In bici da Castelfidardo a Berlino al ritmo della fisarmonica

PIFaround e "Il pentagramma a pedali"

Castelfidardo, 25 agosto 2020 – Dalle Marche in Germania sui pedali della musica; è l’obiettivo della manifestazione PIF Around (Premio Internazionale della Fisarmonica) che, in collaborazione con il format Il Pentagramma a pedali, si propone di unire musica, avventura, bicicletta e turismo ecosostenibile.

Uno staff di artisti ed operatori culturali, guidati dall’assessore Ruben Cittadini in rappresentanza del Comune di Castelfidardo e dal cantante Giacomo Medici ideatore del format, si muoverà dalla culla dello strumento ad ancia per arrivare a Berlino: la bicicletta è il mezzo utilizzato dagli artisti per raggiungere i luoghi nei quali si terranno le esibizioni, alcune delle quali di natura itinerante; il viaggio diventerà inoltre un docufilm, che racconterà tappa dopo tappa, concerto dopo concerto, un progetto davvero innovativo nel suo genere.

Castelfidardo – da sx: l’assessore Ruben Cittadini, il sindaco Roberto Ascani e Giacmo Medici

Promosso dal Comune di Castelfidardo, l’evento rappresenta uno dei tasselli di documentazione e di avvicinamento al riconoscimento della fisarmonica e del tessuto culturale – imprenditoriale fidardense nel Patrimonio Mondiale Unesco.

La performance musicale, intitolata significativamente “Il Pentagramma a pedali”, avrà di volta in volta una natura musicale differente, toccando generi vari: world music, opera, jazz, tango, folk, in base agli artisti che si incontreranno lungo il percorso e alle location che si prestano a fare da cornice. Un progetto trasversale che coinvolge personaggi noti del mondo della musica e dello sport, la cui carriera è legata in qualche modo alle tematiche che ispirano il PIFaround: artisti, organizzatori e in alcuni casi il pubblico stesso confluiranno sul luogo delle esibizioni pedalando, peculiarità che caratterizzerà l’intera l’iniziativa.

Sabato 29 agosto – in occasione dell’inaugurazione del Museo della Fisarmonica, si svolge nel Salone degli Stemmi della civica residenza (ore 11.00) un concerto di presentazione, affidato al duo composto dal direttore artistico del PIF Renzo Ruggeri (fisarmonica) e da Giacomo Medici (voce).

Domenica 30 agosto – Prende il via la prima tappa a pedali da Piazza della Repubblica alle 10.30, con arrivo a Pesaro, dove gli artisti avranno la possibilità di esibirsi a Casa Rossini, ovvero il luogo natale del grande compositore marchigiano; poi, sarà la volta di Villa Giulia Luciano Pavarotti, dove il famoso tenore italiano era solito soggiornare. Dopo due settimane circa di percorso, il traguardo finale è rappresentato da Klingenthal (città tedesca gemellata con Castelfidardo), dove si terrà martedì 8 settembre il concerto conclusivo, con successivo trasferimento a Berlino.

Il ritorno della carovana artistica nella città della fisarmonica coinciderà con l’inizio del Premio internazionale ad essa dedicato, ovvero il PIF. Tra le città italiane che verranno toccate ricordiamo oltre a Pesaro, Cervia, Cento, Castelvetro di Modena, Venezia, Padova, Povoletto, Udine e Gorizia.

Castelfidardo – da sx: il cantante Giacomo Medici ideatore del format e l’assessore alla Cultura Ruben Cittadini 

«Il progetto è sostenuto anche dalla Fondazione Michele Scarponi, della quale durante il viaggio verrà fornito materiale informativo con lo scopo di sensibilizzare i presenti alle tematiche inerenti la sicurezza stradale», spiega Giacomo Medici, che tra l’altro nel suo passato da ciclista ha gareggiato con Scarponi stesso.

Altra importante realtà a supporto del progetto è la Fiab Vallesina (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta), che ha per finalità la diffusione della bicicletta come mezzo di trasporto intelligente ed ecologico, in un quadro di riqualificazione dell’ambiente urbano ed extraurbano.

«I concetti di ‘muoversi in bicicletta’ e di ‘concerto itinerante’ saranno anche veicoli promozionali per la regione Marche reputando il bike-tourism un cluster fondamentale per il turismo dei prossimi cinque anni, incentivandolo ad ogni fiera nazionale ed internazionale di settore», sottolinea l’assessore alla cultura Ruben Cittadini indirizzando un ringraziamento a Decathlon Camerano e Super Bike Planet Castelfidardo. «Il PIFaround – ricorda Cittadini – ha sempre avuto il ruolo culturalmente aggregante di apripista al PIF toccando nel passato i Comuni Loreto, Camerano, Numana, Fermo, Recanati, Genga Frasassi».

Fra gli artisti che si metteranno in sella, oltre a Giacomo Medici, ricordiamo Renzo Ruggeri, Daniele Di Bonaventura, Marco Scarponi, Sam Paglia, Giampaolo Mrach, Zambramora, Francesca Matacena.

 

redazionale

© riproduzione riservata


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

La vita con i cani è… meravigliosa!

Quattordici modi per coniugarla dal profondo dell’anima


13 gennaio 2022Piera Alessio (nella foto con la sua cagnolina Nina), torna in questo spazio “Paneburroemarmellata” (glielo cedo sempre con profonda stima, amicizia e rispetto oltre che per il suo grande cuore e la sua grande penna), per raccontarci com’è, dal suo punto di vista, la vita con i cani che lei declina e descrive in svariate sfaccettature. Un argomento solo all’apparenza scontato, che solo chi ha posseduto o possiede un cane può davvero cogliere nella sua essenza. Scrive Piera:

“La vita con i cani è strana. Diventerai, senza che nessuno te lo insegni o ti spieghi come farlo, il capo branco di un cane che sarà pronto a qualunque cosa per te non appena saprà riconoscere il tuo odore e la tua voce.

La vita con i cani è misteriosa. Sarai spiato da un Grande Fratello peloso che non perderà nessun tuo movimento, specialmente quando capirà dove sono la cucina ed il recipiente dei biscotti.

La vita con i cani è crescere. Non puoi farci niente, non puoi fermare il tempo perché quel cucciolo che hai tenuto in braccio crescerà troppo velocemente, per diventare il grande amico che ti vorrà accompagnare ovunque andrai. I cuccioli durano troppo poco.

La vita con i cani è confronto. Avrai sempre uno sguardo con il quale misurarti, affogherai senza poterti salvare nelle profondità inimmaginabili degli occhi di un cane. Dove la gente crede che non ci sia un’anima.

La vita con i cani è sincera. Non avrai bisogno di raccontar loro una bugia o delle storie inventate perché tanto, qualunque cosa tu dica loro, i cani la sanno. Sempre.

La vita con i cani è scomoda. Ti ritroverai una sera d’inverno, con la tramontana che ti graffia il viso ed il gelo che ti arriva alle ossa, a passeggiare da solo con il tuo cane che corre e scodinzola felice, incurante del vento che gli arruffa il pelo e del caldo che avete lasciato in casa.

La vita con i cani è buffa. Parlerai con un essere che non ti potrà mai rispondere e che però ascolterà ogni tua parola, con così tanta attenzione ed interesse che non ritroverai in nessun altro uomo o donna al mondo.

La vita con i cani è ritorno a casa. Nessuno come il tuo cane sarà felice di vederti ogni volta che spunterai dalla porta dalla quale ti ha visto andar via; imparerà i tuoi orari, riconoscerà il tuo passo e sarà lì ad aspettarti, anche quando sarà vecchio e stanco, saltando di gioia come se non ti vedesse da un mese. Anche se sei uscito per comprare il giornale.

La vita con i cani è rinuncia. Perderai, a poco a poco, quella porzione di divano su cui stavi tanto comodo, dove ti godevi il riposo ed il meritato relax dopo giornate faticose e noiose. E la cosa bella sarà che non ti dispiacerà affatto.

La vita con i cani è comunione. Dividerai il tuo ultimo boccone con il tuo cane, perché non potrai resistere al suo sguardo implorante che hai incrociato purtroppo per te mentre stavi cenando.

La vita con i cani è insegnamento. Sono loro che ti mostreranno, semplicemente correndo in un prato o sulla riva del mare, la bellezza di una giornata di sole e l’importanza di stupirsi – ogni volta – davanti alle cose semplici.

La vita con i cani è amore. Quello che proverai ad emulare, che proverai a restituire al tuo cane senza però riuscirci. Ma cimentarti in questa prova sarà una delle tue imprese più entusiasmanti.

La vita con i cani è un viaggio. Nessun sentiero di montagna ti sembrerà lo stesso dopo che lo avrai percorso insieme al tuo cane: ricorderai profumi, odori e colori del bosco che prima non avevi sentito o visto; proprio come succederà per il tratto di vita che farete insieme.

La vita con i cani è una parentesi. Per te è una parte della tua vita, un dolce intervallo fra mille impegni e anni da riempire di cose da fare, un breve cammino insieme ad un cane che tu ben sai, ad un certo punto, si fermerà per lasciarti andare da solo. Invece, per il tuo cane, la tua vita è tutto.

La vita con i cani è meravigliosa“.

di Piera Alessio

© riproduzione riservata


link dell'articolo