Argomenti per categorie

Confermate le due spighe verdi per Sirolo e Numana

I due Comuni vanto del Parco del Conero. Picciafuoco; «Aggiunte alle Bandiere Blu quest’area protetta si conferma tra le più eccellenti d’Italia»

Sirolo, 26 luglio 2023 – «La conferma della bandiera con le due spighe verdi consegnata ai Comuni di Sirolo e Numana, incluse nell’elenco tra una lista ristretta di 72 località italiane rurali virtuose, sono un vanto per il Parco del Conero al cui interno sventolano anche tre Bandiere Blu: oltre a Sirolo e Numana, anche Ancona-Portonovo».

Riccardo Picciafuoco e Marco Zannini, rispettivamente presidente e direttore del Parco del Conero

A dirlo è Riccardo Picciafuoco, presidente facente funzione dell’Ente Parco del Conero, che ha accolto con favore la notizia della conferma del riconoscimento da parte di Fee Italia – Foundation for Environmental Education e Confagricoltura ai due Comuni che insistono all’interno del Parco, premiati per la tutela e la valorizzazione del patrimonio rurale.

«Il riconoscimento non mi sorprende – continua Picciafuoco – perché conosco l’impegno con il quale questo Consiglio direttivo e la struttura diretta da Marco Zannini lavora da sempre a favore del territorio rurale di questa area protetta che, ricordo, per il 50% è destinato all’agricoltura, di concerto con le associazioni di categoria, gli imprenditori e le Amministrazioni comunali».

Il Parco del Conero è capofila e partner di alcuni progetti come gli Accordi Agroambientali d’Area dedicati alla promozione dell’agricoltura biologica, al recupero della fertilità del terreno, progetti legati al recupero e all’incremento della biodiversità e il progetto Sistema, progetto ambientale, culturale e formativo, per la valorizzazione dell’ecosistema terra mare dell’area del Conero e Ancona promosso dal Comune di Ancona, in collaborazione con Parco del Conero, Cnr-Irbim, Csv Marche Ets, Polo9, Casa delle Culture – il Pungitopo, Hort, Scholanova di Varano e Sineglossa ed è realizzato con il sostegno di Fondazione Cariverona.

«Credo che in Italia non vi siano altre aree protette che possano vantare così tanti riconoscimenti diversi – insiste Picciafuoco – e questo conferma la volontà dell’Ente di valorizzare tutte le eccellenze di questo territorio, non solo la costa. Sulla scia di questo percorso virtuoso, mi piace ricordare che l’Ente Parco ha da poco acquisito la proprietà del marchio “Terre del Conero”, intendendo mettere in campo una nuova filiera agroalimentare a chilometro zero del Conero, un progetto innovativo volto a garantire da un lato ulteriore riconoscibilità del territorio e dall’altro a migliorare la sostenibilità ambientale delle aziende agricole che insistono nel Parco valorizzandone le produzioni. 

Le spighe verdi – conclude Picciafuoco – sono un vessillo che premiano il costante lavoro delle Amministrazioni comunali di Sirolo e Numana, degli imprenditori agricoli locali, e che salutiamo come il successo di una filiera virtuosa che ha nell’Ente Parco un punto di riferimento e di indirizzo».

 

redazionale

© riproduzione riservata

Tags:
,