suo cooking show Erny preparerà e farà assaggiare al pubblico i “Maccheroncini di Campo Filone con vongole, fasolari e canolicchi” una ricetta che onora il territorio e le sue radici gastronomiche e che sarà accompagnata dai vini di Bianchello del Metauro Doc delle cantine Fiorini e Cignano (abbinamento a cura di Bianchello D’Autore). A chiudere la cena con dolcezza sarà il dessert offerto dalla Gelateria Makì di Fano.

Erny Lombardo

Chiude l’appuntamento al Palabrodetto la degustazione meditata durante la quale Otello Renzi e Davide Eusebi presenteranno alcuni estratti dal loro libro Vini veri. Viaggio nel sensi (Edizioni Plan, 2019) accompagnando le lettura con la degustazione delle etichette protagoniste.

Intanto, si accenderanno anche i riflettori alla Cavea del Lido. Dopo l’inaugurazione, infatti, sarà il palco ad ospitare, dalle 21.30, il primo BrodettoTime (accesso su prenotazione al numero 0721.54708): il talk show in cui storie, progetti e personaggi legati alla pesca, al buon cibo e alla tutela dell’ambiente avranno occasione di confrontarsi e raccontarsi al pubblico. Con la vulcanica conduzione di Federico Quaranta, autore e conduttore Rai, storico amico del Festival, saranno protagonisti della serata lo chef Erny Lombardo e il professor Corrado Piccinetti, direttore del Laboratorio di Biologia Marina di Fano.

Federico Quaranta al BrodettoFest

Nel frattempo, già dalle 18, le famiglie potranno immergersi nel divertimento formativo di Brodetto & Kids, spazio realizzato in collaborazione con il MIPAAF – Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, grazie ai finanziamenti del Programma Operativo del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP) 2014/2020. In programma, nell’area di largo Seneca, laboratori creativi e giochi di movimento, letture sul mare e attività dedicate a grandi e piccini, per vivere i temi del Festival liberando la fantasia. Tutti gli appuntamenti sono a prenotazione obbligatoria da effettuarsi al numero 345 5949538, tramite mail a kartone05@gmail.com o contattando su Messenger @K_artone.

Da venerdì sarà a regime anche il nuovo format della ristorazione che caratterizza l’edizione 2020 di BrodettoFest. Ideato e realizzato grazie alla collaborazione di Ristoritalia, associazione umbro-marchigiana a difesa dell’Ho.Re.Ca, prevede la possibilità per ospiti, curiosi e gourmand di gustare, previa prenotazione obbligatoria alle singole strutture, il piatto simbolo dell’Adriatico in sicurezza nel circuito gastronomico che abbraccia tutta la città.

Dalla Sassonia, al centro storico passando per il Lido, aderiscono alla manifestazione oltre 30 ristoranti nei quali è possibile mangiare brodetto al prezzo convenzionato di 20 euro sia a pranzo, sia a cena. Dunque non più stand gastronomici all’interno del solo perimetro del Festival, ma un vero e proprio viaggio nel gusto che attraversa la città.

A valorizzare i ristoranti aderenti e a renderli riconoscibili al pubblico saranno la mappa del gusto e i totem che si troveranno all’esterno delle strutture a segnalare la loro partecipazione. E per facilitare gli spostamenti arriva anche il BrodettoBus, navetta gratuita attivata in collaborazione con Ami Spa, che collegherà le principali location degli spettacoli ai ristoranti in cui gustare la zuppa di pesce alla fanese (fermate previste: Lido, Sassonia, Rastatt, via Cavour – venerdì 11 h 19 – 23; sabato 12 e domenica 13 settembre, h. 12 -15 e h. 19  23).

Gli spettacoli del BrodettoFest sono accessibili prenotando al numero 0721.54708

 

redazionale

© riproduzione riservata


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Elezione Presidente della Repubblica, 1ª chiama

Nessun accordo: 672 schede bianche


Camerano, 24 gennaio 2022 – Partita alle ore 15.00, a Roma, la prima votazione per eleggere il quattordicesimo Capo dello Stato della Repubblica Italiana. Il numero totale degli elettori fra Deputati, Senatori compresi quelli a vita, Rappresentanti delle Regioni, è sceso da 1.009 a 1.008: alla vigilia delle votazioni è venuto a mancare il deputato di Forza Italia Vincenzo Fasano. Quorum dei due terzi, dunque, almeno per questa prima votazione, fissato a quota 672. Domani, martedì 25 gennaio la Camera eleggerà a Montecitorio, al suo posto, Rossella Sessa, sempre di Forza Italia.

La prima chiama odierna è partita all’insegna di una grande incertezza: vuoi perché i leader politici non sono stati in grado di presentare candidati ufficiali, vuoi per il clima particolare in cui si muovono i Grandi elettori dovuto alla pandemia in corso.

Proprio a causa del virus, infatti, il presidente della Camera Roberto Fico – padrone di casa – ha stravolto le procedure di voto. Ha fatto sparire lo storico catafalco coperto di drappi rossi all’interno del quale si votava da sempre, e lo ha fatto sostituire con tre moderne strutture tipo cabina elettorale rigorosamente rosse (foto).

All’interno dell’emiciclo, ha disposto che i votanti debbano essere non più di cinquanta alla volta, ovviamente oltre ai commessi in servizio, cancellando in un sol colpo quell’atmosfera che si respirava in passato fatta da un’aula stracolma, da capannelli di parlamentari che discutevano fra i banchi cercando intese improbabili dell’ultimo minuto. In più, sempre grazie al Covid, ha relegato i parlamentari risultati positivi, circa una trentina, in un seggio speciale adiacente alla Camera dei deputati, in Via della Missione, facendoli votare in modalità drive-in.

Mentre in aula si procedeva alle votazioni secondo la chiama stabilita per ordine alfabetico, all’esterno dell’emiciclo i vari leader si sono mossi con frenesia per trovare quell’accordo su un nome condiviso che fino ad oggi non sono stati in grado di trovare. Esplicativo, in tal senso, il commento dell’editorialista de La Stampa Marcello Sorgi: «Ma perché non si sono messi d’accordo prima? Hanno avuto tutto il tempo per farlo!»

Fra i più attivi, in giornata, il leader della Lega Matteo Salvini che ha avuto dapprima un colloquio con il presidente del Consiglio Mario Draghi, poi con il segretario del PD Enrico Letta, poi con il presidente del Movimento 5 Stelle Giuseppe Conte.

Il lungo pomeriggio elettivo si chiude a Roma con lo spoglio delle schede, terminato alle 21.05. Come da previsioni più che annunciate, le schede bianche sono state 672 (prima dell’ennesima verifica); forse un caso, ma è lo stesso numero del quorum. Niente di fatto, dunque. Tutto rimandato a domani per la seconda chiama. Fra i votati oggi, Marta Cartabia (9), Paolo Maddalena (36), Umberto Bossi (6), Sergio Mattarella (16), Berlusconi (7). Ma pure nomi come Pierferdinando Casini e Walter Veltroni, il conduttore Rai Amadeus e il giornalista Bruno Vespa, oltre all’improbabile presidente della Lazio Lotito.

© riproduzione riservata


link dell'articolo