Finisce in carcere la banda di foggiani specializzata nel furto di motocicli

Una brillante operazione dei carabinieri di Osimo iniziata nell’ottobre del 2017

Osimo, 26 maggio – Stroncata una banda di pericolosi criminali di origine foggiane segnatamente di Orta Nova e Cerignola specializzata in furti di motocicli di grossa cilindrata e di ingente valore, molto appetibili sul mercato illecito, commessi in Osimo e nell’hinterland della provincia dorica.

Questa mattina i Carabinieri si sono recati presso le loro abitazioni dove hanno suonato “la sveglia”,  procedendo alla notifica ed al contestuale arresto in esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice del Tribunale di Ancona Dott.ssa Antonella Marrone su richiesta del P.M. titolare delle indagini Dott. Ruggiero Di Cuonzo. I reati contestati sono quelli di associazione a delinquere finalizzata alla commissione continuata di furti.

Alla vista dei militari la banda di ladri, all’unisono, ha detto: «Complimenti, siete stati bravi!»

Si tratta di G.R. di origine serbe ma da anni integrato in Italia e residente ad Jesi (AN), autotrasportatore, sebbene insospettabile ma ritenuto il basista; D.M. di Orta Nova (FG), ritenuto il capo dell’associazione, D.N. di Cerignola (FG) e C.F. di Orta Nova (FG). Nel contesto delle investigazioni sono state arrestate in flagranza di reato e poi denunciate in stato di libertà per analoghi reati altre 4 persone sempre di origini foggiane.

L’operazione condotta è stata denominata “Last Travel” proprio per il modus operandi del sodalizio criminale, e cioè la peculiarità di giungere sistematicamente nelle Marche con apposite “trasferte” settimanali, segnatamente nei Comuni di Osimo e della Val Musone nonché in quelli di Jesi, Ancona e Macerata, al solo fine di commettere furti di motocicli di grossa cilindrata facilmente rivendibili sul mercato illecito parallelo – sia integralmente che come pezzi di ricambio – a danno di ditte di autotrasporti. L’ultimo viaggio però gli è stato fatale, perché sono stati tratti in arresto.

Osimo – da sx: il Maggiore Raffaele Conforti, comandante di Compagnia e il Luogotenente Luciano Almiento a capo della brillante operazione

L’indagine parte nel mese di ottobre 2017, quando i Carabinieri del Nucleo Operativo di Osimo, su denuncia di una guardia giurata dell’Axitea, avviano un’attività finalizzata ad identificare un sodalizio criminale proveniente dalla provincia di Foggia dedito alla perpetrazione di delitti seriali contro il patrimonio e nello specifico di rimorchi e soprattutto di motoveicoli.

Viene fermato D.N. classe 73, nativo e residente a Cerignola (FG) che, durante la permanenza presso la Caserma dei Carabinieri, si vanta di essere dedito da anni a consumare reati contro il patrimonio.

Scattano le indagini e gli investigatori in modo certosino riescono in breve tempo a ricostruire tutta la vita del fermato e soprattutto dei suoi complici. Giungono così all’individuazione del “basista” autotrasportatore, capace di fornire in poco tempo notizie utili ai “compagni foggiani” per giungere ad Osimo e depredare quanto concordato ed individuato.

Numerosi furti presso magazzini di stoccaggio e ditte ubicate in Osimo, non sono stati portati a termine solo grazie all’azione preventiva dei Carabinieri che, dispiegando pattuglie sul territorio hanno fatto sì che gli stessi desistessero.

Il modus operandi della banda:

  • per i furti di motocicli, individuati ovviamente del basista jesino, i foggiani arrivavano sul posto con un autocarro a noleggio dotato di una pedana meccanica mediante la quale caricavano la moto alla luce di giorno facendo ritorno nell’hinterland foggiano;
  • per i furti nelle ditte, sempre individuate dall’autotrasportatore-basista jesino, giungevano sul posto con un autocarro di grosse dimensione ove poter occultare la refurtiva;
  • per il furto di rimorchi, commessi nell’area portuale di Ancona, giungevano sul posto con una motrice attendendo lo sbarco della motonave dalla Grecia che avveniva nei week-end, in modo tale che solo il lunedì i proprietari si avvedevano del furto.

Nel corso di tutta l’attività investigativa, i Carabinieri di Osimo hanno accertato ben 10 furti per un danno economico di oltre 500.000,00 euro, rinvenendo e restituendo ai legittimi proprietari quanto asportato.

 

redazionale

 


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

La vita con i cani è… meravigliosa!

Quattordici modi per coniugarla dal profondo dell’anima


13 gennaio 2022Piera Alessio (nella foto con la sua cagnolina Nina), torna in questo spazio “Paneburroemarmellata” (glielo cedo sempre con profonda stima, amicizia e rispetto oltre che per il suo grande cuore e la sua grande penna), per raccontarci com’è, dal suo punto di vista, la vita con i cani che lei declina e descrive in svariate sfaccettature. Un argomento solo all’apparenza scontato, che solo chi ha posseduto o possiede un cane può davvero cogliere nella sua essenza. Scrive Piera:

“La vita con i cani è strana. Diventerai, senza che nessuno te lo insegni o ti spieghi come farlo, il capo branco di un cane che sarà pronto a qualunque cosa per te non appena saprà riconoscere il tuo odore e la tua voce.

La vita con i cani è misteriosa. Sarai spiato da un Grande Fratello peloso che non perderà nessun tuo movimento, specialmente quando capirà dove sono la cucina ed il recipiente dei biscotti.

La vita con i cani è crescere. Non puoi farci niente, non puoi fermare il tempo perché quel cucciolo che hai tenuto in braccio crescerà troppo velocemente, per diventare il grande amico che ti vorrà accompagnare ovunque andrai. I cuccioli durano troppo poco.

La vita con i cani è confronto. Avrai sempre uno sguardo con il quale misurarti, affogherai senza poterti salvare nelle profondità inimmaginabili degli occhi di un cane. Dove la gente crede che non ci sia un’anima.

La vita con i cani è sincera. Non avrai bisogno di raccontar loro una bugia o delle storie inventate perché tanto, qualunque cosa tu dica loro, i cani la sanno. Sempre.

La vita con i cani è scomoda. Ti ritroverai una sera d’inverno, con la tramontana che ti graffia il viso ed il gelo che ti arriva alle ossa, a passeggiare da solo con il tuo cane che corre e scodinzola felice, incurante del vento che gli arruffa il pelo e del caldo che avete lasciato in casa.

La vita con i cani è buffa. Parlerai con un essere che non ti potrà mai rispondere e che però ascolterà ogni tua parola, con così tanta attenzione ed interesse che non ritroverai in nessun altro uomo o donna al mondo.

La vita con i cani è ritorno a casa. Nessuno come il tuo cane sarà felice di vederti ogni volta che spunterai dalla porta dalla quale ti ha visto andar via; imparerà i tuoi orari, riconoscerà il tuo passo e sarà lì ad aspettarti, anche quando sarà vecchio e stanco, saltando di gioia come se non ti vedesse da un mese. Anche se sei uscito per comprare il giornale.

La vita con i cani è rinuncia. Perderai, a poco a poco, quella porzione di divano su cui stavi tanto comodo, dove ti godevi il riposo ed il meritato relax dopo giornate faticose e noiose. E la cosa bella sarà che non ti dispiacerà affatto.

La vita con i cani è comunione. Dividerai il tuo ultimo boccone con il tuo cane, perché non potrai resistere al suo sguardo implorante che hai incrociato purtroppo per te mentre stavi cenando.

La vita con i cani è insegnamento. Sono loro che ti mostreranno, semplicemente correndo in un prato o sulla riva del mare, la bellezza di una giornata di sole e l’importanza di stupirsi – ogni volta – davanti alle cose semplici.

La vita con i cani è amore. Quello che proverai ad emulare, che proverai a restituire al tuo cane senza però riuscirci. Ma cimentarti in questa prova sarà una delle tue imprese più entusiasmanti.

La vita con i cani è un viaggio. Nessun sentiero di montagna ti sembrerà lo stesso dopo che lo avrai percorso insieme al tuo cane: ricorderai profumi, odori e colori del bosco che prima non avevi sentito o visto; proprio come succederà per il tratto di vita che farete insieme.

La vita con i cani è una parentesi. Per te è una parte della tua vita, un dolce intervallo fra mille impegni e anni da riempire di cose da fare, un breve cammino insieme ad un cane che tu ben sai, ad un certo punto, si fermerà per lasciarti andare da solo. Invece, per il tuo cane, la tua vita è tutto.

La vita con i cani è meravigliosa“.

di Piera Alessio

© riproduzione riservata


link dell'articolo