Ancona – XIX edizione de La Notte Bianca del centro

sabato 23 settembre: tutto il programma

AnconaAnche quest’anno, la Notte Bianca di Ancona si presenta come una grande kermesse che ha visto fianco a fianco nell’organizzazione il Comune e gli operatori commerciali, attraverso le rispettive associazioni di categoria.

Ancona – Notte bianca (foto di repertorio)

Spettacoli musicali, incontri, mostre, presentazioni, dj-set, sfilate animeranno il centro della città. Grande attenzione posta alla sicurezza, con l’area transennata e presidiata presso i 10 punti di accesso (varchi mobili), e con una sessantina di persone addette tra personale del Comune e volontari,  cui si aggiungono le pattuglie delle forze dell’ordine, gli equipaggi del servizio V.A.B. (vigilanza antincendio)  e i mezzi di soccorso sanitario.

Qui di seguito il palinsesto al quale si affiancheranno iniziative dei singoli operatori commerciali.

PIAZZA ROMA  dalle ore 21:30

Concerto dei gruppi musicali emergenti della sala prove/registrazioni comunale “Officina Ancona Musica”

– La chance su Marte ( Pop rock indie)

– I Pazienti di Diana (Pop rock internazionale)

– Paro Paro  (band divertente con classici Internazionali tradotti paro paro in italiano)

– Vintage Voltage (Rock anni 70 cover band)

Anonymous (Alternative Rock cover band)

Ancona, Piazza del Plebiscito

PIAZZA DEL PLEBISCITO

Il programma di piazza del Plebiscito è curato dagli operatori della piazza, coordinati dal Confartigianato, e in accordo con il Comune.  Il programma si sviluppa a partire dalle 20,00 con la mostra all’ Atelier Arco Amoroso “Le mani del sapere”, che resterà aperta fino alle 00,00 e musica dal vivo. Dalle ore 21,30 in programma i concerti dei  Bluesberry´s field (blues) e gli Yellow beat  (cover band dei Beatles).

Dalle ore 23:30 si esibiranno sul palco a rotazione dj anconetani (Alex T./A.Paladini/Stritti) che proporranno musica dance/pop/happy accompagnati dallo speaker Alex L.

PIAZZA PERTINI

Il programma di piazza Pertini, a cura di Confartigianato, mette assieme gli operatori della piazza e gli organizzatori del mercatino dell’antiquariato.

“LA NOTTE VINTAGE DI PIAZZA PERTINI dalle ore 19:30 alle ore 01:00

– Mostra mercato di artigianato artistico,

– collezionismo e antiquariato

– stand enogastronomici

– intrattenimento musicale con gruppi dal vivo

Ancona – Teatro delle Muse (foto di repertorio)

PIAZZA DELLA REPUBBLICA 

Con la Confcommercio, la tradizionale finale di Ankongrafica della competizione Miss Conero nella suggestiva location di fronte al Teatro delle Muse. Lo spettacolo – che alternerà le sfilate a momenti di danza – avrà inizio alle 21,30 e si protrarrà per circa due ore.  Parteciperanno una ventina di ragazze selezionate provenienti dal territorio regionale,  approdate in finale.

ARCO DI TRAIANO 

Serata  variegata a partire dalle ore 19,00 che alterna momenti di cultura, danza, musica, sport e comicità. Il programma:

19.00 Opening Event

19.30 – 20.00 Visita guidata all’Arco di Traiano ed al suo Porto

20.00-21.00 Presentazione della nuova squadra dell’Ancona

21.00-22.30 Rana &… spettacolo comico, dialetto e barzellette

22.00 -24.00 JuJube 70/80 con L. Mariselli & A. Mariani djs

24.00-01.00 KASINO LATINO – balli di gruppo e reggaeton

01.00 a chiusura RADIO STUDIO + djs & voice

diretta nazionale per tutta la notte dall’Arco di Traiano

dalle 23.00, inoltre:

– Afro&Afro Remember

– Marzio Dj_Neo Dj

– Powered by AFRO REMEMBER REUNION

MUSEO DELLA CITTA’ 

Il Museo della città ospita, alle 18 e fino alle 23, la straordinaria presentazione di Oculus, progetto finanziato dalla Cariverona e seguito nel corso dell’anno dal Sistema Museale che dota il Museo di una serie di visori che permettono ai visitatori di immergersi virtualmente nella storia della città.

PINACOTECA 

Per la Notte Bianca, visita guidata gratuita alla mostra Tiziano & Tiziano due capolavori a confronto, a cura delle Macchine Celibi, con guida per una notte l’assessore alla Cultura, Paolo Marasca. Consigliabile la prenotazione. Doppia visita,  alle 21 e alle 22.

CHIESA DEL GESU’

Apertura straordinaria a cura del FAI- Fondo Ambiente Italiano,  dalle ore 19 alle ore 23

 LIBRERIA FELTRINELLI

Presentazione del  libro di Màlleus   “Scriptorium. Calma la tua mente con l’arte della calligrafia.” Mondadori.

Il  COMUNE RICORDA CHE:

– dalle ore 20.00 alle ore 06.00 è vietato vendere per asporto bevande di qualsiasi genere in contenitori di vetro;

  • – dalle ore 20.00 alle ore 06.00 è vietato circolare e stazionare su suolo pubblico detenendo a qualsiasi       titolo contenitori di vetro, e non trasportate in contenitori sigillati e confezionati all’origine;
  • – è vietato abbandonare contenitori di vetro sulla pubblica via;
  • – agli esercizi commerciali è fatto divieto di vendita di bevande alcooliche dalle 22.00 alle ore 07.00 del       giorno seguente;
  • – agli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande è fatto divieto di vendita di bevande alcooliche     dalle ore 22.00 alle ore 07.00 del giorno seguente;
  • – agli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande è fatto divieto di somministrazione di bevande     alcooliche dalle ore 01.00 alle ore 05.00 del giorno seguente;
  • – durante questo periodo la somministrazione è comunque consentita esclusivamente in concomitanza al   consumo di pasti con servizio al tavolo.

 

redazionale

 

 


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Lettera aperta alla signora Elsa Maria Fornero

L’ex ministro del lavoro “madre degli esodati” torna a Palazzo Chigi come consulente


Camerano, 21 luglio 2021 – Leggo e riporto da Wikipedia: “Elsa Maria Fornero è un’economista, accademica ed ex politica italiana. Ha ricoperto la carica di ministro del lavoro e delle politiche sociali, con delega alle pari opportunità, dal 16 novembre 2011 al 28 aprile 2013 nel governo Monti”.

Leggo e riporto da Il sole 24 ore: “sindacati, M5S e Lega in pressing contro il ritorno alla Fornero. Il 27 luglio parte il tavolo sul “dopo-Quota 100”. Una parte della maggioranza in fermento e spinge per flessibilità in uscita e Quota 41. Il Mef rimane cauto. E la stessa cautela sembra mostrare Palazzo Chigi, dove, nello stesso momento in cui comincia a diventare caldo il tema-pensioni, approda proprio la professoressa Elsa Fornero, che farà parte della squadra di consulenti e “consiglieri” del Comitato d’indirizzo per la politica economica…

Una notizia che ha mandato molti italiani in fibrillazione. Tra questi, un nostro lettore che ha inviato in redazione una lettera aperta indirizzata alla Signora che, ovviamente, non potevamo mandare sotto silenzio. Eccovela.

Cara signora Elsa Maria Fornero (foto by Wakeupnews),

in tutta sincerità e tantissimo rancore – quello che lei ha prodotto in me durante questi ultimi, lunghi, sofferti sette anni cui lei mi ha condannato per il reato (mai commesso) di “esodato” – ma davvero ha la faccia tosta di ripresentarsi a Palazzo Chigi? Ma… davero, davero? come direbbe Brignano.

Cara signora Elsa Maria Fornero ex ministro del lavoro e delle politiche sociali, ma lei, davero davero sa cosa significhi essere condannati – senza aver commesso reati di sorta – a non percepire per sette anni una pensione sacrosanta maturata legalmente? No che non lo sa, perché se lo sapesse quella sua legge, nove anni fa, non l’avrebbe mai firmata.

Cara signora Elsa Maria Fornero ex ministro del lavoro e delle politiche sociali, ma lei, davero davero non si è resa conto che in sette anni mi ha sottratto (che poi sarebbe un eufemismo) – moltiplicato per migliaia e migliaia di italiani come me – circa 50mila euro che moltiplicati per mille fanno cinquanta milioni? Oh, certo, non sono soldi che lei si è messa in tasca; sono però soldi che lei ha ordinato e permesso di sfilare dalle mie tasche, ed è ovvio che m’importa poco dove siano finiti o come siano stati spesi. Erano miei e lei ha ordinato che non mi venissero riconosciuti. L’ha fatto di sua iniziativa, senza neppure domandarmi se fossi d’accordo!

Cara signora Elsa Maria Fornero ex ministro del lavoro e delle politiche sociali, si è mai resa conto che l’ammontare mensile della mia pensione, che lei per sette anni mi ha negato, era pari a quanto guadagnato da lei in un giorno da ministro? E questa riflessione mi fa giungere alla conclusione che quelle sue famose lacrime versate all’annuncio della sua legge, erano lacrime d’un coccodrillo strapagato e anche un tantino ipocrita. Perché vede, lei non era obbligata a firmarla quella legge. Se davvero – come disse – comprendeva il dramma in cui stava per far sprofondare migliaia e migliaia di italiani, avrebbe potuto dire no.    

Cara signora Elsa Maria Fornero ex ministro del lavoro e delle politiche sociali, per favore, mi ascolti. Di danni ne ha fatti già abbastanza. Dica al premier Draghi che ci ha ripensato e se ne resti a casa. A 73 anni, non credo lei abbia ancora bisogno di ulteriore visibilità. Anche perché a me, sinceramente, di saperla lì un po’ inquieta, anche se ci sta aggratis. Resti a casa, per favore. Se non lo vuole fare per la sua, lo faccia almeno per la mia dignità e per quella di migliaia e migliaia di italiani da lei esodati. Un favore, dopo averci condannato a sette anni di sacrifici, potrebbe anche farcelo, non crede?

(segue firma)

© riproduzione riservata


link dell'articolo