Agenda Estate, eventi ad Ancona dal 30 luglio al 4 agosto

Cinema, libri, teatro ragazzi, musica e mostre

Ancona, 29 luglio 2020 – Si allunga ulteriormente il cartellone degli eventi, delle iniziative e delle mostre e musei aperti in città nel mese di agosto.

giovedi 30 luglio

ore  21:30 – LAZZARETTO CINEMA – Canalone MOLE – proiezione film Apocalypse now – final cut di Francis Ford Coppola – con Martin Sheen, Marlon Brando, Robert Duvall- Avventura – Usa 1979 Anniversary – versione restaurata in lingua originale con sottotitoli in italiano – Ingresso unico €

ore 21:30 – TROPICITTÀ – Arena Cinema Italia, C.so Carlo Alberto – proiezione del film La famiglia Addams  – Ingresso € 7,00

ore 21:30 – CORTE DELLA MOLE  – Concerto a cura dell’Associazione Amici della lirica Franco Corelli

dalle ore 18 alle 20 – TEATRO RAGAZZI ANCONA da lunedi 27 luglio a venerdi 31 luglio  (partenza ogni 10 minuti) – PARCO DELL’EX CRASS: Questa volta l’eroe sarai tu! (per bambini dai 3 anni), percorso per bambini “coraggiosi” alla ricerca del tempo perduto; percorso all’aperto – durata 30 minuti – biglietto € 4 posto unico – prenotazione obbligatoria allo 071-82805 – vendita biglietti presso il luogo dello spettacolo da un’ora prima dell’inizio. www.teatrodelcanguro.it;    www.marcheteatro.it

ore 18 – FESTIVAL “La punta della lingua” – Parco BELVEDERE – Posatora, Le Marche della poesia: letture di Lorenzo Fava, Silvia Fiorentino, Lorenzo Franceschini, Elisabetta Pigliapoco, Simone Romagnoli, Stefano Sanchini

ore 19:00 – Parco BELVEDERE – Posatora – Bartolo Cattafi Tutte le poesie (Le Lettere, 2020) con il curatore Diego Bertelli

ore 21:00  Parco BELVEDERE – Cantata de core – viaggio nelle canzoni di Pasolini. Con Frida Neri, voce, e Jacopo Matia Mariotti, violoncello

ore 22:00 -Parco BELVEDERE – Posatora, Rito del commiato con Franco Arminio e Frida Neri, Jacopo Matia Mariotti

venerdi 31 luglio

ore 21:30 – TROPICITTÀ  – Arena Cinema Italia, C.so Carlo Alberto – Proiezione del film Gli anni più belli ingresso € 7,00

ore  21:30 – LAZZARETTO CINEMA – Proiezione del film Richard Jewell regia di Clint Eastwood – con Paul Walater Hauser, Sam Rockwell, Kathy Bates. Usa 2019 – Ingresso intero € 5 – ridotto € 4

Ancona – A Tropicittà  venerdì 31 luglio il film ‘Gli anni più belli’ con Pierfrancesco Favino

sabato 1 agosto

ora 19 – ANCONA JAZZ SUMMER FESTIVAL, sale interne Mole – incontro con l’autore: Marco Salvarani presenta Marche Jazz Orchestra experience

ore 21:30 – ARENA CINEMA- Movie Medley – esecuzione di musiche tratte da celebri film italiani nelle cui colonne sonore è presente il jazz, con proiezione in syncro di spezzoni – orchestra diretta da Manuele Montanari – ospite Gabriele Mirabassi

ore 21:30 – TROPICITTA’  – Arena Cinema Italia, C.so Carlo Alberto – Proiezione del film Un divano a Tunisi  ingresso € 7,00

Sappanico – parco comunale e lungo le vie della frazione 51ª Sagra della spuntatura – giochi popolari e intrattenimenti vari

ore 21:00 – corte della MOLE – Conero dance festival – Performance di Teatro Danza a cura dei danzatori del Tanztheater di Pina Bausch

ore 21:15 – Per Cinematour, parco VILLA BEER proiezione film Non ci resta che vincere diretto da Javier Fesser – ingresso libero – gradita prenotazione al numero 071-222 2569

domenica 2  agosto

ore  21:30 – LAZZARETTO CINEMA – Proiezione del film Alice e il sindaco di Nicolas Pariser – con Fabrice Luchini, Anais Demoustier – Francia 2019 – Ingresso intero € 5 – ridotto € 4

Ancona – Il film Alice e il sindaco a Lazzaretto Cinema 

ore 18:30 – CORTE DELLA MOLE – presentazione del dossier di candidatura di Ancona a Capitale italiana della cultura 2022 per partecipare è obbligatorio recarsi dalle ore 18:00 presso la biglietteria spettacoli della Mole (Sala Boxe – Museo Omero) per registrarsi e avere l’assegnazione del posto in platea

Sappanico – parco comunale e lungo le vie della frazione 51ª Sagra della spuntatura – giochi popolari e intrattenimenti vari

ore 21:15 – Per Cinematour, a Montesicuro, Piazza Vittorio Veneto proiezione del film La casa dei libri diretto da Isabel Coixet – ingresso libero – gradita prenotazione al numero 071-222 2569

ore 21:30 – TROPICITTÀ  – Arena Cinema Italia, C.so Carlo Alberto, proiezione del film L’hotel degli amori smarriti – ingresso € 7,00

lunedi 3 agosto

ore  21:30 – LAZZARETTO CINEMA – Proiezione del film Laurence, anyways di Xavier Dolan – con Melvil Poupaud, Suzanne Clement – Canada 2012 – versione originale con sottotitoli in italiano, ingresso unico € 4

ore 21:30 – TROPICITTÀ  – Arena Cinema Italia, C.so Carlo Alberto – Proiezione del film La vita invisibile di Euridice Gusmao ingresso € 7,00

ore 18:30 MOLE – Corte – I LIBRI E LA CITTÀ:  Adrian Bravi, Il levigatore, Quodlibet , a cura di Libreria Feltrinelli

martedi 4 agosto

ore  21:30 – LAZZARETTO CINEMA – NOVITÀ: proiezione del film Corpus Christi di Jan Komasa – con Bartosz Bielenia, Aleksandra Konieczna- Polonia, Francia 2019, in collaborazione con Nuovo Cinema Azzurro. Ingresso unico € 5

ore 21:30 – TROPICITTÀ – Arena Cinema Italia, C.so Carlo Alberto – Proiezione del film I migliori anni della nostra vita, ingresso € 7,00

ore 19 – MOLE – Corte – I LIBRI E LA CITTÀ – Alessia Masini:  Siamo nati da soli

mostre e musei

MOLE VANVITELLIANA – dal 25 luglio 2020 al 15 gennaio 2021 – Mostra  “Letizia Battaglia. Storie di strada” – una grande retrospettiva con oltre 300 fotografie che ricostruiscono per tappe e temi la straordinaria vita professionale di Letizia Battaglia. Promossa dal Comune di Ancona, assessorato alla Cultura, l’esposizione, ha già toccato con successo Milano. Orario visite: 10 – 12; 16 – 20.   Biglietto 10 euro. Info: 339 3117845; mostraletiziabattaglia@gmail.com.

Ancona – La chiesetta di Santa Maria a Portonovo

CHIESETTA DI PORTONOVO – giorni e orari di visita: estivo (dal 03-06-2020 al 18-09-2020) MERCOLEDI- GIOVEDI – VENERDI – SABATO E DOMENICA dalle ore 16,30 alle ore 19,30. A cura di ITALIA NOSTRA, www.italianostra-ancona.org

c/o MUSEO OMERO Mole Vanvitelliana mostra TOCCAR CON MANO I LONGOBARDI

la mostra permette di esplorare tattilmente i modellini di sette monumenti con i relativi contesti territoriali del sito seriale “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere 568-774 d.C.”. ingresso libero mostra e museo Omero; orario luglio e agosto: dal martedi al sabato 17-20; domenica e festivi 10-13 e 17-20 – ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura. www.museoomero.it

Pinacoteca delle Marche – Rassegna Cinematica – mostra VIRGILIO VILLORESI. TROMPE-L’OEIL E ALTRE VISIONI La mostra sarà aperta fino al 2 agosto. Ingresso libero su prenotazione massimo  6 persone per volta.

 

redazionale

© riproduzione riservata

 


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Scarpe e panchine rosse per colpa di anime nere

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne


Camerano, 25 novembre 2021 – Si celebra oggi, in tutto il mondo civile, la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, data simbolo scelta perché in questo giorno del 1960 a Santo Domingo tre sorelle – Patria, Minerva, Maria Teresa Mirabal – vennero uccise e gettate in un burrone dagli agenti del dittatore Rafael Leonidas Trujillo. Data ripresa il 25 novembre 1981 quando si organizzò il primo Incontro Internazionale Femminista delle donne latinoamericane e caraibiche, e da quel giorno divenne data simbolo. Istituzionalizzata definitivamente dall’Onu nel 1999.

Sono dunque quarant’anni esatti che il mondo, prendendo a simbolo una data, ha ufficializzato e condannato la brutalità dell’uomo, del maschio, nei confronti delle donne. Una violenza fatta di soprusi, ricatti continui, botte spesso sfociate in delitti, che per la verità esiste da sempre ad ogni latitudine e si perde nella notte dei tempi.

Nel mondo la violenza contro le donne interessa una donna su tre.

In Italia i dati ISTAT mostrano che il 31,5% delle donne ha subìto nel corso della propria vita una qualche forma di violenza fisica o sessuale. Le forme più gravi di violenza sono esercitate da partner, parenti o amici. Gli stupri sono stati commessi nel 62,7% dei casi da partner.

In Italia, circa ogni tre giorni una donna viene uccisa in quello che viene definito il fenomeno dei femmicidi. Secondo il Rapporto Istat 2018 sulle vittime di omicidi pubblicato dal Ministero degli Interni, il 54,9% degli omicidi di donne sono commessi da un partner o ex partner, il 24,8% da parenti, nell’1,5% dei casi da un’altra persona che la vittima conosceva (amici, colleghi, ecc.)

Oggi in tutta Italia, ogni Comune, Provincia, Regione, Associazione di categoria, denuncia il fenomeno dei femminicidi e dice no alla violenza sulle donne. Lo fa con eventi ed iniziative d’ogni sorta tutte accomunate dal colore rosso: facciate dei palazzi e monumenti illuminati di rosso, panchine colorate di rosso, scarpe rosse abbandonate sul selciato delle piazze. Un simbolo, quello delle scarpe rosse, ideato nel 2009 dall’artista messicana Elina Chauvet con l’opera Zapatos Rojas. Installazione apparsa per la prima volta davanti al consolato messicano di El Paso, in Texas, per ricordare le centinaia di donne rapite, stuprate e uccise a Ciudad Juarez.

Questo colore rosso riporta alla mente il colore del sangue versato dalle tante donne vittime di femminicidio, contrapposto al nero dell’anima dei loro stupratori, violentatori e assassini. L’anima nera di quei maschi mai cresciuti che considerano la donna una loro proprietà esclusiva, al punto da arrivare ad uccidere la propria compagna o ex, quando si rendono conto d’averla persa definitivamente. La proprietà, ovviamente, mica la donna, che è soltanto colpevole di avergli detto o dimostrato che lei non è proprietà di nessuno se non di se stessa.

Domani, spento il colore rosso, resterà il nero di quelle anime perse e una statistica da aggiornare. Si lavorerà per aiutare quelle donne e quei figli scampati alla violenza ma, soprattutto, si dovrà trovare il modo per insegnare agli stalker che una donna non è un oggetto, che una storia d’amore può finire, che un femminicidio non può affermare una supremazia che non è mai esistita se non nella loro testa. E bisogna trovarlo, quel modo, prima che la perdano del tutto la testa.

© riproduzione riservata

 


link dell'articolo