Argomenti per categorie

Mister Donadel dà la scossa che risveglia i biancorossi

Calcio Serie C 2022/23 girone B – 37ª giornata, 17ª di ritorno

Ancona, 15 aprile 2023 – Nella penultima giornata di campionato, ultima in casa, l’Ancona al Del Conero ospita il Rimini nella 17ª di ritorno della Serie C. A tenere banco il cambio del mister sulla panchina dorica, con Marco Donadel (Michele De Feudis, vice) che prende il posto dell’esonerato Gianluca Colavitto. La domanda, nella testa dei tifosi è scontata: riuscirà il nuovo mister a dare una scossa ai biancorossi?

L’esultanza di Di Massimo dopo il gol che lo porta in doppia cifra (foto, Ufficio stampa US Ancona)

Fischio d’inizio sotto un cielo velato e una brezza fredda piuttosto fastidiosa. 258 i biglietti venduti agli ospiti, mentre Curva Nord conferma la presenza numerosa di sempre che attesta la vicinanza alla squadra nonostante gli ultimi risultati non proprio edificanti. Calcio d’avvio a vantaggio degli ospiti, in completo nero, che partono subito aggressivi e al 4’ battono il primo calcio d’angolo.

Primo tiro in porta per l’Ancona al 9’ con Simonetti che dal limite cerca la porta e palla che esce sul fondo a un metro dal palo destro della porta difesa da Zaccagno. Al 12’ è Piscitella ad essere lanciato da un compagno in area dorica, tiro e Perucchini che devia fuori di piede, ma l’arbitro ferma tutto per fuorigioco dell’11 ospite.

Si accende l’incontro. Al 14’ Ancona in vantaggio con Spagnoli che serve un filtrante delizioso per Di Massimo che entra in area palla al piede e batte in rete a colpo sicuro alla sinistra di Zaccagno. 1-0. Ancona che insiste con Di Massimo che al 18’ la dà a Spagnoli ma Zaccagno in uscita fa sua la sfera.

Il Rimini, alla mezz’ora, prova a cercare il pareggio con una incornata sottomisura di Santini ma Perucchini è attento e para bloccando la sfera. Ospiti che devono fare a meno di Haveri per infortunio, sostituito da Allievi. Rimini che preme e difesa dell’Ancona che se la cava un po’ in affanno. Biancorossi che si affidano a veloci ripartenze, come al 36’ quando Mezzoni, liberato in area avversaria da Martina, si mangia letteralmente il doppio vantaggio.   

Cambio di fronte ed è il Rimini a rendersi pericoloso con un colpo di testa del solito Santini neutralizzato da Perucchini. Dopo 1’ di recupero il sig. Gandino concede l’intervallo per il tè.    

Spagnoli esulta dopo il raddoppio (foto, Ufficio stampa US Ancona)

Si torna in campo per la seconda frazione a ritmi blandi, con Zaccagno che al 49’ abbatte Mezzoni fuori dalla propria area. Nulla di fatto per l’arbitro. Al 52’ pregevole azione dell’Ancona: cross perfetto dalla destra di Mezzoni e Simonetti in rovesciata colpisce la traversa con un bellissimo gesto tecnico.

Al 57’ buon momento del Rimini che gioca con insistenza nella metà campo dell’Ancona. Si alzano i ritmi. Al 62’ ci prova Mezzoni dai venticinque metri ma la mira difetta. Al 64’ partono i cambi: due per parte.

Al 69’ capolavoro dell’Ancona in ripartenza. Simonetti lancia sulla sinistra Spagnoli che s’invola verso la porta del Rimini, sembra perdere la sfera ma poi la recupera e con un tocco morbido e preciso la mette nell’angolo lontano per il 2-0. Incassato il doppio svantaggio, il Rimini prova generosamente a riportarsi nell’area dorica ma Perucchini vigila vanificando il tentativo.

Ospiti che soffrono per il raddoppio e padroni di casa che ne approfittano. All’84’ l’Ancona mette a segno la rete del 3-0 con Martina che raccoglie un cross proveniente dalla destra e fa partire una staffilata imparabile per Zaccagno.

Dopo quattro minuti di recupero il signor Gandino di Alessandria fischia il termine dell’incontro. Una partita piacevole, con l’Ancona che ha divertito raccogliendo applausi a scena aperta e un Rimini che non è mai riuscito a rendersi davvero pericoloso. Esordio migliore non poteva esserci per mister Donadel.  

Il Tabellino

Ancona (5-3-2): Perucchini, Martina, Camigliano, Spagnoli (76’ Melchiorri), Di Massimo (64’ Moretti), Paolucci, Simonetti (76’ Lombardi), Brogni, Fantoni, Mezzoni (85’ Barnabà), Prezioso (64’ Basso). A disposizione: Piergiacomi, Vitali, Lombardi, Melchiorri, Petrella, Moretti, Ruani, Pecci, Barnabà, Mattioli, Basso. Allenatore: Marco Donadel.

Rimini: (4-3-3-) Zaccagno, Haveri (30’ Allievi), Tonelli (64’ Rossetti), Del Carro (64’ Gabbianelli), Piscitella (79’ Rossetti), Regini (79’ Tanasa), Sandri, Biondi, Laverone, Santini, Pietrangeli. A disposizione: Galeotti, Lazzarrini, Tanasa, Pasa, Gabbianelli, Rossetti, Rosso, Accursi, Allievi, Tofanari, Rossetti, Vano. Allenatore: Marco Gaburro.

Arbitro: sig. Davide Gandino di Alessandria; 1° Assistente: sig. Andrea Maria Masciale di Molfetta; 2° Assistente: sig. Pierpaolo Vitale di Salerno; Quarto uomo: sig. Juri Gallorini di Arezzo..

Reti: 14’ Di Massimo, 69’ Spagnoli, 84’ Martina

Spettatori: 2.500 di cui 258 ospiti. Incasso: 17.754,91 euro

© riproduzione riservata