Agenda Estate, eventi ad Ancona dal 17 al 19 luglio

Cinema, teatro, danza, spettacoli, musica, mostre e musei

MARTEDÍ 17 LUGLIO

  • Per Lazzabaretto Cinema 2018 alla Mole, ore 21,30  – Hair –  il celebre musical con la regia di Milos Forman, versione originale con sottotitoli in italiano. Ingresso unico 4 euro

La proiezione sarà preceduta alle ore 19, 00 da APERITIVO IN DANZA con le danzatrici e coreografe Simona Lisi e Stefania Zepponi

  • Per TiCiPorto, ore 21, Teatro – Art Noir episodio 1, Le donne del Botticelli, di Rodolfo Bersaglia
  • Per la rassegna Tropicittà al Cinema Teatro italia alle 21.30 si proietta “Wonder” con Julia Roberts e Owen Wilson. Biglietti interi: € 6,50, ridotti: € 5,00

MERCOLEDÍ 18 LUGLIO

Ancona – La Mole Vanvitelliana
  • Mole Vanvitelliana alle ore  21:30, La Corte  – ANCONA JAZZ FESTIVAL- in occasione della ricorrenza della Liberazione di Ancona ad opera del II Corpo d’Armata Polacco Poland meets Italy Kuba Stankiewicz Trio e Mattherw Whitaker Trio; € 15,00, ridotto € 12,00.
  • Per Lazzabaretto Cinema 2018 – Mole Vanvitelliana, ore 21, 30  OLTRE LA NOTTE di Fatih Akin, introduzione a cura dell’Istituto Gramsci Marche, intervengono Nicola Cucchi e Giovanni Cacciani. Ingresso intero: € 5, ridotto: € 4
  • Per la rassegna Tropicittà al Cinema Teatro Italia alle 21.30 si proietta IL SOLE A MEZZANOTTE di Scott Speer
  • Per Ti.Ci.Porto Festival – Porto Antico –  concerto Legacy Episode II – Alien Army 

GIOVEDI 19 LUGLIO

  • Mole Vanvitelliana – ore 21,30 la Corte – per Sensi d’Estate (Museo Omero) Nella giungla delle città  L’irruzione del reale – 3, della compagnia Malte, spettacolo corale con testo e regia di Sonia Antinori. Un progetto sostenuto dal Mibact (è risultato vincitore del bando MIGRARTI Spettacolo 2018), che si è sviluppato attraverso 3 tappe:  Senigallia, Jesi, Ancona.
  • Per Lazzabaretto Cinema 2018 – 1945Regia di Ferenc Torok, versione originale con sottotitoli in italiano. Ingresso intero € 5, ridotto € 4.
  • Per Ti.Ci.Porto Festival – Porto Antico – Spettacolo Varietà #Umani. Emozioni Storie di gioia, paura, rabbia, dolore, speranza con gli operatori di Medici senza Frontiere e altri contributi.
  • Per la rassegna “Teatro per tutti un po’ dappertutto” promossa dall’assessorato alla Partecipazione Democratica, nella piazzetta di Torrette, Serata Omicidio con la compagnia Teatro per caso di Ancona
  • Parco Belvedere, Posatora, ore 21,30 – Compagnia della luna – Quelli della luna show
  • Per la rassegna Tropicittà al Cinema Teatro Italia alle 21.30 – mercoledì azzurro (per bambini e famiglia), si proietta “Sherlock gnomes” (cartone) di John Stevenson.
Ancona – Il trenino turistico

Si ricorda che fino al 2 settembre è attivo ogni giorno e sera il trenino turistico che effettua servizio navetta serale da e per il Porto Antico gratuitamente (alle 19,30 unica corsa dal Passetto). Nella fascia mattutina, inoltre, collega il porto con il Passetto (a pagamento), e in quella pomeridiana effettua il circuito di Ancona Antica (a pagamento). Info: www. anconaparcheggi.it – tel. 339.4000554

MOSTRE

  • Prosegue al Museo Tattile statale Omero FORME SENSIBILI ore 18. Paolo Annibali, Egidio Del Bianco, Giuliano Giuliani, Rocco Natale, Valerio Valeri; 7 luglio – 16 settembre 2018 ANCONA, Museo Tattile Statale Omero. A cura di Nunzio Giustozzi. Cinque artisti marchigiani a significare, nell’originalità delle loro poetiche, gli orientamenti della scultura contemporanea. Quasi quaranta le opere – tra sculture, disegni e bozzetti frutto delle ricerche più recenti – fatte di diversi materiali cui si riconosce una sorta di “vocazione formale”, un’anima sensibile.
    L’argilla dipinta, il legno, il travertino, i metalli, lavorati o assemblati, ma anche carte, stoffe, spaghi di un’inedita qualità tattile, offrono, tra figurazione e astrazione, sviluppi espressivi inattesi e forma e materia si modulano vicendevolmente, raggiungendo una mirabile sintesi. Ingresso libero

orario luglio e agosto:
dal mercoledì al sabato 17-20; domenica e festivi 10-13 e 17-20; i giovedì dal 12 luglio al 16 agosto durante la rassegna Sensi d’estate anche 21-24

settembre:
dal mercoledì al sabato 16-19; domenica 10-13 e 16-19; ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura.

Visite guidate:

Tutti i sabati e le domeniche alle ore 18. Costo: € 4 a persona; gratuito disabili e loro accompagnatori, bambini 0-4 anni.
Prenotazione consigliata: didattica@museoomero.it – tel. 071 2811935.

LABORATORI CREATIVI PER FAMIGLIE
20 e 27 luglio ore 18-20, 24 e 31 agosto ore 18-20; 7 settembre ore 17-19;

Costo: 4 euro a partecipante; gratuito: disabili e loro accompagnatori, bambini 0-4 anni. Prenotazione obbligatoria:didattica@museoomero.it – tel.071 2811935.

Museo Tattile Statale Omero Ancona Mole Vanvitelliana – tel. 071 2811935

  • luglio e agosto: dal mercoledì al sabato 17-20, domenica e festivi 10-13 e 17-20, i giovedì dal 12 luglio al 16 agosto durante la rassegna Sensi d’estate anche 21-24

Fino al 24 ottobre è possibile visitare presso la Biblioteca Benincasa una nuova mostra libraria e documentaria. Si tratta della mostra “Tra editoria e letteratura: A. Gustavo Morelli editore e tipografo ad Ancona tra Otto e Novecento”, incentrata su una figura notevole nel panorama culturale cittadino tra Otto e Novecento: il tipografo editore A. Gustavo Morelli (1852-1909).

La mostra è visitabile presso lo Spazio d’Ingresso della Benincasa, in Via Bernabei 30, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19.

Durante il periodo estivo (luglio e agosto), sarà visitabile il mattino, dalle 9 alle 13.30 e di pomeriggio anche il martedì e il giovedì dalle 14.30 alle 17. La mostra espone, tra l’altro, una lettera del pittore Francesco Podesti, di cui Morelli pubblicò due opere. Della mostra è disponibile un catalogo presso la Sala di lettura e a richiesta si effettuano visite guidate.

 

redazionale


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Primarie del centrosinistra ad Ancona

Lo scontro politico per scegliere il candidato sindaco è fra Ida Simonella e Carlo Maria Pesaresi


Camerano, 23 novembre 2022 – A solleticare questo paneburro&marmellata – ultimamente non è semplice trovare argomenti stimolanti – è stato un lungo post su Facebook di Ezio Gabrielli pubblicato qualche giorno fa e intitolato “Si torna a respirare!”. Consiglio di leggerlo. Argomento: le primarie del centrosinistra ad Ancona per scegliere il candidato sindaco alle Amministrative del 2023.

Due sono i candidati: Ida Simonella, appoggiata apertamente e senza tanti fronzoli dal sindaco uscente Valeria Mancinelli, e Carlo Maria Pesaresi. Quest’ultimo, nelle grazie di Ezio Gabrielli: lo ammette con forza nel suo post di cui, tra l’altro, condivido quasi in toto l’analisi.

Sono 17 i seggi scelti per le primarie sparsi in città, ai quali domenica 27 novembre potranno accedere dalle ore 8.00 alle 20.00 (tranne i seggi 9 e 12 aperti dalle 8.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 20.00), tutti gli anconetani dai 16 anni in su, previo un minimo contributo in denaro che pare essere volontario.

La feroce critica di Gabrielli al doppio mandato consumato dalla Mancinelli, la condivido. Non conosco personalmente lui, o i due candidati in lizza, o la Sindaca uscente, per cui posso dire la mia senza vincoli di sorta.

«L’impegno di Carlo Pesaresi di questi giorni ha imposto a tutto il centrosinistra, comprese le parti più recalcitranti e settarie, di rimettersi in moto rianimando un sistema linfatico di relazione che l’approccio Mancinelliano della delega in bianco – ed è questa la critica più feroce che deve essere rivolta a quel gruppo dirigente – aveva inaridito», scrive Gabrielli. E ancora: «Il centrosinistra ha realmente creduto che si potesse presidiare un territorio con l’idea dell’uomo/donna forte a cui delegare le scelte… e lo scorso settembre ci siamo, anche nella nostra città, ritrovati con un corpo rattrappito (incapace financo di fare una iniziativa elettorale con tutti i candidati alla Camera, Senato e Primarie), bloccato dall’anoressia di confronto e di idee e così, ritrovarci con una manciata di voti di distanza dal centrodestra».

«Abbiamo governato bene – continua Gabrielli – ma abbiamo manifestato limiti; nelle dinamiche complesse (esempio fra tutte la costruzione dell’azienda unica provinciale dei rifiuti, obbiettivo principale che era stato dato alla Mancinelli sette anni fa), la politica della delega e della semplificazione arrogante non ha funzionato; un tempo siamo stati un capoluogo di regione ma abbiamo perso, in favore di una visione “paesana”, la capacità di esercitare quel ruolo».

Su “abbiamo governato bene” caro Gabrielli, dissento. L’Ancona di oggi non è migliore di quella presa in mano dalla Mancinelli dieci anni fa. Ancona capoluogo di regione, oggi, è una bestemmia. Basta fare un giro a Fano, Pesaro Urbino, Civitanova o Ascoli per capire e toccare con mano quanta vita sociale ed economica in più ci sia in quelle realtà rispetto alla dorica. Invito i lettori ad esprimersi su questo concetto.

In ultimo, al di là delle manovre di partito e degli eventuali interessi in gioco, personalmente m’interessa poco chi sarà il candidato Sindaco di Ancona del centrosinistra. Che sia Simonella o che sia Pesaresi – dalle voci di corridoio, il vincitore delle primarie del centrosinistra si dovrà misurare con il candidato di centrodestra Daniele Silvetti, attuale presidente dell’Ente Parco del Conero, ma non c’è nulla di ufficiale – quel che davvero m’interessa, e credo sia così anche per la gran parte degli anconetani, è che il nuovo Sindaco di Ancona abbia le capacità necessarie, e la giusta visione, per riportare Ancona al centro della regione Marche sul piano politico, geografico, sociale, industriale, culturale e turistico. Un gran lavoro, non lo nego, ma è un lavoro che va fatto se Ancona vuole restare a pieno titolo capoluogo di regione.

© riproduzione riservata


link dell'articolo