Natalfidardo: emozioni da condividere

Dal 4 dicembre all'8 gennaio una fitta programmazione per respirare l'atmosfera di festa

CASTELFIDARDO – “Natalfidardo, un Natale tutto da scoprire“. È nei valori di un tempo, nelle tradizioni, nella voglia di stare insieme e di riappropriarsi degli spazi fisici (le nostre piazze), e temporali (l’atmosfera delle feste), che affonda la sua ragion d’essere il programma predisposto dall’Amministrazione Comunale.

natalfidardoa3

 

«Un Natale all’insegna dei bambini, del vivere sano, della solidarietà, della crescita culturale, della collaborazione con gli esercizi commerciali che contribuiscono alla realizzazione delle luminarie nel centro storico e della sinergia con le associazioni di volontariato. Un Natale a dimensione di famiglia, da vivere anche fuori dalle pareti domestiche in una città piena di sorprese e animazione, in cui immergersi pienamente gustando le prelibatezze dello street food» spiega l’assessore alla cultura Ruben Cittadini.

Sei le date centrali: 4-11-18 dicembre e 6-7-8 gennaio, contornate da altre iniziative a tema, intrecciate con la qualità musicale del Jazz Accordion Festival (7-11 dicembre), la solennità del concerto di Natale (26 dicembre in Collegiata), la camminata della solidarietà (7 gennaio), la raccolta fondi per i terremotati al Green Sporting club che ospita la cena sociale 4sisma destinata ai Comuni di Ussita, Visso, Castelsantangelo sul Nera e Muccia, con partecipazione degli Esperti rispondono, Zio Pecos e dj set con Nicola Pigini.

Il Natale in piazza di qualche anno fa
Il Natale in piazza di qualche anno fa

Tanti gli eventi dedicati ai più piccoli per stimolarne l’interesse e la fantasia creativa: spettacoli di burattini (e laboratori per costruirli e portarli a casa!), il ludobus ludogiocando, le bolle giganti, la giostra ecologica Ciclotto, le Superteppe che veicoleranno le Befane, il laboratorio di cioccolato (7 gennaio), oltre alla classica tombola e al recupero di un gioco di un tempo, la corsa dei carioli proposta in condizioni di sicurezza nel circuito protetto allestito in via Battisti.

Intenso il capitolo delle performance artistiche che nei Sound Art Corners attireranno l’attenzione di grandi e piccini: spettacoli sperimentali di improvvisazione teatrale, busking machine (campionamento di suoni, e voci, e strumenti suonati, di bambini e non), digital video art presso i giardini Mordini (ritratti in versione digitale), video mapping in piazza Leopardi e Auditorium (11 e 18 dicembre), emozioni in movimento con il laboratorio Legolab, laboratori di scenografia per costruire piccoli strumenti musicali e oggetti di scena da usare durante il busking machine (all’occhio di Horus).

Ricca anche la cornice del mercatino che conterà decine e decine di espositori i cui colori renderanno vivo il centro storico dalle 10,00 alle 20,00: addobbi, curiosità, idee regalo, prodotti bio rigorosamente a km 0; un’offerta che permetterà di conoscere sempre più i prodotti della nostra terra, apprezzare realtà come i gruppi di acquisto solidale.

L’apertura e la chiusura del cartellone non può che essere sonora grazie alle note del Complesso Filarmonico “Città di Castelfidardo”.

 

redazionale


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Procida Capitale Cultura 2022, Ancona non ce l’ha fatta!

Il sindaco Valeria Mancinelli: “il nostro progetto, popolare, di crescita e di sviluppo, va avanti”


Ancona, 18 gennaio 2021 – Nella mattinata odierna la commissione del MiBACT presieduta da Stefano Baia Curioni ha proclamato la città di Procida (foto) Capitale italiana della Cultura per il 2022. All’annuncio dato dal ministro Dario Franceschini, sull’isola si è scatenato un tifo da stadio.

I complimenti della commissione, al termine della cerimonia d’assegnazione, sono andati tutti al sindaco Raimondo Ambrosino e al suo staff. La motivazione ha premiato la congiunzione tra il valore del progetto, la sostenibilità economica e le sue ricadute socio culturali. «Siamo strafelici – ha esultato fra le lacrime il sindaco Ambrosino – è un’opportunità storica per noi, per tutte le isole e per l’Italia meno in luce».

Delusione per la città di Ancona, anche se mascherata da ottimismo. La città dorica non ce l’ha fatta a convincere i membri della commissione con il suo progetto incentrato tra l’altro sulla cultura dell’Altro, sull’intenzione di far diventare ordinario lo straordinario, come aveva spiegato l’assessore Paolo Marasca in sede di audizione con il MiBACT.

«È stata appena proclamata la Capitale italiana della cultura 2022. La scelta è caduta su Procida. Mi complimento con il collega sindaco e la comunità dell’isola – il commento ufficiale del sindaco Valeria MancinelliSiamo fieri delle parole del presidente della commissione che ha valutato i progetti e ne ha sottolineato il valore, non solo nazionale ma anche europeo. Siamo anche felici di come è stata motivata la scelta della capitale perché la linea su cui si è mossa Procida e il messaggio che ha voluto lanciare hanno molte affinità con il nostro. Dunque siamo sulla strada giusta. Come ho più volte ribadito il nostro progetto, popolare, di crescita e di sviluppo, va avanti. E lo realizzeremo insieme».

Dunque, nonostante i suoi 2400 anni di storia ed un progetto ampio e variegato, Ancona non ce l’ha fatta. Bocciata per il secondo anno consecutivo dopo il primo tentativo del 2020. A batterla è stata Procida, una cittadina di poco più di 10mila abitanti che si affaccia sul mare del Golfo di Napoli, resa famosa a livello internazionale da Massimo Troisi che qui ha girato molte scene del film Il Postino.

Ancona e Procida, due città bagnate dal mare. 100mila abitanti contro 10mila. Con tutta probabilità, le acque del Golfo di Ancona sono diverse da quelle del Golfo di Napoli. Nonostante la delusione per un’opportunità mancata di crescita importante sul piano socio-culturale e turistico, dal capoluogo delle Marche un in bocca al lupo sincero a Procida: sull’isoletta il 2022 sarà un anno fantastico!

© riproduzione riservata


link dell'articolo

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi