Camerano – Assegnazione delle Civiche Benemerenze

L'elenco dei premiati e tutte le motivazioni

Camerano – L’intero Consiglio comunale si è riunito in seduta aperta al pubblico, martedì 29 agosto alle 10, per la consegna delle Civiche Benemerenze. Un riconoscimento che l’intera comunità assegna, ogni anno: «A quei cittadini, associazioni, studenti, sportivi che, con le loro azioni e il loro impegno hanno dato lustro al nostro paese» come ha spiegato il sindaco Del Bello nella sua introduzione.

Camerano – Il Consiglio comunale in seduta aperta al pubblico durante la consegna delle civiche benemerenze

Troppo piccola la sala consiliare per ospitare tutto il numeroso pubblico: 34 premiati (fra i quali intere squadre sportive), i loro familiari, e tanti cittadini intervenuti per un totale nettamente superiore alle 100 unità, andrebbero accolti in altra sede. Magari, studiando una serata apposita, meno “ufficiale” e più sobria sul piano dello spettacolo. E qui, la mente corre all’impossibilità di utilizzare il Teatro Maratti, location ideale per simili iniziative che giace inutilizzabile e in stato di abbandono da parecchi anni.

I PREMIATI E LE MOTIVAZIONI

Benemerenza

Camerano – Il maestro Angelo Biancamano direttore del Coro Città di Camerano
  • Maestro Angelo Biancamano

“Nel 25° anno di direzione del Coro Città di Camerano. Per averlo diretto con serietà, competenza e dedizione e per averne curato, in qualità di direttore artistico,le prestigiose iniziative nel corso degli anni. Il suo impegno ha permesso al Coro di raggiungere un livello qualitativo d’eccellenza”

Attestato di elogio pubblico

Camerano – Il professor Fiorenzo Bastianelli
  • professor Fiorenzo Bastianelli

“Per esseersi distinto presso i più importanti centri di ricerca nazionali e internazionali, contribuendo a promuovere un’immagine positiva di Camerano nel mondo”

Camerano – Galizio Saraceni presidente dell’Asd Crazy Bike
  • Asd Crazy Bike

“Per organizzare da 15 anni, con competenza e passione, la RampiConero. Un evento che richiama oltre mille ciclisti promuovendo il territorio di Camerano e l’intera Riviera del Conero”

Camerano – Alessandro Nitti
  • Alessandro Nitti

“Per essersi distinto in ambiente musicale fin da giovanissimo. Il talento e l’amore per la musica in tutte le sue forme ed espressioni gli hanno permesso di accedere alle migliori scuole di musica in Italia e nel mondo”

Camerano – Francesco Burattini
  • Francesco Burattini

“Appassionato conoscitore dell’area del Conero. Da oltre 40 anni abbina ricerca e studio dei luoghi. Attraverso le sue pubblicazioni è riuscito a promuovere il territorio, diffondendone conoscenze di carattere naturalistico ed artistico”

Camerano – Volontariato e Protezione civile
  • Nucleo Volontariato e Protezione civile Anc Ancona Parco del Conero

“Per le attività di protezione civile svolte in collaborazione con il Gruppo comunale. Il nucleo, sempre presente nelle situazioni di calamità, ha partecipato a tutte le iniziative svolte sul territorio”

Camerano – Mario Baldella
  • Mario Baldella

“Per aver dimostrato, nei 42 anni di attività, un forte senso di appartenenza e fedeltà a Camerano. Si è distinto in manifestazioni internazionali fra le più famose ed apprezzate. Il suo salone è riconosciuto fra i migliori in Italia”

Dipendenti

Camerano – Giuseppe Antonini
  • Giuseppe Antonini

“Per aver prestato servizio alle dipendenze del Comune di Camerano”

Meriti scolastici

  • Martina Gambini

“Per aver conseguito nell’anno scolastico 2016/17 il diploma di maturità con il massimo dei voti”

  • Giulia Marchetti

“Per aver conseguito nell’anno scolastico 2016/17 il diploma di maturità con il massimo dei voti”

  • Anna Reggenti

“Per aver conseguito nell’anno scolastico 2016/17 il diploma di maturità con il massimo dei voti”

  • Camilla Baldascini

“Per aver conseguito nell’anno scolastico 2016/17 il diploma di maturità con il massimo dei voti”

  • Elisa Monaci

“Per aver conseguito nell’anno scolastico 2016/17 il diploma di maturità con il massimo dei voti”

  • Alessandro Buscarini

“Per aver conseguito nell’anno scolastico 2016/17 il diploma di maturità con il massimo dei voti”

  • Alessandro Marincioni

“Per aver conseguito nell’anno scolastico 2016/17 il diploma di maturità con il massimo dei voti”

  • Sena Santini

“Studentessa di Giurisprudenza presso lo IUSS dell’Università di Pavia si è distinta per profitto, progetti ed impegno civico, vincendo il premio Sandra Bruni istituito dal Collegio GhisLieri. Ha avuto l’onore di presentare la sua tesi al Senato della Repubblica”

  • Letizia Breccia

“Per l’impegno sempre dimostrato e gli ottimi risultati conseguiti nelle attività scolastiche. Si è distinta al Liceo Scientifico G. Galilei di Ancona, ottenendo il riconoscimento di Eccellenza”

  • Alunni di 5 anni della scuola d’infanzia Mengarelli

“Per aver conseguito, con l’elaborato Tutto sulla lana. Emozioni… tra fili, trame e colori, il premio Miglior articolo, le Marche, ovvero l’Italia che fa, al concorso regionale ‘Il giornale della scuola’ indetto dall’Ordine dei giornalisti delle Marche”

  • Studenti classe Vª c della primaria Sperandei

“1° premio al concorso nazionale ‘Inventiamo una banconota’ indetto dalla Banca d’Italia con l’elaborato ‘Le stelle stanno in cielo’. 1° premio al concorso regionale ‘Pace e solidarietà’ indetto dall’Assemblea Legislativa delle Marche; superamento della selezione regionale del concorso ‘I giovani incontrano la Shoah’ indetto dalla Comunità ebraica”

  • Alunne classe 2ª a della secondaria Pellico: Federica Falzone, Silvia Giulietti, Asia luciani, Maria Mingo, Asya Regis

“3° premio al concorso nazionale ‘Donne per le donne, donne per la pace’ indetto dal Miur e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, sotto l’alto patronato della Presidenza della Repubblica”

Meriti sportivi

Camerano – Apd Pallamano Camerano
  • Prima squadra Apd Pallamano Camerano

“Per aver dato lustro e risonanza sportiva alla cittadina anche oltre i confini regionali classificandosi prima al campionato di serie B e assicurandosi la promozione in A2”

  • Giada Battistoni

“Per gli ottimi risultati nella ginnastica artistica, ottenendo il 2° posto nella prima competizione, e il 1° posto nella seconda, della gara regionale di 4ª divisione”

  • Veronica Papa

“Per i risultati ottenuti nella Ginnastica: il 3° posto assoluto syncro al tappeto elastico e il 4° posto nell’individuale Gold del Campionato italiano assoluti di serie A”

  • Camilla Cantarini

“Per i risultati ottenuti nel Pattinaggio artistico nella categoria ‘quartetto’: 1° posto ai campionati regionali di federazione”

  • Marcella Villani

“Per i risultati ottenuti nel Pattinaggio artistico classificandosi al 1° posto ai campionati regionali di federazione”

  • Sofia Finaurini

“Per i risultati ottenuti nel Pattinaggio artistico nella categoria ‘quartetto jeunesse’: 1° posto ai campionati regionali di federazione”

  • Alessandra Marsili

“Per i risultati ottenuti nel Pattinaggio artistico nelle categorie ‘quartetto jeunesse’ e ‘gruppo jeunesse’: 1° posto ai campionati regionali di federazione”

  • Sofia Menghini

“Per i risultati ottenuti nel Pattinaggio artistico nella categoria ‘gruppo jeunesse’: 1° posto ai campionati regionali di federazione”

  • Isabel Cori

“Per i risultati ottenuti nel Pattinaggio artistico nella categoria ‘gruppo jeunesse’: 1° posto ai campionati regionali di federazione”

  • Angelica D’Alberto

“Per i risultati ottenuti nel Pattinaggio artistico nella categoria ‘gruppo jeunesse’: 1° posto ai campionati regionali di federazione”

  • Caterina Pinci

“Per i risultati ottenuti nel Pattinaggio artistico nella categoria ‘gruppo jeunesse’: 1° posto ai campionati regionali di federazione”

  • Matilde Matteucci

“Per i risultati ottenuti nel Pattinaggio artistico a coppie: 1° posto ai campionati italiani di federazione tenuti a Roccaraso nel mese di giugno”

  • Matilde Marcellini

“Per essere stata selezionata a far parte della rappresentativa provinciale di Ancona di pallavolo femminile”

  • Federico Breccia

“Per gli ottimi risultati ottenuti al campionato regionale Fin di nuoto tenuto a Grottammare: 1° posto nei 100 metri rana e 2° posto nei 200 metri rana nella categoria esordienti B”

 

redazionale


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Ciao Anconitana, benvenuta AnconaMatelica

Come andare a letto in Eccellenza e risvegliarsi in Serie C!


Camerano, 16 giugno 2021 – Incubo o sogno? Delusione o gioia? Opportunismo o riscatto? Elemosina o risarcimento? Tutto ciò, e forse ancora di più, deve aver provato quel tifoso del calcio dorico che ieri ha appreso dello tzunami (positivo?) che ha travolto l’Anconitana del presidente Stefano Marconi. Anconitana e presidente che spariscono dal palcoscenico sportivo per far posto al progetto AnconaMatelica arrivato con la forza di un’onda anomala prodotta da quel terremoto (positivo?) del presidente Mauro Canil da Matelica.

Come andare a dormire sapendo di dover affrontare un’altra tribolata annata calcistica in Eccellenza, per risvegliarsi il mattino dopo con la certezza che non sarà tribolata né in Eccellenza bensì in Serie C.

Un sogno, senza dubbio! Invece, parrebbe proprio di no. Condizionale d’obbligo fintanto che le parole, i progetti, le intenzioni e gli impegni non si trasformeranno in fatti reali, concreti, funzionanti. Parrebbe di no dal momento che patron Canil sembra aver convinto e messo d’accordo tutti: tifosi dorici della Nord, Amministratori comunali (Guidotti e Mancinelli) “Non mi è mai capitato di trovare un’Amministrazione così disponibile”, città, giornalisti, scettici, raccattapalle, venditori di bibite e bastian contrari.

Poteva essere diversamente? No. Ieri, in conferenza stampa alla Mole Vanvitelliana, Mauro Canil da Matelica ha parlato forte e chiaro ai presenti nell’esporre il suo progetto che mette al centro, meglio, al vertice della piramide, lo sviluppo senza se e senza ma del settore giovanile (Progetto Giovani del Territorio) con sei squadre che parteciperanno ai vari campionati nazionali. Ragazzi che preferibilmente verranno cercati sul territorio anconetano/marchigiano prima che altrove.  (Nella foto: il presidente Mauro Canil, l’assessore allo Sport di Ancona Andrea Guidotti, il presidente Stefano Marconi).

Poi, verrà l’interesse per la prima squadra con quelle promesse che tanto sono piaciute alla Curva Nord: la società si chiamerà AnconaMatelica, per poi diventare solo Ancona dalla seconda stagione, la maglia sarà biancorossa, avrà lo scudo del Cavaliere armato. «Mi piace molto il Cavaliere – ha sottolineato Canil, che ha comunque aggiunto con convinzione – Vengo ad Ancona ma non vi prometto nulla, faremo una squadra dignitosa e punteremo a restare nella categoria. Tutto quello che verrà in più sarà ben accetto. Marconi ha promesso una sponsorizzazione per i prossimi 5 anni e noi punteremo a coinvolgere nel progetto le aziende del territorio».

Questo era ciò che il mondo del pallone dorico voleva sentirsi dire, e questo Canil gli ha detto. Servito con lucidità, decisione, convinzione, esperienza (per lui parlano i suoi trascorsi e l’apprezzamento che si porta dietro). L’uomo è sembrato degno, serio, credibile, onesto. Il Presidente lo scopriremo man mano, con la convinzione che nessuno prova  a fare calcio solo per gettare soldi dalla finestra. Qualche tornaconto dovrà averlo pure lui. E se lo sai gestire bene il settore giovanile un tornaconto te lo dà.

Prossime tappe del nuovo progetto: entro il 28 giugno, iscrizione della prima squadra al campionato; entro il 15 luglio cambio nome della società con atto notarile. Punti fermi: la dirigenza resterà quella del Matelica con moglie, figlio e dirigenti vari quasi tutti al femminile. L’allenatore sarà quello del Matelica. Previsto qualche inserimento di figure anconetane.

In chiusura un invito a una riflessione che non vuol significare nulla. Semplicemente, una citazione passata per la mente senza riferimenti a chicchesia. È firmata Massimo D’Azeglio: “Saper campare del proprio, poco o molto che sia, è la prima garanzia di una vita onorata e tranquilla. Quando, invece, si comincia a vivere dell’altrui, addio tranquillità e purtroppo non di rado, addio onore”.

© riproduzione riservata


link dell'articolo

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi