Argomenti per categorie

Un Castello corsaro si aggiudica il derby e la vetta della classifica

Grazie ad un magico colpo di tacco di Braconi i biancoverdi guidano l’Eccellenza in solitaria

Calcio – 22ª giornata Campionato Eccellenza Marche

Castelfidardo, 16 febbraio 2020 – Sul campo da gioco del Mancini, con fondo gibboso e irregolare, Castelfidardo e Anconitana hanno dato vita ad un incontro troppo condizionato dalla posta in palio. La seconda della classe che ospita la prima con un solo punto di differenza. Non solo un derby, dunque, ma pure partita di cartello della 22esima giornata del Campionato Eccellenza Marche.

Alla fine, a spuntarla  e a portarsi a casa i tre punti che gli valgono la testa della classifica in solitaria è proprio il Castelfidardo grazie ad una magia di tacco sfoderata al 72° da Braconi. Forse, per quanto s’è visto in campo, un pareggio sarebbe stato il risultato più logico. Ma va detto che i Biancoverdi non hanno rubato nulla, e alla fine anche i tifosi della Nord dorica hanno riconosciuto il verdetto del campo applaudendo i giocatori avversari.

Quello che va rimproverato ai Biancorossi, perché di colpe per questa sconfitta i dorici ne hanno eccome, è il solito gioco troppo spezzettato, con troppe imprecisioni nei passaggi e l’incapacità di costruire azioni ficcanti in grado di portare al tiro finale. Pochissime le conclusioni a rete: nel primo tempo non se ne sono viste. E non è valso a nulla accelerare nell’ultimo quarto d’ora di gioco, a gol subito, se non si ha la lucidità necessaria.

Il Castello, dal canto suo, ha concesso ai dorici tutto il primo quarto d’ora. Poi, prese le misure, ha badato a difendersi con ordine, giocando di rimessa e cercando di controllare la partita al meglio. Dopo la magia di Braconi ha contenuto la sfuriata degli ospiti e, anche se con affanno nel finale e un briciolo di fortuna, ha portato a casa l’intera posta. Nessun dramma per l’Anconitana, mancano otto giornate al termine del Campionato e c’è tutto il tempo per recuperare. Certo, giocando con più velocità, precisione e convinzione rispetto ad oggi.

Il Tabellino

Castelfidardo: David, Sampaolesi, Stortini, Di Dio, Puca, Zeetti, Braconi, Capponi, Shiba, Morales, Galli. Allenatore: Maurizio Lauro. A disposizione: Calligari, Rinaldi, Bandanera, Recanatini, Eliantonio, Storani, Antogiovanni, Notti, Grottini.

Anconitana: Battistini, Pierdomenico, Bartolini (66° Visciano), Martinez, Micucci, Trombetta, Fiore, Magnanelli, Liccardi (75° De Sagastizabal), Mansour (78° Giambuzzi), Ambrosini. All. Umberto Marino. A disp. Montuoso, Baciu, Zagaglia, Giambizzi, De Sagastizabal, De Fabritiis, Cameruccio, Visciano, Strappato.

Arbitro: sig. Davide Matina della sezione di Palermo, assistenti: sig. Roberto Lobene e sig. Nicolò Raschiatore della sezione di San Benedetto del Tronto.

Ammoniti: Castelfidardo: Morales – Anconitana: Magnanelli, Giambuzzi

Marcatori: 72° Braconi;

Angoli: (C) 4 – (A) 8

Recupero: 0’ primo tempo – 5’ secondo tempo