Argomenti per categorie

Rogo alla Forke Lift Service di Osimo in Via dell’Artigianato

In corso le operazioni di spegnimento dell’incendio. Al momento non risultano persone ferite. Il video

Osimo, 8 marzo 2023 – Una spessa nuvola di fumo denso e grigio si è alzata questa mattina intorno alle ore 10.45 da Via dell’Artigianato, ad Osimo, dirigendosi verso la frazione di San Biagio, nuvola visibile anche da Ancona.

A procurarla un incendio di grosse dimensioni scoppiato all’interno dell’azienda Forke Lift Service in zona Pignocco che produce carrelli elevatori. Le fiamme, le prime voci sul posto parlano dello scoppio di una batteria proprio di un carrello elevatore, hanno invaso completamente il piano terra e il primo piano dell’azienda, mandando in frantumi i vetri delle finestre.

Subito accorse sul posto le squadre dei Vigili del fuoco di Osimo e Ancona, ma si attendono ulteriori rinforzi da Jesi. I Carabinieri hanno chiuso tutti gli accessi all’area interessata per permettere ai mezzi di soccorso di muoversi con celerità. Richiesto l’intervento di alcune ambulanze anche se al momento non risultano persone ferite.

Sulla sua pagina social il sindaco Simone Pugnaloni ha diramato una nota: “Visti i venti direzione mare, si raccomanda a tutte le famiglie della zona coinvolta di chiudere tutte le finestre ed evitare attività all’aperto. Già avvisati i plessi scolastici”.

Il video dei primi soccorsi:

Aggiornamento dei VVF delle ore 18.15

Si stanno concludendo con una accurata bonifica, per escludere la riattivazione delle fiamme, le operazioni di spegnimento dell’incendio scoppiato alle 11 circa di oggi presso un’attività di commercializzazione e manutenzione di carrelli elevatori sita in un capannone, della superficie di circa 500 metri quadrati e dove lavoravano 12 persone, ubicato nella zona industriale di San Biagio di Osimo.

L’attività di soccorso è stata condotta da 28 vigili del fuoco e 9 automezzi provenienti dalle sedi di Osimo, Ancona, Jesi e dall’aeroporto di Falconara Marittima coordinati dal funzionario di servizio.

Le operazioni sono state rese particolarmente difficili e critiche dal denso fumo nero che si levava dall’incendio, per la presenza di bombole di gas a rischio esplosione e per i liquidi infiammabili depositati che sono stati costantemente monitorati con l’impiego di termocamere ad infrarossi.

 

redazionale

© riproduzione riservata

 

Tags: