Argomenti per categorie

Un’Ancona ritrovata batte una Fermana mai doma

Serie C 2022/2023 – Girone B - 8ª giornata

Ancona, 16 ottobre 2022 – Giornata estiva e campo di gioco in ottime condizioni al Del Conero per questa ottava giornata che vede L’Ancona ospitare la Fermana. Curva Nord delle grandi occasioni e Curva Sud con circa 321 tifosi ospiti. Macchinoso e lento l’ingresso allo stadio, con tante lamentele nei confronti del servizio di sicurezza messo in atto da Polizia e Vigili urbani.

Dopo i primi minuti di studio, con le due squadre che si assestano in campo e manovrano a centrocampo, all’ottavo minuto primo spauracchio per i padroni di casa con la Fermana che entra in area dorica, Romeo esce da una mischia e calcia sottomisura con la palla che s’insacca in rete nel sette alla destra di Vitali. Sembrerebbe gol ma l’arbitro annulla per fuorigioco.

L’esultanza di Spagnoli dopo il gol

Gol non fatto, gol subito. All’11’, veloce cambiamento di fronte dei padroni di casa con Di Massimo che dalla sinistra serve un assist perfetto per Spagnoli che insacca al volo sotto la traversa dall’altezza del dischetto di rigore, portando in vantaggio i dorici. 1:0.

Al 14’ Fermana in dieci: per doppia ammonizione il signor Mastrodomenico sventola il cartellino rosso sotto il naso di Maggio.

La partita si accende, con la Fermana che per due volte libera un uomo in area dorica ma la difesa biancorossa sbroglia in entrambe le occasioni. Ma è l’Ancona a rendersi ancora pericolosa al 20’ sempre con Spagnoli che sfoggia un gesto atletico da cineteca: controllo di petto e tiro al volo con palla che si stampa sulla traversa.

Si continua a giocare e a manovrare a centrocampo da entrambe le parti. Dopo la mezz’ora è l’Ancona a premere lungamente relegando i gialloblù nella loro metà campo, senza però trovare il guizzo giusto per raddoppiare. Ancona che chiude in avanti il primo tempo dopo i due minuti di recupero.

Di Massimo festeggiato dai compagni dopo aver realizzato il secondo gol

Partenza al fulmicotone per i biancorossi in apertura di secondo tempo. Pronti via, palla a Petrella sulla fascia destra, lungo cross in area per i piedi di Di Massimo che da un metro tocca e mette la sfera alle spalle di Nardi. 2:0. Il tutto in venticinque secondi.

Sotto di due reti e con un uomo in meno tocca alla Fermana provare a trovare la via del gol, ma così facendo lascia ampi spazi di manovra ai biancorossi. Partono i cambi da una parte e dall’altra. Mister Protti risistema i suoi. Squadre allungate.

Al 79’ è Vitali a volare per deviare in angolo una botta dal limite di Fischnaller, a dimostrazione che i gialloblù continuano a cercare la via del gol, mentre i padroni di casa abbassano i ritmi e provano a controllare forti del doppio vantaggio.

Un atteggiamento che non paga, però. All’87’ la Fermana accorcia le distanze con Pinzi che dopo un’azione insistita sulla sinistra batte Vitali con un preciso fendente. 2:1. L’arbitro concede quattro minuti di recupero. Si accende il tifo sugli spalti. L’Ancona, spinta dai suoi, si riporta avanti. L’ultima azione la vede battere una punizione all’altezza della bandierina del corner. Il tempo di rimettere in gioco la palla e l’arbitro fischia la fine. Al Del Conero parte l’Aida.

Il Tabellino

ANCONA: Vitali, Martina, Bianconi, Lombardi (46’ Petrella), Gatto, Spagnoli, Di Massimo (57’ Moretti), Simonetti (57’ D’Eramo), Mondonico, Mezzoni (80’ Barnabà), Prezioso ( 73’ Pecci). Panchina: Piergiacomi, Raimondi, Petrella, Moretti, D’Eramo, Pecci, Brogni, Barnabà, Mattioli, Fantoni. Allenatore, Gianluca Colavitto.

FERMANA: Nardi, De Nuzzo (57’ Spedalieri), Scorza (75’ Graziano), Bunino, Romeo (56’ Pinzi), Giandonato, Misuraca (70’ Fischnaller), Maggio, Parodi, Gkertsos (57’ Eleuteri), Pellizzari. Panchina: Borghetto, Eleuteri, De Pascalis, Spedalieri, Graziano, Diouane, Vessella, Lorenzoni, Grassi, Onesti, Fischnaller, Pinzi, Carosso, Nannelli, Ronci. Allenatore, Stefano Protti.

Arbitro: sig. Leonardo Mastrodomenico di Matera; 1° Assistente, sig. Giuseppe Lipari di Brescia; 2° Assistente, sig. Alessandro Parisi di Bari; Quarto uomo, sig. Stefano Striamo di Salerno.

Reti: 11’ Spagnoli, 46’ Di Massimo (A), 87’ Pinzi (F).

spettatori: 3.584, di cui 321 ospiti. Incasso: € 25.480,98

© riproduzione riservata