Argomenti per categorie

Osimo Stazione: Amministrazione, se ci sei batti un colpo!

Il ‘Palazzo’ osimano sembra aver dimenticato le promesse sulla sicurezza fatte alla frazione

Osimo Stazione, 29 settembre 2020 – Passate le elezioni, passato San Giuseppe, passato il Ferragosto osimano e le tante altre iniziative che hanno tenuto impegnati gli Amministratori comunali, la frazione di Osimo Stazione si sente sempre più trascurata dal ‘Palazzo del Governo’ e lo denuncia apertamente. Lo fa sui social, attraverso un post articolato a firma Enzo Lucesoli, portando alla ribalta alcune delle tante promesse fatte sulla sicurezza a tutt’oggi ancora in attesa d’essere realizzate.

Lucesoli, preoccupato, scrive: “Sarebbe ora di far sapere ai cittadini di Osimo Stazione a che punto siamo con lo studio delle fogne e delle caditoie lungo la statale, perché le precipitazioni atmosferiche non hanno più una regola e possono accadere in qualsiasi momento, ci sembra sia passato un anno dalle ultime promesse».

L’incidente stradale di qualche giorno fa all’altezza dell’incrocio per Castelfidardo che da tempo avrebbe bisogno di una rotatoria

Il post continua sottolineando scelte fatte nel centro storico di Osimo ma che per la frazione sono fini a se stesse: «Avete abbellito il centro con fioriere , bene, è giusto, ma credeteci: agli “stazionari” interessa molto poco la cosa, loro sono interessati molto di più alla messa in sicurezza delle abitazioni, dei negozi e delle persone. A proposito di sicurezza – continua la denuncia di Lucesoli – rifate le strisce pedonali in tempi un po’ sospetti, quando sarebbe opportuno controllare più spesso la segnaletica e la viabilità in tutta la frazione».

Osimo Stazione – L’erba alta e i cespugli non tagliati impediscono l’utilizzo del marciapiede

Sono diverse le richieste fatte al Sindaco che vengono puntualmente ignorate o eluse con scuse diverse, che Lucesoli elenca puntando il dito: «La richiesta di un Vigile urbano a tempo pieno, viste le problematiche della nostra frazione, viene sempre elusa con diverse motivazioni. Il problema di una rotatoria all’incrocio per Castelfidardo, dove c’è stato un ennesimo incidente pochi giorni fa, non vi sfiora nemmeno perché non è sotto la vostra giurisdizione, ma il disagio si ripercuote sulla nostra frazione. La promessa di installare telecamere di videosorveglianza nei pressi della nuova rotatoria, dov’è finita? Il marciapiede sulla statale di fronte allo sbocco di Via Mameli è invaso dall’erba, tanto da far scendere in strada i pedoni e le mamme con il passeggino o il carrellino della spesa».

Enzo Lucesoli è consapevole che quest’ultimo intervento non è competenza diretta del Comune di Osimo, infatti spiega: «D’accordo, ci dovrebbero pensare le Ferrovie dello Stato a tagliarla dal momento che fuoriesce dalla loro recinzione, ma chi glielo dice? Tre mesi fa l’avevo fatto notare ai ragazzi di Osimo Servizi che stavano tagliando l’erba nell’aiuola dell’incrocio, e loro si sono gentilmente prestati a ripulire il marciapiede. Da allora, più niente. A quando un’assemblea pubblica – conclude Lucesoli – con tutte le regole del caso con il Consiglio di Quartiere?»

 

redazionale

© riproduzione riservata

Tags: