Argomenti per categorie

La Giunta osimana ha approvato il Bilancio di previsione 2021-2023

Stanziati 400mila euro per famiglie e imprese a sostegno del pagamento della Tari. Irpef e Imu restano invariate

Osimo, 15 marzo 2021 – In maniera piuttosto sintetica, il sindaco Simone Pugnaloni attraverso la sua pagina social fa sapere che in data odierna la Giunta comunale ha approvato il Bilancio di previsione 2021-2023.

Osimo – Consiglio comunale: i banchi della maggioranza Pd (foto d’archivio)

In quella che il Sindaco definisce “Puntata n. 1 – Imposizione fiscale, Pugnaloni fa sapere che:

– Il Comune, in attesa del fondone nazionale, inserisce 400 mila euro in favore di famiglie ed imprese quale sostegno al pagamento della Tari;

– Il Comune elimina la quota fissa nella refezione scolastica. “Appena insediati era 21 euro al mese oggi, dopo sette anni di mandato, viene eliminata”;

– Il Comune, chiamato ad approvare il nuovo regolamento sul Canone unico patrimoniale che sostituisce Tosap, Imposta sulla pubblicità, Diritti sulle pubbliche affissioni, prevede per la prima volta una scontistica per diverse categorie come di seguito:

1) meno 25% del canone sulle aree mercatali in favore degli ambulanti;

2) fissato al minimo di legge il canone sui lavori ai sottoservizi, ridotto di fatto di due terzi rispetto al passato;

3) per ora lo Stato esenta i dehors, noi abbiamo previsto uno sconto del 50% pure per il 2022;

4) per i cantieri prevista una tariffa agevolata a sviluppo progressivo;

5) no imposta di bollo per volantini;

6) tariffa per le vele pubblicitarie scaglionata per giorni richiesti;

7) la Giunta, di propria iniziativa, potrà esentare iniziative che valorizzino il patrimonio della

città;

8) snellite le procedure per le occupazioni d’urgenza e temporanee fino a 3 giorni.

Irpef e Imu rimangono invariate.

Simone Pugnaloni, sindaco di Osimo

«In un momento così difficile – conclude Pugnaloni – in attesa di conoscere quale sostegno il governo Draghi concederà agli Enti locali, abbiamo ritenuto d’agire da soli per quanto possibile. Il fondone, se riproposto, come da indiscrezioni potrà portare al Comune importanti risorse per continuare a sostenere il tessuto economico e sociale della nostra città».

 

redazionale

© riproduzione riservata 

Tags: