Argomenti per categorie

La mancanza di visione dell’Amministrazione sulla mobilità elettrica

Lanfranco Migliozzi (POF): “Non ci siamo”

Osimo, 26 novembre 2020 – «Purtroppo duole constatare che ad Osimo non esiste una visione chiara sulla mobilità elettrica da parte dell’Amministrazione comunale. Nonostante le risorse messe in campo dal Governo centrale per auto e bici elettriche, ad Osimo non esiste un piano di adesione a questa problematica». Questo il commento di Lanfranco Migliozzi, esponente di Progetto Osimo Futura, che entra nel merito della questione.

Lanfranco Migliozzi di Progetto Osimo Futura

Il quadro della realtà osimana che Migliozzi descrive, alla luce degli ultimi indirizzi sulla mobilità elettrica, non parla affatto di efficienza e programmazione: «Non ci sono colonnine a terra negli spazi pubblici, non ci sono mezzi elettrici del Comune e non ci sono agevolazioni alla sosta per le auto elettriche come invece avviene in altre città – denuncia l’esponente di POF – La multiservizi Astea nulla ha fatto al momento per Osimo, e se guardiamo a pochi chilometri da noi Enel ha installato gratuitamente sei colonnine a Castelfidardo».

Osimo – L’inaugurazione delle due colonnine per la ricarica elettrica delle auto al Maxi Parcheggio

Migliozzi interviene anche sulla recente installazione al Maxi-Parcheggio di due colonnine di ricarica per le auto elettriche: «Potevano essere una grande occasione, ma guardando le condizioni di utilizzo, le due colonnine funzionano solo con tessere Osimo-Servizi e attualmente non sono inserite in un network nazionale. Di fatto, nessun utente che si trova a passare in zona viene pilotato ad Osimo per ricaricare il proprio mezzo. La mobilità elettrica è anche azione promotrice del territorio e Comuni ed esercizi con colonnine di ricarica veicolano il turismo solo se inseriti in un network nazionale».

Infine, Lanfranco Migliozzi chiude con un auspicio per la città e un consiglio rivolto alla Osimo Servizi: «Auspichiamo che Osimo possa avere un suo progetto di mobilità elettrica da portare avanti nel breve termine, mentre alla Osimo Servizi segnaliamo che le tariffe di vendita della singola ricarica non chiariscono cosa è l’oggetto della prestazione. Non c’è un’indicazione del tipo di presa e delle prestazioni della colonnina, ma viene venduto il tempo. Credo che anche per l’energia elettrica si debbano avere dei misuratori di consumo, in fondo quando andiamo dal benzinaio non chiediamo 2 minuti di benzina ma litri».

 

redazionale

© riproduzione riservata

Tags: