Argomenti per categorie

Osimo sollecita l’Ast 2 alla manutenzione dell’area ex Muzio Gallo

L’azienda sanitaria, proprietaria dell’immobile, ha risposto che già in agosto provvederà a taglio dell’erba e verifica stabilità delle piante ad alto fusto

Osimo, 18 luglio 2023 – A seguito di numerose segnalazioni di degrado diffuso e incursioni di animali e persone sia di giorno sia di notte, inviate dai residenti osimani in zona, il Comune ha inviato una richiesta scritta all’Azienda Sanitaria Territoriale 2 di Ancona, proprietaria dell’immobile, sollecitandola alla manutenzione dell’area dell’ex ospedale Muzio Gallo di Via Striscioni.  

Osimo – Lo stato di abbandono in cui versa l’ex Muzio Gallo (foto d’archivio)

«Abbiamo evidenziato ad Ast proprietaria dell’immobile – spiega il sindaco Simone Pugnalonila necessità di mettere in sicurezza l’area con integrazione della recinzione dove mancante o danneggiata, e l’installazione di cartelli di segnalazione pericolo e divieti per controllare meglio la pubblica incolumità dell’accesso di estranei al sito.

Abbiamo sollecitato il taglio di tutta la vegetazione infestante e la rimozione di rifiuti e ogni condizione di rischio per l’igiene e la salute pubblica – continua il primo cittadino osimano – specialmente a ridosso con i confini di proprietà e la pubblica via. Infine, si è evidenziato il bisogno di verificare la stabilità delle alberature di alto fusto e la loro eventuale potatura e messa in sicurezza, specialmente quelle ai confini».

Ast 2 ha risposto al sollecito spiegando che per quanto riguarda il taglio dell’erba e la verifica della stabilità delle alberature d’alto fusto, ha approvato il 14 luglio una determina per aderire alla convenzione Suam “Global service del patrimonio stradale e verde della Regione”. Completate le procedure di convenzionamento potrà effettuare gli interventi, forse già ad inizio agosto.

«L’invito che mi sento di fare come sindaco alle autorità competenti Ast e Regione in primis – conclude Pugnaloni – è non solo di provvedere alla manutenzione ordinaria dell’ex Muzio Gallo, ma di condividere con Comune e associazionismo locale un percorso che possa portare alla riapertura prima del parco che lo circonda e, poi, alla valorizzazione dello stesso nosocomio abbandonato da ormai troppi decenni. Decidiamo insieme come ridare lustro ad un pezzo di storia di Osimo».

 

redazionale

© riproduzione riservata

Tags: