Argomenti per categorie

Covid-19, 400 rapid test per dipendenti del Comune e partecipate

L’obiettivo è quello di scovare gli asintomatici evitando la diffusione del contagio

Osimo, 7 aprile 2020 – Il Comune, in accordo con il medico del lavoro dott. Francesco Cenerelli, ha ordinato 400 rapid test per i propri dipendenti e per quelli delle società partecipate. Il prodotto è fornito dalla Innoliving Spa e Tj Point Srl, aziende del territorio che commercializzano il prodotto in esclusiva per il mercato italiano.

«Un grazie speciale va a Massimo Falappa, titolare della Tj Point Srl – commenta il sindaco Simone Pugnaloni – che ha deciso di donare all’Amministrazione comunale ulteriori 100 test che saranno distribuiti alle forze dell’ordine e alle case di riposo. Al vaglio, inoltre, l’ipotesi di ordinare altri 500 pezzi per il personale della Croce Rossa Italiana e della Misericordia. Va sottolineato che il rapid test viene proposto ai dipendenti comunali e delle società partecipate su base volontaria e previo consenso informato».

Il test rapido di diagnostica Covid-19 distribuito dalla Innoliving Spa e da Tj Point Srl

Il prodotto, regolarmente iscritto al registro del Ministero della Salute come dispositivo medico (IVD al n. 1936723), non è un test diagnostico e non si sostituisce al classico tampone esaminato tramite tecniche di biologia molecolare in laboratorio.

La finalità del test è quella di effettuare screening su persone apparentemente sane o comunque asintomatiche, seguirà una refertazione e i nominativi di coloro che risulteranno positivi saranno comunicati all’ufficio di igiene e all’ ufficio PSAL (prevenzione salute ambiente e lavoro), mediante gli indirizzi pec indicati nel sito web di riferimento, e ai rispettivi medici di medicina generale.

La certificazione dei risultati sarà curata dal dott. Francesco Cenerelli nel rispetto della normativa vigente in materia di privacy. Gli eventuali casi positivi saranno sottoposti al tampone.

 

redazionale

© riproduzione riservata

Tags: