Argomenti per categorie

Benemerenze, brillano le eccellenze a Castelfidardo

L’elenco di tutti i riconoscimenti consegnati nella cerimonia odierna durante la solenne seduta del Consiglio comunale

Castelfidardo, 14 maggio 2023 – Un momento di unione, condivisione ed orgoglio. Una cerimonia sentita e partecipata dalla quale emerge l’anima più profonda della città valorizzando le figure che contribuiscono ad elevarla culturalmente e socialmente.

Il grigiore del meteo non offusca la festa patronale a Castelfidardo, perché splendono le storie esemplari dei cittadini benemeriti insigniti delle onorificenze durante la solenne seduta del Consiglio comunale. Come sottolineato dal sindaco Roberto Ascani e dai capogruppo consiliari: «l’unanimità con la quale si è espressa sulle candidature l’apposita commissione e lo spessore dei premiati, testimonia la stima e la valenza istituzionale, ma soprattutto rende merito all’operosità di quanti onorano Castelfidardo con ingegno, generosità e spirito di volontariato».

Castelfidardo – da sx, il vicebrigadiere Francesco Magi, il sindaco Roberto Ascani, Marco Tombolini

Il Sigillo di Castelfidardo è stato attribuito all’ingegnere Marco Tombolini, figura tanto carismatica e mite quanto disponibile, impegnata su molteplici fronti. A lui si deve, fra l’altro, la fondazione di realtà radicate come l’Azione Cattolica Ragazzi e la Croce Verde, ma anche lo sviluppo della città e una progettazione capace di coniugare etica, morale e impeccabile professionalità. Ha commentato Marco Tombolini: «Questo sigillo lo dividerei idealmente in tante particelle includendo tutti coloro che hanno trasformato un sogno, un’utopia in una realtà quotidiana. Il volontariato a Castelfidardo è un’eccellenza che ha costruito il senso di comunità, perché la solidarietà porta con sé il rispetto, giustizia sociale, libertà di mente e di cuore, stimola la partecipazione e la speranza in un mondo rinnovato non solo per noi che lo viviamo ora ma anche per chi verrà dopo di noi».

La Medaglia di Castelfidardo è stata assegnata alla sezione locale dell’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo  rappresentata dal vicebrigadiere Francesco Magi. Una fra le attività associative più longeve e attive che persegue tra i suoi scopi statutari la devozione alla Patria, lo spirito di corpo, il culto delle gloriose tradizioni dell’Arma e incide concretamente attraverso la costituzione di appositi nuclei di volontari, in campo socioassistenziale e culturale con molteplici attività a beneficio della comunità. Come ricordato da Francesco Magi: «l’ANC è stata fondata a Castelfidardo nel 1954, e da allora si sono avvicendati sette Presidenti (Giovanni Marziano, Alessandro Abramo, Umberto Raggetti, Bernardo D’Angelo, Vittorio Rocchi, Gianfranco Foglia, Arduino Franceschini), con un apice di iscritti di 318 unità. In 69 anni ha garantito senza interruzione il proprio servizio, ampliando la sfera delle collaborazioni esterne con le Istituzioni, Autorità Civili, Militari e Religiose, senza mai trascurare i progetti nelle scuole per tenere viva memoria e valori nei giovani».

Il titolo di ambasciatore della fisarmonica è andato al maestro siciliano Roberto Gervasi, un talento puro e versatile, che ha messo a disposizione del mondo della fisarmonica passione, ricerca e innovazione. Un autorevole testimonial delle potenzialità espressive dello strumento ad ancia che soprattutto nell’ambito jazz sta conquistando palcoscenici e platee internazionali.

La cerimonia è poi proseguita consegnando premi collaterali a quei cittadini che si sono distinti in vari ambiti. Maurizio Palpacelli, volontario che contribuisce al decoro dell’ambiente e della città; Francesca Bugiolacchi che con il romanzo d’esordio “Per nessuna ragione” ha vinto un premio Nazionale e veicolato la storia della sua famiglia e della città attraverso pagine intense ed avvincenti. E poi i tanti sportivi simbolo di un tessuto sociale ricco di risorse, talenti, tenacia e capacità tecniche: 

Alessandro Patarca (campione di natural body building), Caterina Logoh (bronzo agli Europei under 20 di basket), Manuel Chiaraluce, Chiara Chiaraluce ed Emma Lucchetti (campioni di danza sportiva), Sara Gharsallaoui (bronzo agli europei di karate), Massimo Magnarelli e Mirko Governatori (bocce), Charles Metonyekpon (campione italiano superleggeri di boxe), la campionessa del mondo di pattinaggio freestyle Viola LucianiGaia Giuliodoro (nuoto, bronzo ai campionati italiani giovanili), la squadra allieve della Diamond Ballet terza allo showdance di Barcellona sotto la direzione di Astinga Del Vicario (Sara Del Vicario, Giulia Elisa Rotaru, Irene Candela, Sara Tontarelli, Gabriella Perugini, Emma Giulia Cingolani, Keylee Magnaterra, Sofia Antonelli, Ilaria D’Acunzio, Rebecca Lanari, Nicholas Mancinelli, Emma Staffolani). E ancora, la Vigor calcio che si è aggiudicata per il secondo anno consecutivo la Coppa Italia di categoria, la Tenax che ha vinto il campionato di serie D di futsal, la Superbike Bravi Platforms Team e Morgan Dubbini, primi classificati al Gran Prix Centro Italia giovanile della disciplina olimpica del cross country.

 

redazionale

© riproduzione riservata