La Riviera del Conero punta sulla sostenibilità

Lunedì 27 gennaio convegno formativo per gli operatori dall'hotellerie alla ristorazione fino ai balneari sulle nuove frontiere del turismo responsabile

Sirolo, 26 gennaio 2020 – Dal “plastic free” ai nuovi trend di mercato, dalla legislazione regionale ed europea alle best practice dei Comuni virtuosi da cui prendere esempio. Lunedì 27 gennaio a partire dalle 9.30, gli operatori del turismo della Riviera del Conero (dall’hotellerie, alla ristorazione fino ai balneari) potranno prendere parte a un convegno gratuito organizzato dall’Associazione Riviera del Conero in collaborazione con Confcommercio Marche Centrali, dal titolo Verso la sostenibilità. L’evento si terrà nella sede di Confcommercio Marche Centrali (Ancona – Via Totti 12).

Il programma della mattinata prevede tre interventi da parte di autorevoli relatori e l’incontro con alcune delle più importanti aziende produttrici di materiali compostabili, riciclabili, biodegrabili e di servizi e tecnologie per una gestione meno impattante.

  • Emanuele Troli di Blue Marine service, consulente noto per aver collaborato al progetto delle cassette di polistirolo compostabile per il mercato ittico, premiato a Monte Carlo nell’iniziativa BE MED (Bejond Plastic in the Mediterranean), tratterà una sintesi di aspetti normativi e legali.
  • Giuseppe Sarua porterà esempi di Comuni virtuosi in Italia, nel sud della Francia e altre località europee in cui intere regioni turistiche collaborano su questi temi.
  • Nicola Delvecchio, formatore e consulente in marketing strategico e operativo (collabora con Teamwork-Rimini dal 2011) parlerà del profilo dell’ospite eco sensibile: cosa cerca e come conquistarlo; nuovi modelli di business e concept basati sull’ecosostenibilità; idee di servizio, marketing e comunicazione online e offline.

«I sindaci sono sempre più attenti all’ambiente e si stanno impegnando per accelerare l’adeguamento ad una vera sostenibilità ambientale elevata, compito non facile – sottolinea il presidente dell’Associazione Riviera del Conero Carlo Neumann l’unione Europea e il Governo Italiano hanno fatto normative a riguardo, ma per essere notati in un mercato globale così vasto oltre ad adeguarsi serve essere un passo avanti. Servono nuovi investimenti, passione, molta fiducia e competenze mentre nel mondo i viaggiatori sono sempre più attenti alla sostenibilità».

L’ASSOCIAZIONE RIVIERA DEL CONERO

L’Associazione Turistica Riviera del Conero è l’ente pubblico/privato di riferimento del comparto turistico di 16 Comuni delle Marche: Ancona con la stupenda località di Portonovo, Sirolo, Numana, Porto Recanati, Potenza Picena, Recanati, Loreto, Castelfidardo, Osimo, Camerano, Offagna, Filottrano, Montefano, Polverigi, Agugliano, Santa Maria Nuova. Fanno parte dell’Associazione anche l’Ente Parco del Conero, oltre 500 strutture ricettive e varie associazioni di categoria.

 

redazionale


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

" >
di Paolo Fileni

Forse, qualche osimano si salverà…

Rileggete i vostri commenti su Facebook in merito alla distribuzione gratuita delle mascherine alle famiglie


Osimo, 2 aprile 2020 – Iniziata la distribuzione gratuita delle12mila mascherine fabbricate dalla Galassi di Osimo Stazione e donate dal Comune di Osimo una per famiglia; distribuite dai volontari della Protezione civile casa per casa senza chiedere un euro (foto).

Pubblichiamo di seguito solo alcuni dei tanti commenti che hanno risposto su Facebook alla domanda di Ale Quattro: “Cosa ne pensate?” Ho lasciato nome e cognome perché ognuno deve essere in grado di assumersi la responsabilità di quel che scrive pubblicamente sui social. Per la stessa ragione, ho lasciato anche gli errori ortografici. Rileggeteli, rileggetevi, si commentano da sé.

Jessica Pagliarecci: Non mi piace è scomoda

Cristina Lozzi : Nn mi.piace

Emanuela Solimando: Non c è da fare tanto gli schizzinosi in questo periodo…. Se nn vi piace xke non è fashion regalatela a chi la accetta anche “brutta e semplice!” È scomoda???? Pensa un po invece che comodità avranno gli infermieri e dottori in terapia intensiva con le loro mascherine!!!! Mammamia…. Ste cose nn se po sentì…

Naika F Frontini: Emanuela Solimando io non credo c’entri quello… Anche a noi è arrivata ma quel materiale a noi da fastidio,inoltre è molto scomoda… Ne abbiamo altre per il lavoro orribili e ci andiamo anche in giro. Non c’entra il fatto se è bella o brutta ma semplicemente è un parere specialmente per mettere alla luce che non è un buonissimo materiale ed è scomoda tutto qua. Non pensiamo sempre male…

Emanuela Solimando: Naika F Frontini bene…. Allora era meglio se nn veniva dato niente e continuavamo a farci le mascherine con la carta forno..

Serena Polenta: Potevano anche fare a meno…ma come si fa a portare una cosa del genere

Anna Vocale: Una cagata pazzesca

Alex Rossi: Scrivo per quelli che…. le mascherine hanno il ponte troppo largo,mi fa soffocare perché progettata male, come si fa ha portare una cosa del genere… una cagata..ecc (mi scuso se non le cito tutte ma di minchiate ne scrivete tante), volevo dire ai lor signori invece di perdere tempo prezioso qui a lamentarsi… di andare ha farsi un giretto nelle sale di rianimazione per vedere tutte quelle persone che disgraziatamente hanno avuto la fortuna di mettersi un tubo in gola perché i polmoni infetti… magari sfortunati perché molti di loro non avevano una mascherina di nessun genere… nello stesso tempo guardate anche tutti quei infermieri,dottori che sul loro viso hanno le piaghe perché con la mascherina ci vanno quasi anche ha dormire perché sanno che non ne hanno molte ha disposizione e che prenderebbero molto volentieri anche le vostre mascherine. Finito ritornate a casa e guardatevi allo specchio magari senza mascherina cosi vi riconoscerete meglio di che persona ingrata (qui sarebbe stato appropriato altro termine) siete. Buona giornata.

Poteva bastare anche solo un grazie! Credo il messaggio sia chiaro: alla fine qualche osimano si salverà!

© riproduzione riservata


link dell'articolo

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi