Camerano: XXI Festa del Rosso Conero modifiche alla circolazione stradale e divieti di sosta

Comunichiamo le modifiche alla circolazione stradale, in occasione della XXI Festa del Rosso Conero dal 2 al 4 settembre, come da Ordinanza n. 92 del 18/08/2016.

DA MERCOLEDI’ 31 AGOSTO 2016

Via Garibaldi, lato dx secondo il senso di marcia, divieto di sosta con rimozione dalle ore 08.00 del 30 agosto 2016 alle ore 14.00 del 06 settembre 2016,  dal civico n. 8 al civico n. 66.

Via San Francesco: da intersezione via Maratti a intersezione via Monaci, divieto di sosta con rimozione dalle ore 08:00 di mercoledi 31 agosto alle ore 14:00 del 06 settembre 2016

Piazza Monsignor Donzelli, lato chiesa parrocchiale, divieto di sosta con rimozione dalle ore 08:00 del 31 agosto alle ore 14:00 del 06 settembre 2016 relativamente agli stalli di sosta adiacenti la Chiesa e l’edificio parrocchiale.

Piazza Sant’Apollinare, divieto di sosta con rimozione relativamente ai posti auto adiacenti il Mercato comunale coperto; più precisamente stando di fronte all’entrata del mercato, il parcheggio di sx, lato dei bagni, ed i tre parcheggi a dx antistanti il muretto di protezione della scarpata; dalle ore 08:00 del 31 agosto  alle ore 14:00 del 06 settembre 2016.

DA GIOVEDI 01 SETTEMBRE 2016

Via Garibaldi lato sx secondo il senso di marcia, divieto di sosta con rimozione dalle ore 08.00 del 01 Settembre alle ore 14.00 del 06 settembre 2016 lato sinistro a salire secondo il senso di marcia dal civico n. 73 al civico n. 81.

Via Sant’Apollinare parcheggi di fronte ai civici 7-9-11, divieto di sosta con rimozione dalle ore 08:00 del  01 Settembre  alle ore 14:00 del 06 settembre 2016;

Piazza Roma, divieto di sosta con rimozione dalle ore 08.00 del 01 Settembre alle ore 14:00 del 06 settembre 2016;

Via Maratti, divieto di sosta con rimozione dalle ore 08.00 del 01Settembre alle ore 14:00 del 06 settembre 2016;

Via Loretana, tratto compreso tra via Maratti e Via Loretana civico n°1, divieto di sosta con rimozione dalle ore 08.00 del 01 Settembre alle ore 14:00 del 06 settembre 2016;

Piazza Matteucci e cortile interno del palazzo comunale area antistante la sala convegni,  divieto di sosta con rimozione dalle ore 08:00 del 02 Settembre alle ore 14:00 del 06 settembre 2016;

DA VENERDI 2 SETTEMBRE 2016

Via Garibaldi lato dx secondo il senso di marcia, divieto di sosta con rimozione dalle ore 08.00 del 02 Settembre alle ore 14.00 del 06 settembre 2016 lato destro a salire secondo il senso di marcia dal civico n. 66 al civico n. 76.

NEI GIORNI  2, 3, 4  SETTEMBRE 2016

Via Marinelli – Via Guasto – Via Iacomini, dalle ore 16:00 alle ore 03:00 del giorno successivo, divieto di transito eccetto residenti, autoveicoli con contrassegno invalidi, mezzi di soccorso e  pronto intervento.

Nel tratto di via Marinelli compreso tra via Guasto e via Garibaldi, divieto di transito, sosta con rimozione forzata, eccetto autoveicoli con contrassegno invalidi, mezzi di soccorso e  pronto intervento. Nel tratto indicato vengono istituiti n. 04 parcheggi riservati ai veicoli al servizio di persone invalide e le restanti aree di sosta saranno utilizzate dai mezzi di soccorso e di pronto intervento.

Via Loretana, dalle ore 16:00 alle ore 03:00 del giorno successivo, divieto di sosta con rimozione nei 3 stalli riservati ai motocicli/ciclomotori, davanti al civico 1 e nel primo parcheggio per autovetture lato destro a scendere da via Maratti. Tali spazi saranno riservati ai mezzi di soccorso/pronto intervento.

Sul lato sinistro a scendere dopo incrocio con via Monaci, i primi 3 parcheggi saranno riservati ai mezzi che espongono contrassegno invalidi dalle ore 16:00  del 02.09.2016 alle ore 03:00 del 05.09.2016;

Via dei MonaciVia Loretana, nel tratto compreso tra via  Maratti e via  San Germano con esclusione degli spazi già individuati dai punti precedenti, dalle ore 16,00  alle ore 03,00 del giorno successivo le aree di sosta saranno riservate ai residenti delle vie del centro storico in possesso del permesso di sosta (zona blu, aree di sosta riservate ai residenti, Reg.Comunale del 12/11/2007), che dovrà essere esposto ben visibile nella parte anteriore dell’autovettura ed ai residenti nel tratto di via Loretana compreso tra via Maratti e via San Germano (nelle aree non precedentemente regolamentate), via Marinelli, e via Garibaldi, ai quali, su richiesta, saranno rilasciate apposite autorizzazioni. dall’Ufficio della Polizia Municipale che dovrà essere esposto ben visibilmente nella parte anteriore dell’autovettura .

LIMITAZIONI ALLA CIRCOLAZIONE STRADALE E ALLA SOSTA  

Nei giorni 02- 03- 04  Settembre 2016 dalle ore 16:00 alle ore 03:00 del giorno successivo è istituito il divieto di sosta con rimozione e transito sulle seguenti vie :

VIA GARIBALDI – PIAZZA ROMA – VIA S. APOLLINARE – PIAZZA MATTEUCCI – PIAZZA S. APOLLINARE- VIA S. FRANCESCO ( tratto compreso tra via Maratti e via dei Monaci) – VICOLO SERAFINI – VIA CAVALLOTTI – VIA LEOPARDI – PIAZZA MONS. DONZELLI – VIA MARATTI – VIA DEI MONACI (eccetto residenti e autorizzati che espongono regolare permesso) – VIA LORETANA (nel tratto compreso da via Maratti al civico n°1 di Via Loretana)

Da venerdì 02 settembre alle ore 16.00 a lunedì 05 settembre 2016 alle ore 12.00 la viabilità delle vie Fermi, Cavour, Pacinotti, Concio,  e Volta sono modificate come segue:

Via Fermi: la circolazione dei veicoli è consentita a senso unico di marcia con direzione da via Pacinotti verso via Concio; la sosta è consentita ai due lati della carreggiata, secondo il senso di marcia;

Via Cavour: la circolazione dei veicoli è consentita a senso unico di marcia con direzione da via Concio verso via Pacinotti; la sosta è consentita ai due lati della carreggiata, secondo il senso di marcia;

Via Pacinotti, nel tratto compreso tra via Cavour e via Fermi), la circolazione dei veicoli è consentita a senso unico di marcia con direzione da via Cavour a via Fermi; divieto di sosta con rimozione forzata;

Via Concio, nel tratto compreso tra via Alighieri  e via Cavour, la circolazione dei veicoli è consentita a senso unico di marcia con direzione da via D. Alighieri verso via Cavour; divieto di sosta con rimozione forzata;

Via Volta: la circolazione dei veicoli è consentita a senso unico di marcia con direzione da via De Gasperi verso via Fermi; la sosta è consentita ai due lati della carreggiata, secondo il senso di marcia;

all’intersezione tra via Volta e via Fermi i veicoli provenienti da via Volta avranno l’obbligo di svoltare  a destra secondo il senso di marcia consentito;

all’intersezione tra via Fermi e via Concio i veicoli provenienti da via Fermi avranno l’obbligo di svoltare  a sinistra secondo il senso di marcia consentito;

all’intersezione tra via Concio e via Cavour i veicoli provenienti da via Concio  avranno l’obbligo di svoltare  in via Cavour secondo il senso di marcia consentito;

Nei giorni 02- 03- 04  Settembre 2016 dalle ore 16:00 alle ore 03:00 del giorno successivo è istituito il divieto di transito eccetto residenti, auto con contrassegno invalidi, mezzi di soccorso e di pronto intervento nelle seguenti vie :

– VIA SPERANZA, VIACORRADUCCI, TOTI, CUPA, NAZARIO SAURO, VIA FAZIOLI.

Agli operatori commerciali titolari degli stands, agli organizzatori della festa, per particolari necessità, potranno essere concesse deroghe alle limitazioni di cui sopra previa autorizzazione da parte della Polizia Locale.

Si dispone inoltre per motivi di pubblica sicurezza, la chiusura dell’entrata al Bosco Mancinforte in via Monaci, dalle ore 18,00 del 02.09.16 alle ore 08,00 del 05 settembre 2016;

Pubblichiamo su comunicazione dell’assessore alla Polizia locale, Renato Costantino


Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Quel tocco di rossetto che spaventò l’Italia

77 anni fa le donne conquistavano il diritto al voto


Camerano, 01 febbraio 2023 – In questo mese, 77 anni fa, esattamente il 23 febbraio 1946, la Consulta Nazionale approvava il decreto legislativo che dava alle donne, per la prima volta in Italia, il diritto di votare e quello di essere elette. Diritto che le stesse poterono esercitare, sempre nel 1946, quando vennero chiamate al voto alle prime elezioni amministrative del dopoguerra.

Non si pensi che raggiungere questo diritto sia stato facile per le donne, la loro battaglia per il diritto al voto (suffragio universale), risale addirittura al 1861, l’anno dell’Unità d’Italia. E una volta acquisito, quel diritto, non è che la società tutta l’accolse con favore: occorreva un cambio di mentalità che s’era radicato negli uomini per centinaia d’anni.

Basti ricordare, come segno della disabitudine al voto femminile, quel che pubblicò il Corriere della Sera nell’edizione del 2 giugno 1946 commentando la partecipazione delle donne all’elezione dei deputati dell’Assemblea costituente e del Referendum istituzionale Monarchia-Repubblica, nell’articolo intitolato “Senza rossetto nella cabina elettorale” con il quale invitava le donne a presentarsi presso il seggio senza rossetto sulle labbra.

La motivazione era spiegata così: “Siccome la scheda deve essere incollata e non deve avere alcun segno di riconoscimento, le donne nell’umettare con le labbra il lembo da incollare potrebbero, senza volerlo, lasciarvi un po’ di rossetto e in questo caso rendere nullo il loro voto. Dunque, il rossetto lo si porti con sé, per ravvivare le labbra fuori dal seggio“.

Sì, oggi tutto ciò suona parecchio stonato anche perché, come facevi a capire a chi apparteneva quella macchia di rossetto? O che il colore del pigmento si poteva associare a questo o a quello schieramento? Oggi le schede elettorali per fortuna si piegano.

Sono passati 77 anni dal raggiungimento del diritto di voto per le donne. Molte, nel corso degli anni, sono state elette in Parlamento nelle due Camere, poche, pochissime, assise nella poltrona del presidente di questo o quel ramo, sfondando quel “tetto di cristallo” appannaggio riservato agli uomini per tanto, troppo tempo.

Ricordando l’attuale presidente del Consiglio Giorgia Meloni, la prima donna in questo ruolo nella storia d’Italia capace di sfondare quel tetto – e che le ha citate nel suo discorso d’insediamento, vorrei ricordarne alcune di queste eroine: Rosalie Montmasson, testarda al punto da partire con i Mille che fecero l’Italia; Alfonsina Strada, prima donna a competere nel ciclismo in gare maschili.

Eroine nella Cultura come Maria Montessori o Grazia Deledda premio Nobel per la Letteratura. Eroine nella Politica dei giorni nostri: Tina Anselmi, Nilde Jotti, Rita Levi Montalcini; e ancora, Oriana Fallaci enorme firma del giornalismo, Samantha Cristoforetti astronauta.

Chissà cosa sarebbe successo all’Italia e alle italiane se, 77 anni fa, quel diritto al voto fosse stato loro negato. Non credo granché, dal momento che do per scontato che comunque a quel diritto sarebbero arrivate. Semplicemente perché era scritto nelle stelle, e solo l’ottusità, il maschilismo e la paura della perdita di potere dell’uomo, l’ha ritardato nell’evoluzione sociale italiana.

Di una cosa però sono convinto: laddove le donne hanno primeggiato, sfondando quel tetto di cristallo, il mondo che hanno governato e le società che hanno gestito sono migliorate parecchio, colorandosi di quel tocco di rosso tanto vituperato nel 1946: un tocco di rossetto!

© riproduzione riservata


link dell'articolo