Ancona – Atma/Conerobus più smart, più conveniente e più green

Campagna abbonamenti con nuove agevolazioni. Il consorzio del trasporto pubblico locale lancia nuove opportunità attraverso il web e le app. Abbonamenti, è boom: superati i 90mila utenti (+8% in due anni)

Ancona, 10 settembre 2019 – Viaggiare in autobus conviene. All’ambiente perché si limita lo smog da traffico in città, ma anche al portafogli, viste le minori spese per auto e parcheggi. Con Atma/Conerobus, utilizzando pc o smartphone, conviene anche di più. Al via la nuova campagna abbonamenti con la società di trasporto pubblico locale che guida l’innovazione attraverso sconti e promozioni da applicare a tariffe già lasciate invariate rispetto allo scorso anno.

Tante le opportunità che sono state presentate ieri mattina nel corso della conferenza stampa alla quale hanno preso parte il presidente di Atma/Conerobus, Muzio Papaveri e l’assessore del Comune di Ancona, Ida Simonella.

Ancona – Il presidente Muzio Papaveri e l’asessore Ida Simonella alla presentazione della nuova campagna abbonamenti Atma/Conerobus

Quest’anno – ha spiegato il presidente Papaveri – abbiamo cercato nuovi modi per avvicinare l’utenza. Dobbiamo far conoscere a sempre più cittadini che il bus è un’ottima alternativa al mezzo privato. Vogliamo far conoscere le nostre offerte, le tantissime linee e orari. Con il Comune di Ancona c’è una collaborazione continua per verificare le esigenze e predisporre correttivi, risposte concrete per l’utenza. In molti casi abbiamo modificato i nostri orari per essere in linea con le esigenze delle persone e anche con le coincidenze dei treni”.

L’assessore Simonella ha annunciato che: “Il centro cittadino sarà ulteriormente libero da mezzi quando arriverà il futuro anello filoviario che rivoluzionerà l’organizzazione del servizio. Il Comune ha già previsto risorse per avviare fin da subito i lavori appena avremo i progetti esecutivi. Crediamo nel trasporto pubblico. Ancona è tra le prime 10 città d’Italia come utilizzo dei mezzi pubblici”.

Ancona – Uno dei nuovi mezzi della Conerobus entrati in servizio da pochi mesi

Tutte le opportunità: per gli studenti c’è anche Mirabilandia

Confermate per la Campagna Abbonamenti 2019/2020, le tariffe e le agevolazioni per studenti, over 65 e family. È previsto inoltre su alcune card della linea urbana di Ancona uno sconto importante per chi si abbona attraverso i siti www.conerobus.it e www.atmaancona.it. Abbonarsi poi attraverso le app Atma e myCicero dà diritto anche a un cashback rispettivamente di 5 e 10 euro spendibili con le stesse app. Inoltre, grazie alla proposta di Fintel Energia Group, azienda marchigiana di luce e gas, gli abbonati che stipuleranno un contratto avranno fino a due mesi di fornitura gratuita. Non finisce qui. Per gli studenti ci sono anche 40 ingressi omaggio a Mirabilandia, in palio per i primi 20 sottoscrittori di abbonamenti annuali scolastici e per i primi 20 degli abbonamenti semestrali.

Abbonamenti, superata quota 90mila utenti

Nel 2018 Conerobus ha superato i 90mila abbonati, oltre l’8% in più rispetto a due anni fa. Nello stesso lasso di tempo sono aumentati del 20% gli abbonamenti mensili e di oltre il 16% gli annuali.

Un desk informativo per incontrare i cittadini

Tutte le informazioni relative alla Campagna Abbonamenti saranno illustrate nel dettaglio anche attraverso desk informativi allestiti nei principali luoghi cittadini. Da giovedì 12 fino a martedì 18 (domenica esclusa) sono previste due fasce orarie. Tutte le mattine dalle 7.30 alle 9.30 il desk sarà alla stazione ferroviaria centrale, mentre dalle 10.30 alle 12.30 il presidio si sposterà in città: in piazza Roma (giovedì 12, sabato 14 e lunedì 16), in piazza d’Armi (venerdì 13 e martedì 17) e in corso Garibaldi (mercoledì 18).

Info nelle aziende: arrivano nuove opportunità per i dipendenti

Per ampliare ulteriormente la platea degli utenti Conerobus ha studiato particolari opportunità dedicate alle aziende del territorio con tariffe vantaggiose per i dipendenti. Per illustrarne le condizioni sarà avviato un tour informativo con incontri mirati nelle più importanti realtà della città di Ancona.

 

redazionale


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

“Eurogames” alias Giochi senza frontiere

Debutto questa sera su Canale 5 condotto da Ilary Blasi e Alvin, giudice Jury Chechi


19 settembre 2019 – Si potrebbe definire un ritorno al passato, la riproposizione di un format di sano successo televisivo e non solo o, dal punto di vista degli addetti ai lavori di casa Mediaset, la rincorsa ad ascolti da capogiro. Ascolti che vent’anni fa in Rai toccarono punte anche di 20 milioni di spettatori a puntata. Comunque sia, c’è grande attesa per la prima puntata di questa sera su Canale 5 in prima serata di Eurogames, alias Giochi senza frontiere.

A vent’anni di distanza dall’ultima puntata di Giochi senza frontiere, con lo storico conduttore Ettore Andenna su tutti, questa sera Ilary Blasi e Alvin – con Jury Chechi a fare da giudice – (foto) terranno a battesimo Eurogames: sei puntate di giochi e sfide tra sei nazioni: Spagna, Russia, Grecia, Germania, Polonia e Italia.

Non c’è nessuna differenza tra Giochi senza frontiere ed Eurogames a livello di contenitore. E la curiosità sta nel constatare se oggi l’immaginario collettivo potrà essere catturato da quel tipo di proposta. All’epoca, non c’era ancora l’Europa Unita. Così come non c’era l’euro (era in embrione), e lo spread non fregava a nessuno. La Germania e la Francia non detenevano l’esclusiva delle decisioni in Eurozona, e le nazioni che partecipavano a Giochi senza frontiere si scontravano in un clima gaio di allegra fratellanza piena di aspirazioni future.

Il quadro internazionale è cambiato parecchio in questi ultimi venti anni, certi “rancori” socio-politici allora non esistevano e sarà interessante vedere questa sera come reagirà il pubblico europeo, ma soprattutto quello italiano, alla riproposizione di quei giochi sotto il nuovo nome di Eurogames.

L’unica vera differenza tra i vecchi Giochi ed Eurogames è che le puntate non saranno itineranti (una serata in ogni nazione partecipante), ma andranno in onda tutte da un unico luogo, ovvero Cinecittà World in Italia, all’interno di un’arena che rievoca il Circo Massimo.

Non so voi, ma io stasera sarò lì davanti alla tv a tifare Italia sperando riesca a battere sia la Francia sia la Germania. Reminiscenze calcistiche? È probabile, difficile gestire l’inconscio. Ma, hai visto mai che almeno nei giochi si riesca a prevalere su quel senso di sudditanza che ci accompagna da troppo tempo nei confronti di “quelli”? In allegria, gioia e fratellanza, sia chiaro!


link dell'articolo

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi