Argomenti per categorie

La replica di Giuseppe Vaccari sulla censura di un articolo

L'amministratore della pagina FB Camburan p’r sempr chiede scusa al giornale e spiega i motivi che l’hanno spinto a cancellare un nostro pezzo

Camerano, 16 agosto 2021 – Riceviamo in redazione, e pubblichiamo integralmente, la replica di Giuseppe Vaccari al ns. articolo: La censura dell’informazione di Camburan p’r sempr a firma del nostro direttore Paolo Fileni; articolo che faceva seguito ad un altro del giorno prima: Comunali 2021: ad oggi Camerano propone una sola lista in lizza, pubblicato il 15 agosto e condiviso sulla pagina social Camburan p’r sempr da dove era stato cancellato arbitrariamente dal Vaccari in veste di amministratore della pagina.

Giuseppe Vaccari

Gentile Direttore,

Scrivo il seguente comunicato per spiegare il motivo della presunta censura del Suo articolo. Il gruppo Camburan pr sempr da me presieduto è nato come social network per portare avanti le tradizioni, il dialetto, gli avvenimenti lieti o meno lieti che accadono in paese e si è sempre cercato di evitare di parlare di politica, proprio per non alimentare sospetti sullo scopo reale del gruppo stesso.

In passato sono stato accusato di utilizzare il gruppo a scopo politico, per questo ho deciso di non pubblicare più niente di attinente alla politica, anche perché utilizzo per questo la mia pagina FB e, soprattutto, perché i miei concittadini sanno esattamente come la penso. In passato ci sono state diverse discussioni tra gli iscritti e perciò, ho preso la decisione di togliere il Suo articolo.

Quindi assolutamente niente censura, ma solo cercare di evitare polemiche tra gli iscritti. La prego di accettare le mie scuse, se si è sentito in qualche modo discriminato, ma spero di essere stato chiaro ed esaustivo nella spiegazione e non era certo questo il mio intento, anzi accolgo sempre con piacere i suoi scritti proprio perché parlano dei problemi del paese. Sarà mia cura informarla nei dettagli tramite la mia pagina personale, sui futuri movimenti politici della lista a cui ha fatto riferimento.

Con immutata stima, 

Giuseppe Vaccari Presidente del gruppo Camburan p’r sempr

Credo che Vaccari meriti una risposta diretta, se non altro per i toni, la pacatezza e la forma della sua replica, che apprezzo e che gli era dovuta. Non è certo questo il posto per fare corrispondenza personale, oltretutto, non rientra nel mio stile. Ma qualcosa va chiarito.

Ovviamente, scuse accettate ci mancherebbe. Anche se la cancellazione dell’articolo non è affatto “presunta” è stata una cancellazione vera e propria. Scuse, che Giuseppe Vaccari dovrebbe rivolgere anche agli iscritti alla sua pagina, perché in sostanza li ha privati della possibilità di avere un’informazione. E proprio qui sta il punto.

Moderare un gruppo sui social non è semplice. Occorrono regole precise proprio per evitare che gli iscritti esagerino nei commenti e arrivino, come spesso succede, ad azzuffarsi e insultarsi. Regole, che sulla pagina Camburan p’r sempr non esistono.

E vengo al punto. Per un amministratore, una cosa è cancellare un insulto o un’offesa fra chi commenta un post; un’altra è cancellare un articolo di giornale che fa informazione. Qualsiasi articolo di qualsiasi giornale. Altre pagine social che l’hanno fatto in passato, sono finite in tribunale perché in Italia il diritto di cronaca e all’informazione è salvaguardato dalla Costituzione. Tranquillo, Vaccari, non è il nostro caso. Chiamiamolo incidente di percorso e andiamo avanti, anche perché con la campagna elettorale alle porte di articoli politici su quella pagina ne condivideremo parecchi.

Paolo Fileni  

© riproduzione risevata

Tags: