Argomenti per categorie

Un busto per Silvio Scandalli, Camerano celebra il suo più grande imprenditore

L’inaugurazione si terrà domenica 25 giugno alle ore 19.00 in Piazza Roma. La storia della Farfisa

Nel riquadro una fisarmonica di inizio ‘900

Camerano 21 giugno 2023 – Si inaugurerà domenica 25 giugno 2023 alle ore 19.00 in Piazza Roma a Camerano il monumento dedicato a Silvio Scandalli (1889-1977).  Il busto sarà posto all’entrata della piazza centrale di Camerano ed è un ringraziamento e un atto dovuto nei confronti di quello che è stato il più grande imprenditore cameranese di sempre, e il principale artefice del tessuto sociale ed economico di Camerano sino ai giorni nostri.

La Fratelli Scandalli nasce a Camerano nel 1916, quando Silvio. assieme ai fratelli Enrico e Albino, iniziò a produrre fisarmoniche in un piccolo laboratorio casalingo. I fratelli Scandalli sono fra quei pionieri artigiani che realizzeranno l’industria della fisarmonica marchigiana che caratterizzerà uno dei distretti industriali più importanti della regione Marche nel XX secolo.

Silvio Scandalli, nell’immediato dopoguerra, fu attore principale della fusione delle tre maggiori fabbriche di fisarmoniche marchigiane al fine di lavorare assieme alla costruzione di strumenti musicali e all’editoria musicale. Nel 1946 la “Settimio Soprani” di Castelfidardo, la “Scandalli” di Camerano e la “N. Frontalini & F.” di Numana creeranno la FAbbriche Riunite di FISArmoniche, meglio conosciuta con l’acronimo “Farfisa“.

La storia, i prodotti e il successo commerciale di questi ultimi hanno segnato le sonorità di gruppi e band degli anni ’50, 60’, ‘70 e ’80. Una lista lunghissima, ma solo per citare alcuni nomi noti al grande pubblico si va da Aretha Franklin ai Pink Floyd passando per i Led Zeppelin e Mike Oldfield.

Con l’avvento dei sintetizzatori, molti pensarono che l’organo elettronico combo fosse divenuto uno strumento ormai obsoleto, ma il tempo dimostrò il contrario: alla fine degli anni ’70, numerose band punk e new wave come Blondie, e Talking Heads, tornarono a utilizzare tale strumento. Forse, il più famoso brano che ha caratterizzato la Farfisa in questo periodo è stato Crocodile Rock di Elton John.

Il suono Farfisa è oggi utilizzato per conferire un suono anni ’60, ed è apparso di recente su album di tantissimi artisti, fra cui i Green Day e Tom Waits.

Il marchio Scandalli, sotto la guida di Mirco Patarini, Leonardo e Luciano Menghini oggi si occupa di produrre fisarmoniche di qualità, destinate ad artisti di tutto il mondo, prodotte con il marchio “Scandalli Accordions S.r.l.”, fedele alla tradizione di qualità dei prodotti, applicando gli stessi standard alle fisarmoniche a bassi sciolti suonate dai concertisti moderni.

«Scandalli ha dato lavoro e benessere a migliaia di cittadini cameranesi – ha dichiarato il sindaco di Camerano Oriano Mercanteinoltre, ha creato anche tutta la nostra generazione di industriali e artigiani che, usciti dalla sua azienda, si sono messi in proprio ed hanno fatto diventare, negli anni Ottanta, Camerano una vera piccola “Milano”. Un grande cameranese che arrivò addirittura a vincere l’Oscar Mondiale della Fisarmonica nel 1958. Con Settimio Soprani di Castelfidardo e Nazzareno Frontalini realizzò nel 1946 la Farfisa che divenne leader mondiale nel settore degli strumenti musicali e non solo, un gruppo che ebbe, nel momento di maggior splendore, fino a tremila dipendenti».

Il busto che verrà inaugurato domenica 25 giugno è stato realizzato dallo scultore fidardense Renzo Romagnoli.  «La fusione del bronzo è stata eseguita dalla ditta D’Addario di Camerano – sottolinea Barbara Mori, assessore allo Sviluppo Economico e alla Cultura del Comune di Camerano – Tutte le opere d’installazione sono state eseguite dal nostro Comune. Determinante poi il contributo della Pro Loco Maratti e in particolare della presidente Alessia Barcaccia per la parte burocratica e organizzativa. Ci tengo a ricordare che l’opera è stata realizzata con fondi provenienti da una raccolta popolare indetta dal Gruppo Marattiano di Camerano del prof. Sandro Strologo e del dott. Fiorenzo Santini che ha avuto grande successo sia tra la nuova imprenditoria cameranese, molta della quale derivante dal dna dello stesso Scandalli, sia fra tantissimi cittadini cameranesi».

«L’impulso iniziale – spiega la Mori – è partito da un’idea del compianto Floriano Macellari che anni fa avrebbe voluto realizzarla proprio con la collaborazione del Gruppo Marattiano. Mi piace ricordare che l’idea è stata ripresa dall’imprenditore Alberto Fioretti con il supporto della BCC di Filottrano, la sinergia e i consigli della Pro Loco di Castelfidardo di Aldo Belmonti, le pregevoli rifiniture della ditta di restauro Silvia Conte di Castelfidardo e il lavoro filantropico e ineccepibile dell’architetto Sauro Ballarini, creatore del progetto. In ultimo – conclude l’assessore Mori – ricordo che in occasione della cerimonia di inaugurazione sono previste una performance del fisarmonicista Luigino Pallotta, mentre il Gruppo Marattiano inaugurerà una mostra nella chiesa di Santa Faustina dedicata a Silvio Scandalli che rimarrà aperta anche nel successivo weekend dal 30 giugno al 2 luglio dalle ore 17.30 alle 19.30».

 

redazionale

© riproduzione riservata

Tags: