Argomenti per categorie

Il nuovo Piano urbanistico di Osimo disegnato dall’Università

Ascoltate le necessità dei residenti lo slogan sarà: ‘dalla quantità alla qualità’

Osimo, 12 maggio 2022 – Si è parlato del nuovo Piano urbanistico questa mattina a Palazzo comunale, un incontro dal titolo L’arcipelago dei contesti a cui hanno partecipato, fra gli altri, l’assessore all’Urbanistica Annalisa Pagliarecci, il professor Giovanni Marinelli, il sindaco di Osimo Simone Pugnaloni e il Magnifico Rettore Dell’Università Politecnica delle Marche Gian Luca Gregori.

Un incontro dove si è spiegato come cambierà lo studio e la stesura del nuovo piano regolatore del Comune osimano. E perché a disegnarlo saranno i migliori studenti dell’Università Politecnica delle Marche.

Osimo – da sx, Annalisa Pagliarecci ,Giovanni Marinelli, Simone Pugnaloni, Gianluca Gregori

«Fino ad oggi – ha introdotto il sindaco Pugnaloni – siamo andati avanti a contenziosi con la Provincia di Ancona, non si capisce mai dove può arrivare, in merito alle scelte urbanistiche, la podestà di un Comune. Così ci siamo rivolti ad un soggetto terzo e lo abbiamo individuato nell’Università Politecnica delle Marche. Dall’accordo è nato ‘L’arcipelago dei contesti’, abbiamo cioè cambiato il modus operandi per elaborare un piano regolatore generale andando in mezzo alla gente e ascoltando le varie criticità».

Un modus scontato verrebbe da dire, che non lo è affatto se ti muovi con l’intuizione di voler passare dalla quantità alla qualità. «Che vuol dire – ha spiegato Pugnaloni – non solo cementificazione; significa dotare la città di un piano di mobilità sostenibile, di energie rinnovabili e di un piano del verde in linea con le reali esigenze della città e con i cambiamenti sociali in atto. Un lavoro che verrà fatto, appunto, dai migliori studenti dell’Università politecnica marchigiana. Per fare un esempio, dalla quantità alla qualità significa verificare se nella nostra realtà ha davvero senso costruire un nuovo asilo nido quando la natalità è in netta diminuzione».

Osimo – Il Magnifico Rettore dell’Univpm, Gianluca Gregori

Un concetto ripreso anche dal Rettore dell’Univpm Gian Luca Gregori: «È una visione molto interessante – ha osservato – E non è scontata. Ma un simile progetto può essere costruito se i primi a crederci sono i cittadini. Se la comunità non ci crede la strategia non regge».

Dopo una lunga descrizione dei vari studi che farà L’Univpm, comprensivi di tutti i settori interessati dal piano regolatore, il professor Giovanni Marinelli ha concluso: «Il nuovo piano di Osimo, per come lo abbiamo descritto, non sarà regolativo. Un concetto ormai superato. Sarà invece, innovativo. Una volta pronto, lo proporremo alla comunità».

© riproduzione riservata

Tags: