Argomenti per categorie

23 maggio 2021 – Le ultime dal Palazzo del Municipio osimano

Inaugurazione Ciclovia Adriatica, utilizzo avanzo di amministrazione, Scuole sicure, punto vaccinale

Osimo, 23 maggio 2021 Dalla segreteria del sindaco Simone Pugnaloni le ultimissime su inaugurazione Ciclovia Adriatica, utilizzo avanzo di amministrazione, scuole sicure e punto vaccinale

Inaugurata la Ciclovia Adriatica

Osimo – Inaugurazione tratto Ciclovia Adriatica

Lo scorso weekend l’Amministrazione comunale ha inaugurato il tratto osimano della Ciclovia Adriatica che, nel progetto nazionale, dovrebbe collegare Chioggia al Gargano lungo tutta la dorsale. La ciclabile, che costeggia i binari della ferrovia in Via Agnelli, a Osimo Stazione, è lunga quasi un chilometro ed è costata 60mila euro, di cui 15mila da fondi comunali ed il resto arrivati dalla Regione grazie ai fondi strutturali europei. Si unisce alla ciclabile già presente in via Camerano e in futuro, quando il Comune di Castelfidardo riuscirà a sbloccare il suo iter, proseguirà in Via Industria per poi unirsi al tratto di Numana già utilizzabile.

A seguire tutto il procedimento è stata l’assessore alTturismo e all’Ambiente Michela Glorio che ha come obiettivo di mandato quello di collegare al mare le due vallate che circondano Osimo: con la Ciclovia Adriatica nella zona nord e quella del Musone a sud, alla quale oltretutto il Comune prevede con fondi già a bilancio di aggiungere tratti che uniscano la città alla ciclabile di Campocavallo e da qui a Passatempo.

Rendiconto 2020, proposta di utilizzo  applicazione avanzo

La Giunta ha approvato il rendiconto 2020 che andrà a breve al voto in consiglio comunale. L’avanzo di amministrazione è stato di circa 2milioni di euro, dei quali 861mila per gli investimenti, 265mila euro come avanzo libero e 981mila euro legati al fondo statale post Covid da riutilizzare. Gli 861mila euro saranno destinati a interventi di manutenzione a verde, strade, arredo urbano, marciapiedi, fognature, tramite, se possibile, affidamenti diretti per accelerare i tempi. I 265mila euro di avanzo libero saranno destinati al bilancio di parte corrente, mentre i 981mila euro di fondone statale andranno in parte a compensare eventuali mancate entrate dovute al lockdown (gettito inferiore ad esempio di Irpef e Canone unico patrimoniale), ed in larga parte sarà destinato a progettualità a sostegno di settori in difficoltà per il lockdown.

In questo senso, tramite bandi, ci saranno contributi in ambito sociale, ad esempio a famiglie con Isee più bassi e con difficoltà occupazionali, o a settori in crisi come quello produttivo, ristorativo o le associazioni sportive. L’avanzo destinato agli investimenti si è dimezzato rispetto a quello del 2019, da 1.553.171 euro a 861.419 euro, il che significa che le previsioni di spesa per gli investimenti del 2020 sono state quasi tutte mantenute.

Scuole Sicure ad Osimo

Osimo – Scuole Sicure

Si è concluso questa settimana il progetto Scuole Sicure promosso dal Comune grazie ad un finanziamento di 27mila euro ottenuto tramite un bando della Prefettura. Gli agenti di Polizia Locale hanno svolto un ciclo di lezioni all’Istituto superiore Corridoni Campana (sei), alla scuola media Caio Giulio Cesare (tre) e all’Istituto superiore Laeng Meucci (uno in modalità webinar).

In totale oltre 500 studenti hanno potuto affrontare con gli agenti temi legati alla sicurezza stradale, con focus sull’uso di sostanze stupefacenti e alcoliche.

Il progetto seguito il prima persona dall’assessore alla Sicurezza Federica Gatto ha previsto anche un aumento dei pattugliamenti nelle zone limitrofe ai plessi per prevenire il fenomeno dello spaccio tra i minorenni e, inoltre, l’installazione di quatto telecamere di contesto per avere una videosorveglianza sui parcheggi esterni di quattro scuole: l’Istituto Laeng a Piazzale San Carlo, le due sedi del Corridoni Campana in Via Molino Mensa (ragioneria) e Via Aldo Moro (liceo) e infine una spycam in Piazzale Bellini di fronte la scuola media Caio G. Cesare. Il posizionamento delle quattro telecamere avverrà entro fine giugno in accordo col commissariato di polizia.

Punto vaccinale a Osimo, il Comune farà la sua parte

Osimo – Lo screening di massa al PalaBaldinelli effettuato a gennaio (foto d’archivio)

In merito all’hub vaccinale per il quale il Comune aveva proposto il PalaBaldinelli partecipando alla manifestazione di interesse dell’Inrca, non si è ricevuta alcuna risposta scritta dagli enti preposti alla decisione.

Nel caso Regione ed Inrca non dessero il via libera per allestire il punto vaccinale a Villa, il Comune è pronto a individuare una sede alternativa più piccola e nella quale sia dunque necessario meno personale sanitario, che è il vero problema per aprire un secondo hub in zona oltre a quello di Ancona.

L’Amministrazione ringrazia comunque l’assessore regionale alla Sanità, Filippo Saltamartini, che ha sempre espresso collaborazione, con l’auspicio che possa fornire infermieri del sistema sanitario nazionale di supporto quantomeno ad un punto vaccinale gestito dai Medici di medicina generale, come già avviene in altre città.

In questo senso, l’Amministrazione osimana è pronta a fornire un contributo economico nella gestione di un punto vaccinale, che potrebbe essere il salone parrocchiale della Misericordia per il quale c’è un accordo di massima. Ma, oltre agli infermieri, servirebbe l’intesa e la disponibilità dei medici di base di Osimo.

 

redazionale

© riproduzione riservata 

Tags: