Argomenti per categorie

Atti vandalici al Bosco Mancinforte e nei parchi gioco

Un lungo elenco di danni prodotti alle strutture che obbligano la collettività ad un continuo esborso di denari pubblici. E la Polizia Locale non riesce ad individuare i colpevoli

Camerano, 22 ottobre 2020 – Ennesimo pannello informativo preso a calci e buttato per terra nel Bosco Mancinforte. Ma non finisce qui, è lungo l’elenco degli atti vandalici e dei danneggiamenti alla cosa pubblica registrati su tutto il territorio di Camerano.

Nelle principali aree gioco comunali prodotti danni alle recinzioni, alle staccionate, alle panchine, ai bilici, ai giochi a molla per bambini. In un caso è stata addirittura sradicata la segnaletica verticale, in altri catene e seggiolini delle altalene sono stati aggrovigliati, divelte alcune barre filettate per fissare i giochi, alcuni scivoli sono stati presi a calci. E tutto ciò non ha nulla a che vedere con la normale usura delle strutture, che incide solo in minima parte.

Camerano – Atti vandalici al Bosco Mancinforte

In alcuni casi, sono danni causati dall’utilizzo incauto dei giochi da parte di ragazzi e adulti che pensano ancora d’essere bambini. Ma sempre più spesso sono veri e propri atti vandalici che mirano a distruggere tutto, a far danni, a creare disagi e costi ulteriori a tutta la comunità.

La denuncia parte dalla Polizia Locale. Un chiaro segno d’impotenza di fronte a chi agisce spesso con il favore delle tenebre in orari in cui la sorveglianza del territorio è quasi inesistente. Fa riflettere la violenza utilizzata dai vandali nel distruggere tutte le staccionate e i giochi nei giardinetti di Via Loretana (For de porta), sradicate e spezzate a calci, come fosse un atto di sfida e di completo disprezzo del bene pubblico. Al momento, nell’area in questione, sono stati tolti tutti i giochi per bambini.

Camerano – Vandalismi in Via Scandalli

Il risultato di tutti questi vandalismi, oltre al depauperamento del patrimonio di tutti, si concretizza nell’aggravio di spesa che la collettività deve accollarsi per il ripristino o la sostituzione di tutte le cose danneggiate. Senza dimenticare i pericoli che corrono i bambini (ma pure gli adulti), costretti temporaneamente all’utilizzo di strutture danneggiate.

Come se non bastasse va sottolineata, in molti casi, la mancanza di senso civico da parte di alcuni cittadini che troppo spesso dimenticano che la cosa pubblica è proprietà di tutti, e che averne cura è una responsabilità che ricade su ogni singolo. «Al fine di tutelare le aree verdi comunali dal punto di vista dell’igiene e della sicurezza – sottolinea a tal proposito l’assessore alla Polizia Locale Costantino Renatoinvitiamo tutti i cittadini a non lasciare cicche di sigarette, cartacce, lattine, buste e alimenti per terra ma di usare gli appositi cestini installati nelle varie aree. Cestini che non vanno utilizzati per smaltire l’immondizia di casa».

 

redazionale

© riproduzione riservata

Tags: