Argomenti per categorie

Efficienza informatica: Camerano investe 13.600 euro in hardware

Costantino Renato: “Migliorerà i processi interni anche in tempo di pace”

Camerano, 3 dicembre 2020 – Per migliorare l’efficienza informatica degli uffici comunali, considerato il perdurare della situazione di emergenza, l’Amministrazione cameranese ha previsto un investimento di circa 13.600 euro per l’acquisto di un nuovo hardware: in parte andrà a rinnovare le attuali apparecchiature ed in parte integrerà gli strumenti già a disposizione dei dipendenti facilitando il loro lavoro sia in presenza e che a distanza.

«Negli ultimi mesi, causa  Covid, è stato possibile testare la resilienza informatica dell’Ente – spiega l’assessore Renatoe capire se le soluzioni studiate e prospettate riescono a rispondere a requisiti di continuità operativa oltre ad avere una valutazione tangibile di tempi, complessità delle nuove procedure e risposta da parte degli user coinvolti».

Camerano – Costantino Renato, assessore ai Sistemi informatici

Per la prima volta, una buona parte dell’attività amministrativa è stata effettuata senza incontrarsi fisicamente, ma unicamente con videoconferenze, telefonate e scambio di dati informatici. L’impatto con questa nuova realtà ovviamente non è stata indolore.

«Si è dovuto far fronte ai bug di sistema e al fatto che quasi tutti hanno dovuto recepire velocemente questo nuovo modo di lavorare, determinando qualche lieve ma giustificabile rallentamento – continua l’Assessore – Si può però sicuramente affermare che i dipendenti hanno risposto bene, dando un riscontro che nel medio periodo potrebbe risultare più che positivo, considerato che per decenni si è operato solamente in modalità cartacea ed in presenza».

Il riscontro maggiore è stato sui procedimenti amministrativi in digitale, servizio attivo da due anni, reso operativo da un apposito software gestionale per l’uso a distanza con il quale è stato possibile operare senza particolari problemi sui database gestionali, gli atti, i protocolli, la posta, le pubblicazioni, i dati contabili e i file destrutturati.

In ambito sicurezza sono già da tempo attivi servizi implementativi come il “disaster recovery”, il “cloud in house”, lo “storage dati”, i “server cluster dedicati” che evitano la perdita di dati, rendono più efficiente la gestione ordinaria e garantiscono interventi di ripristino molto brevi in situazioni critiche.

«Un ringraziamento dovuto è all’Ufficio Informatica – conclude Costantino Renato – che in questo periodo e con molta pazienza ha svolto un ruolo di trait d’union fra tecnologia e uffici, garantendo nei fatti la continuità operativa. Alcune delle azioni svolte saranno sicuramente utili nel caso di nuove emergenze o per migliorare i processi interni in tempo di pace».

 

redazionale

© riproduzione riservata

Tags: