Argomenti per categorie

Osimo ragiona su sicurezza in centro e nuovo regolamento dehors

L’Amministrazione proporrà agli esercenti di attivare una vigilanza privata e di allargare la superfice esterna occupata

Osimo, 21 marzo 2022 – L’amministrazione comunale ha incontrato la scorsa settimana una delegazione dei residenti del centro storico per affrontare il tema della sicurezza e dell’ordine pubblico, messi a repentaglio soprattutto di sera nei fine settimana.

Il 31 marzo scade l’ordinanza in atto

L’Amministrazione ha confermato che l’ordinanza che vieta il consumo e la vendita d’asporto di sera, e che ha limitato le situazioni di disagio e bivacchi, scadrà il 31 marzo in quanto contingente allo stato d’emergenza che non è stato rinnovato dal Governo centrale.

Ha però assicurato che con il nuovo regolamento dei dehors porrà vincoli e responsabilità a carico degli esercenti anche in tema di decoro urbano e chiusura dei locali. Agli Esercenti l’Amministrazione proporrà l’attivazione di vigilanza privata dando la disponibilità a sostenerli con contributi, mentre alla Protezione civile chiederà di svolgere servizi di perlustrazione nei vicoli e nelle piazze dove non ci sono i locali presidiati dai loro vigilantes.

Confermato poi l’impegno sulle nuove telecamere di videosorveglianza appena sarà approvato il Bilancio di previsione 2022, come illustrato già in passato dall’assessore alla sicurezza Federica Gatto (investimento di 100.000 euro per 34 nuove spy-cam).

 Nuovo regolamento dei dehor

L’assessore al Commercio e al Turismo Michela Glorio sta lavorando in questi giorni sul nuovo regolamento dei dehors, che in parte è stato illustrato ai residenti del centro e a giorni verrà dibattuto con le associazioni di categoria.

L’intenzione dell’Amministrazione comunale è di rendere gli allestimenti esterni più ampi rispetto a quelli previsti dall’attuale regolamento (massimo di 25 mq.), e più accoglienti anche nella stagione invernale.

Un esempio di dehor permanente

Sulle dimensioni dell’ampliamento esterno si sta valutando la percentuale di limite massimo occupabile rispetto alla superficie interna dedicata alla somministrazione, dal momento che nella maggior parte dei casi Osimo ha locali con una limitata capacità di somministrazione interna.

Altra novità sostanziale sarebbe l’introduzione del “dehor continuativo” che supera il carattere stagionale del “dehor temporaneo”: l’occupazione del suolo pubblico potrà essere concessa per un periodo di tempo maggiore rispetto ai periodi attuali che, di norma, non superano l’anno.

Il regolamento vuole mantenere l’equilibrio tra le esigenze degli operatori commerciali, della clientela e dei cittadini, permettendo agli esercenti di poter programmare gli investimenti e di presentarsi alla Soprintendenza con un progetto da realizzare.

Con il bilancio di previsione 2022, verrà confermato l’abbattimento della tariffa del canone unico del 50% per i dehor, e del 28% per gli operatori del mercato settimanale, come già deciso l’anno scorso e poi non applicato causa l’esenzione decisa a livello statale durante lo stato di emergenza per la pandemia da Covid-19.

 

redazionale

© riproduzione riservata

 

Tags: