La Riviera del Conero punta sulla sostenibilità

Lunedì 27 gennaio convegno formativo per gli operatori dall'hotellerie alla ristorazione fino ai balneari sulle nuove frontiere del turismo responsabile

Sirolo, 26 gennaio 2020 – Dal “plastic free” ai nuovi trend di mercato, dalla legislazione regionale ed europea alle best practice dei Comuni virtuosi da cui prendere esempio. Lunedì 27 gennaio a partire dalle 9.30, gli operatori del turismo della Riviera del Conero (dall’hotellerie, alla ristorazione fino ai balneari) potranno prendere parte a un convegno gratuito organizzato dall’Associazione Riviera del Conero in collaborazione con Confcommercio Marche Centrali, dal titolo Verso la sostenibilità. L’evento si terrà nella sede di Confcommercio Marche Centrali (Ancona – Via Totti 12).

Il programma della mattinata prevede tre interventi da parte di autorevoli relatori e l’incontro con alcune delle più importanti aziende produttrici di materiali compostabili, riciclabili, biodegrabili e di servizi e tecnologie per una gestione meno impattante.

  • Emanuele Troli di Blue Marine service, consulente noto per aver collaborato al progetto delle cassette di polistirolo compostabile per il mercato ittico, premiato a Monte Carlo nell’iniziativa BE MED (Bejond Plastic in the Mediterranean), tratterà una sintesi di aspetti normativi e legali.
  • Giuseppe Sarua porterà esempi di Comuni virtuosi in Italia, nel sud della Francia e altre località europee in cui intere regioni turistiche collaborano su questi temi.
  • Nicola Delvecchio, formatore e consulente in marketing strategico e operativo (collabora con Teamwork-Rimini dal 2011) parlerà del profilo dell’ospite eco sensibile: cosa cerca e come conquistarlo; nuovi modelli di business e concept basati sull’ecosostenibilità; idee di servizio, marketing e comunicazione online e offline.

«I sindaci sono sempre più attenti all’ambiente e si stanno impegnando per accelerare l’adeguamento ad una vera sostenibilità ambientale elevata, compito non facile – sottolinea il presidente dell’Associazione Riviera del Conero Carlo Neumann l’unione Europea e il Governo Italiano hanno fatto normative a riguardo, ma per essere notati in un mercato globale così vasto oltre ad adeguarsi serve essere un passo avanti. Servono nuovi investimenti, passione, molta fiducia e competenze mentre nel mondo i viaggiatori sono sempre più attenti alla sostenibilità».

L’ASSOCIAZIONE RIVIERA DEL CONERO

L’Associazione Turistica Riviera del Conero è l’ente pubblico/privato di riferimento del comparto turistico di 16 Comuni delle Marche: Ancona con la stupenda località di Portonovo, Sirolo, Numana, Porto Recanati, Potenza Picena, Recanati, Loreto, Castelfidardo, Osimo, Camerano, Offagna, Filottrano, Montefano, Polverigi, Agugliano, Santa Maria Nuova. Fanno parte dell’Associazione anche l’Ente Parco del Conero, oltre 500 strutture ricettive e varie associazioni di categoria.

 

redazionale


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Coronavirus – 152 contagiati, 3 i morti

L’aggiornamento di Angelo Borrelli, capo della Protezione Civile


23 febbraio 2020 – “Ad oggi abbiamo 149 persone positive al Coronavirus, tre le vittime”. Così l’ultimo aggiornamento odierno di Angelo Borrelli (foto), capo della Protezione Civile. Nel dettaglio, 110 in Lombardia, 21 in Veneto (2 a Venezia), 6 in Piemonte, 9 in Emilia Romagna, 2 nel Lazio. “Tra i contagiati – ha aggiunto Borrelli – 55 sono ricoverati, 25 in terapia intensiva e 19 in isolamento a casa. Il livello di prevenzione è altissimo. Tutti i possibili casi sono stati verificati in laboratorio, eseguiti oltre tremila tamponi”.

Il paziente zero non è stato ancora individuato. “È difficile prevedere la diffusione – ha concluso Borrelli – Siamo pronti a usare caserme e hotel per eventuali quarantene”.

Intanto, il Ministero dell’Istruzione informa che per motivi precauzionali vengono sospese le uscite didattiche e i viaggi di istruzione delle scuole, in Italia e all’Estero. Sospensione in vigore a partire da oggi, domenica 23 febbraio.

Tra le misure di contrasto al diffondersi del virus, in Friuli Venezia Giulia si è deciso di sospendere tutte le attività didattiche, esami, conferenze negli atenei fino al 1° marzo. Così come in Veneto. Analoga decisone è stata presa in Emilia Romagna fino al prossimo sabato. Chiuse anche scuole, nidi, impianti sportivi e musei. Misure riprese anche in Piemonte dove si è deciso di fermare per una settimana gli atenei e le scuole della regione.

In Lombardia, tutto sospeso fino al 29 febbraio: attività didattiche delle Università, stop anche alle scuole, asili nido, musei, manifestazioni sportive, ludiche, ogni evento culturale. Sospese anche tutte le messe e chiusi gli oratori. Il Teatro alla Scala ha sospeso tutte le rappresentazioni. Chiuso anche il Duomo di Milano e la Pinacoteca. A Genova, chiusa l’Università per una settimana. A Roma, il Campus Bio Medico ha rinviato il test di ammissione a Medicina previsto per martedì 25 febbraio.

A Venezia, il Governatore Zaia e il ministro Speranza hanno firmato un’ordinanza con la quale vengono bloccate tutte le manifestazioni pubbliche, compreso il Carnevale di Venezia a partire dalle 24 di oggi. Nelle Marche, come comunicato oggi dal Governatore Ceriscioli, non si registra nessun caso di contagio. Ciò non fa certo abbassare la guardia al Gores, il centro diagnostico regionale di riferimento, che continua ad operare e ad organizzarsi per trovarsi pronto ad ogni eventuale allerta.


link dell'articolo

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi