Argomenti per categorie

Grazie alle istanze degli osimani migliorate le modifiche al Piano regolatore

Michele Feliciani: “Con il dialogo, supereremo il contenzioso con la Provincia”

Osimo, 11 novembre 2020 – “Il bando messo a disposizione dei cittadini per accogliere le istanze di modifica al Piano Regolatore ha raccolto molto successo! È stato lo stesso sindaco Simone Pugnaloni a comunicarlo, e grazie all’impegno dell’assessore all’Urbanistica Annalisa Pagliarecci e alla dirigente, queste istanze saranno lavorate per verificare se è possibile accoglierle e modificare di conseguenza il Prg”.

La comunicazione arriva dal Michele Feliciani, consigliere comunale e capogruppo della lista di maggioranza Energia Nuova Osimo, che entra nel merito dell’iniziativa spiegandone la valenza soprattutto nei confronti del contenzioso in essere con la Provincia.

Osimo – Michele Feliciani, consigliere e capogruppo di Energia Nuova

Questo ulteriore lavoro, segue quanto fatto per aggiornare la cartografia obsoleta a disposizione del Comune, grazie al drone che ha effettuato i rilevamenti al terreno con la fotogrammetria. Si è ora in grado di conoscere tutte le lottizzazioni accorse negli ultimi 20 anni e poter mettere mano a mappe rispondenti alla realtà del territorio, e non stimate e approssimative.

In questo modo – continua Feliciani – il Comune cercherà, grazie al dialogo, di superare il contenzioso con la Provincia e aggiornare il Prg liberando i terreni dai pesanti vincoli attuali che ne impediscono l’utilizzo da parte dei proprietari. Nasce una nuova fase di collaborazione e di coordinamento con gli enti preposti, che regalerà ad Osimo un Piano regolatore generale realmente a disposizione della cittadinanza e dello sviluppo della città, senza inutili complicazioni da gestire di volta in volta”.

Ed è proprio su questo binario che è nata la volontà di chiedere agli osimani le loro proposte, invitandoli a segnalare anche le loro problematiche, in modo da poter incidere sulle loro reali necessità.

L’ultimo Prg risale al 2005 – conclude Feliciani – segnato dal contenzioso del 2008 con la Provincia che lo ha reso un calvario per tantissimi cittadini. Ma questo brutto capitolo della storia osimana sta per chiudersi grazie a questo percorso incentrato sul dialogo con enti e cittadini: è questo l’unico modo per risolvere problemi così impattanti rispondendo al meglio alle esigenze della città“.

 

redazionale

© riproduzione riservata

Tags: