Castelfidardo – Girogustando, una notte nera con suspence

Giovedì 3 agosto: tributo agli AC/DC, giochi di ruolo e party games nell'ultimo appuntamento stagionale

Castelfidardo – Èuna “notte nera” con brividi e suspence quella che chiude il bel percorso di Girogustando, la rassegna eno-gastronomica del giovedì organizzata dall’Amministrazione comunale in collaborazione con i commercianti, che sta riversando fiumi di gente nel centro storico.

L’ultimo appuntamento stagionale è all’insegna di storie, suoni e cibi dagli ingredienti degni del miglior fantasy. Al rintocco di Hells Bells, la TNT AC/DC Tribute Band, squarcia una notte dark con il sound di una band “cult” (22.00, piazza della Repubblica), capace di trasmettere l’intensità sonora e la “carica” che ha da sempre contraddistinto i concerti della band originale fondata dai fratelli Angus e Malcolm Young.

Castelfidardo – Girogustando, foto d’archivio

E se la storia de “La bella e la bestia” caratterizza l’angolo dedicato alle fiabe, i bambini sono altresì protagonisti a Porta Marina de “Il cibo che me…manga“, videomapping dei cartoons realizzati dai ragazzi dei centri estivi nel corso dei laboratori creativi in collaborazione con Sch!Studio.

L’atmosfera thriller è poi garantita da Mega Kaleidos, il noto party games che sarà guidato dal suo creatore Spartaco Albertarelli, già responsabile dello sviluppo della linea RisiKo! ed autore di decine di giochi, molti dei quali tradotti anche in giapponese e coreano.

La Brass Age Italia coinvolgerà invece grandi e piccini nel gioco di ruolo creato da Simone Fini e Riccardo Giuliani che assieme ad altri masters faranno indossare allo spettatore i panni di agente segreto del Conte di Cavour per risolvere le situazioni che possono mettere in pericolo l’Italia nata con la Battaglia di Castelfidardo del 1860. Musica, mercatino, truccambimbi e cocomerata completano poi l’offerta di Girogustando il cui piatto forte rimangono i menu offerti dai sedici punti ristoro all’aperto o in locali climatizzati.

Girogustando – Quinto quarto con il brivido – la Notte Nera

Programma completo di giovedì 3 agosto

Dalle 19.00 – Centro Storico. L’estate sulla pelle. Con Valentina Galli truccabimbi e bodypainting diventano arte di strada. ExpoGustando, a spasso tra bijoux e quadri, arte e artigianato, enogastronomia e collezionismo. Sound art corners 7 isole artistiche per esibirsi in libertà. Musica itinerante con i Grazie Grazià

dalle ore 21.00 – Piazzale don Minzoni (Porta Marina) Un grande parco giochi per divertirsi a tutte le età con i loro creatori Il cibo che me… manga. Davvero i bambini amano solo il cibo spazzatura? Le risposte nel videomapping dei cartoons realizzati dai ragazzi dei centri estivi nel corso dei laboratori creativi. In collaborazione con Sch!Studio

ore 21.30 – Piazzale don Minzoni (Porta Marina) La caminata, storie tra passo e spasso – Racconti classici come non li hai mai sentiti La bella e la bestia

Mega Kaleidos. A guidare i concorrenti del party-game più famoso al mondo il suo creatore Spartaco Albertarelli. Già responsabile dello sviluppo della linea RisiKo!, Albertarelli ha pubblicato decine di giochi per adulti e bambini, molti dei quali tradotti anche in giapponese e coreano.

Brass Age Italia. Benvenuto a Castelfidardo, dove è stata fatta l’Italia! Vesti i panni di agente segreto del Conte di Cavour e risolvi le situazioni che possono mettere in pericolo la nazione nata con la Battaglia di Castelfidardo. I creatori del gioco di ruolo del momento, Simone Fini e Riccardo Giuliani, ed altri masters ti accompagnano alla scoperta dei tuoi straordinari poteri.

dalle ore 21.30 – Music Points Pub O’Brian, Via Marconi, 11 Karaoke Tiffany Café, Piazzale don Minzoni Weekend Band live

ore 22.00 – Piazza della Repubblica AC/DC Tribute con la TNT AC/DC Tribute Band.

ore 22.30 – Piazzale don Minzoni (Porta Marina) La caminata, storie tra passo e spasso – Racconti classici come non li hai mai sentiti La bella e la bestia.

 

redazionale

 


Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Speciale Festival di Sanremo: la prima serata

7/8 febbraio 2023 – Le prime 14 canzoni in gara


Sanremo, 8 febbraio 2023 – Un’apertura patriottica quella della 73esima edizione del Festival di Sanremo targata Amadeus-Gianni Morandi, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella (foto), con Roberto Benigni a rompere il ghiaccio sviscerando un pistolotto sulla Costituzione e il no alla guerra. Alle 21.20 precise, partenza ufficiale della competizione canora con l’esibizione del primo artista in gara: Anna Oxa con il pezzo Sali. Subito, a seguire, il secondo big: gIanmaria (vincitore di Sanremo Giovani), con la canzone Mostro.

Neanche il tempo di prendere il ritmo che ecco salire sul palco la prima delle co-conduttrici: Chiara Ferragni. La signora Fedez, anche qui senza perdere tempo, presenta il terzo artista in gara: Mr. Rain con Super eroi, con la complicità di un coro di bimbi, il biondo artista cattura la mia attenzione. È la volta degli ospiti vincitori della passata edizione: Mahmood & Blanco con Brividi, brano accompagnato da una sequela di premi e milioni di visualizzazioni sui social. Ma davvero il pezzo vale così tanto?

Dopo un’ora e un quarto di trasmissione arriva il quarto cantante in gara: Marco Mengoni che canta Due vite, anche lui accompagnato da oltre 60 dischi di platino e svariati milioni di like sui social. Sarà un successo. Ritmo canoro di nuovo spezzato con l’arrivo dell’ospite Elena Sofia Ricci: usare lo spazio del palco di Sanremo per promuovere la sua prossima fiction ce lo poteva anche risparmiare. Alle 22.15 la quinta cantante in gara: Ariete con Mare di guai: la sua vasca malinconica piena di squali è un po’ vuota di melodia. Segue intermezzo divertente di Gianni Morandi con le sue peggiori canzoni.

Ore 22.40, sesto big in gara: Ultimo con Alba: tanta roba, tanto cuore, in una parola, una vera canzone. Altro intermezzo spezza ritmo in esterna con Piero Pelù in Piazza Colombo che canta Gigante. Settimi in gara il duo Coma_Cose con L’addio: addio. A seguire, altro lungo intermezzo ospiti con i Pooh: l’età inizia a farsi sentire ma il talento è immenso. Alle 23.30 ottavo artista in gara: Elodie con Due: tante piume nere a svelare una gran silhouette per un pezzo che andrà molto in radio. Nude look della Ferragni (disegnato e non trasparente), per lanciare un messaggio alle donne: “non abbiate paura”. A seguire, collegamento con il rapper Salmo a bordo della Costa Smeralda. La mezzanotte viene salutata dal nono big in gara: Leo Gassmann con Terzo cuore, quello riservato all’amore.

C’è il tempo per un veloce Tg1 e l’esibizione dell’ospite Blanco con L’isola delle rose: bruttissimo lo spettacolo che offre, prendendo a calci i fiori che ornano il proscenio del teatro Ariston, se lo poteva evitare. Il pubblico in sala lo boccia in toto e spera di non rivederlo più su quel palco. Anch’io. La gara canora riprende alle 00.20 con i decimi big, i Cugini di Campagna con Lettera 22: fedeli al look e al loro repertorio pop, con un po’ meno di falsetto. Dopo la pubblicità, l’undicesimo big, Gianluca Grignani con Quando ti manca il fiato: intimistico e difficile dialogo tra padre e figlio che ha bisogno di un secondo ascolto. Dodicesimo big, Olly con Polvere: tanto Auto-Tune.

Si fa l’una dell’8 febbraio con l’esibizione dei tredicesimi big in gara, i Colla Zio con Non mi va: giovani loro, allegro il brano poco “sanremese”. A seguire, e a chiudere questa prima serata del Festival di Sanremo, la quattordicesima big, Mara Sattei con Duemila minuti: si sente la mano di Damiano dei Måneskin tra gli autori. Chiusura corale con Il mio canto libero di Lucio Battisti cantato da Gianni Morandi, il coro e il pubblico.

All’una e trenta di notte, arriva la classifica parziale della Sala Stampa di questa prima serata: 1° Marco Mengoni con Due vite; 2° Elodie con Due; 3° Coma_Cose con L’addio; 4° Ultimo con Alba; 5° Leo Gassmann con Tre cuori; 6° Mara Sattei con Duemila minuti; 7° Colla Zio con Non mi va; 8° Cugini di Campagna con Lettera 22; 9° Mr. Rain con Super eroi; 10° Gianluca Grignani con Quando ti manca il fiato; 11° Ariete con Mare di guai; 12° gIanmaria con Mostro; 13° Olly con Polvere; 14° Anna Oxa con Sali.

A quest’ora, nel dare appuntamento alla seconda serata di questa sera mercoledì 8 febbraio che presenta gli altri 14 big in gara, non mi resta che una cosa da dire al conduttore: “Amadeus, dacci un taglio!”

© riproduzione riservata


link dell'articolo