Atletica: al Valmusone ci si gioca gli Europei

Domenica 25 novembre in palio le maglie azzurre di corsa campestre nell’ultima prova del calendario nazionale prima della rassegna continentale

Osimo, 22 novembre 2018 – Il cammino per l’Europa passa da Osimo, con una manifestazione nazionale di atletica che torna nelle Marche. Per il terzo anno consecutivo sarà il Cross Valmusone di domenica 25 novembre ad accogliere l’ultima prova del calendario verso i Campionati Europei di corsa campestre, in programma due settimane più tardi a Tilburg (Olanda), il 9 dicembre.

Dopo l’esordio stagionale di due settimane fa a Sgonico (Trieste), la sesta edizione dell’evento organizzato dall’Atletica Amatori Osimo Bracaccini darà le indicazioni per comporre la squadra italiana: al via tanti pretendenti alla maglia azzurra in ogni categoria (senior, under 23, under 20), oltre che nel cross corto in vista della staffetta, tra rivincite e ritorni.

Osimo – Cross Valmusone 2017 (foto d’archivio)

Negli spazi verdi circostanti la pista di atletica della Vescovara, si svolgerà anche la quinta tappa del Campionato regionale di corsa campestre master e la seconda tappa del Grand Prix regionale giovanile, in una valle a cavallo tra due province, Ancona e Macerata, e in sinergia con i comuni di Filottrano, Recanati, Castelfidardo, Loreto e Montefano, oltre a quello di Osimo.

Per le Marche da seguire nei 6 km juniores Simone Barontini (Sef Stamura Ancona), tricolore assoluto degli 800 indoor, e nei 10 km l’atleta di casa Massimiliano Strappato (Atl. Amatori Osimo), invece nei 2 chilometri al femminile la pesarese Eleonora Vandi (Atl. Avis Macerata).

Tra i senior sui 10 km è atteso Daniele Meucci, di nuovo in azione nella campestre a quasi due anni dall’ultima volta, la vittoriosa rassegna tricolore di Gubbio nel marzo del 2017. Debutto stagionale sui prati anche per Marco Salami (Esercito), tricolore assoluto nei 10 km su strada, ma anche per Yassin Bouih (Fiamme Gialle), protagonista della stagione indoor con la finale mondiale sui 3000 ma costretto a saltare l’attività all’aperto passando poi sotto la guida tecnica di Luciano Gigliotti, e per Samuele Dini (Fiamme Gialle), ora allenato da Stefano Baldini come il gemello Lorenzo.

Osimo – Partenza Cross Valmusone 2017

Tutti se la vedranno con alcuni dei migliori nella prova di apertura a cominciare dal trentino Nekagenet Crippa (Trieste Atletica), fratello maggiore dell’azzurro Yeman, che ha conquistato il Carsolina Cross davanti al campione italiano di mezza maratona Ahmed El Mazoury (Atl. Casone Noceto). Entrambi troveranno ancora tra gli altri Andrea Sanguinetti (Fiamme Oro), Giuseppe Gerratana (Aeronautica), Michele Fontana(Aeronautica) e l’argento europeo di corsa in montagna Cesare Maestri (Atl. Valli Bergamasche Leffe).

Tra le promesse l’uomo da battere è Alessandro Giacobazzi(Aeronautica), leader di categoria nella gara inaugurale dove invece si era fermato Simone Colombini (Aeronautica), vincitore della scorsa edizione a Osimo, che cercherà di entrare nelle posizioni di vertice con Jacopo De Marchi (Trieste Atletica) e Ahmed Ouhda (Atl. Casone Noceto) senza dimenticare il rientro del vicecampione continentale under 23 dei 3000 siepi Ahmed Abdelwahed (Fiamme Gialle).

Anche sui 7 chilometri delle donne è annunciato un ritorno, quello della trentina Federica Dal Ri (Esercito) che come Meucci si è aggiudicata il titolo italiano nella scorsa stagione prima di un periodo di stop.

La gara under 20 maschile (6 km) attende il pugliese Pasquale Selvarolo (Barile Flower Terlizzi), secondo a Sgonico dopo i titoli italiani juniores di 10 km e mezza maratona, per una nuova sfida con Nesim Amsellek (Atl. Chiari 1964 Libertas) e Abdelhakim Elliasmine(Atl. Bergamo 1959 Oriocenter).

Ad arricchire il programma, torna il cross corto di 2 km con Mohad Abdikadar(Aeronautica) e Joao Bussotti (Esercito), al rientro dal raduno in Kenya, per confrontarsi con i gemelli Ala Zoghlami (Fiamme Oro) e Osama Zoghlami (Aeronautica), ma anche con Gabriele Aquaro (Team-A Lombardia). Si gareggia dalle ore 9.00 con i master e il settore promozionale, quindi le prove assolute alle 11.20 (7 km donne) e 12.00 (10 km uomini), mentre il cross corto di 2 km scatterà alle 12.50, per chiudere con le sfide giovanili di allievi e juniores alle ore 13.00 (4 km femminili) e 13.20 (6 km maschili).

 

redazionale


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

La vita con i cani è… meravigliosa!

Quattordici modi per coniugarla dal profondo dell’anima


13 gennaio 2022Piera Alessio (nella foto con la sua cagnolina Nina), torna in questo spazio “Paneburroemarmellata” (glielo cedo sempre con profonda stima, amicizia e rispetto oltre che per il suo grande cuore e la sua grande penna), per raccontarci com’è, dal suo punto di vista, la vita con i cani che lei declina e descrive in svariate sfaccettature. Un argomento solo all’apparenza scontato, che solo chi ha posseduto o possiede un cane può davvero cogliere nella sua essenza. Scrive Piera:

“La vita con i cani è strana. Diventerai, senza che nessuno te lo insegni o ti spieghi come farlo, il capo branco di un cane che sarà pronto a qualunque cosa per te non appena saprà riconoscere il tuo odore e la tua voce.

La vita con i cani è misteriosa. Sarai spiato da un Grande Fratello peloso che non perderà nessun tuo movimento, specialmente quando capirà dove sono la cucina ed il recipiente dei biscotti.

La vita con i cani è crescere. Non puoi farci niente, non puoi fermare il tempo perché quel cucciolo che hai tenuto in braccio crescerà troppo velocemente, per diventare il grande amico che ti vorrà accompagnare ovunque andrai. I cuccioli durano troppo poco.

La vita con i cani è confronto. Avrai sempre uno sguardo con il quale misurarti, affogherai senza poterti salvare nelle profondità inimmaginabili degli occhi di un cane. Dove la gente crede che non ci sia un’anima.

La vita con i cani è sincera. Non avrai bisogno di raccontar loro una bugia o delle storie inventate perché tanto, qualunque cosa tu dica loro, i cani la sanno. Sempre.

La vita con i cani è scomoda. Ti ritroverai una sera d’inverno, con la tramontana che ti graffia il viso ed il gelo che ti arriva alle ossa, a passeggiare da solo con il tuo cane che corre e scodinzola felice, incurante del vento che gli arruffa il pelo e del caldo che avete lasciato in casa.

La vita con i cani è buffa. Parlerai con un essere che non ti potrà mai rispondere e che però ascolterà ogni tua parola, con così tanta attenzione ed interesse che non ritroverai in nessun altro uomo o donna al mondo.

La vita con i cani è ritorno a casa. Nessuno come il tuo cane sarà felice di vederti ogni volta che spunterai dalla porta dalla quale ti ha visto andar via; imparerà i tuoi orari, riconoscerà il tuo passo e sarà lì ad aspettarti, anche quando sarà vecchio e stanco, saltando di gioia come se non ti vedesse da un mese. Anche se sei uscito per comprare il giornale.

La vita con i cani è rinuncia. Perderai, a poco a poco, quella porzione di divano su cui stavi tanto comodo, dove ti godevi il riposo ed il meritato relax dopo giornate faticose e noiose. E la cosa bella sarà che non ti dispiacerà affatto.

La vita con i cani è comunione. Dividerai il tuo ultimo boccone con il tuo cane, perché non potrai resistere al suo sguardo implorante che hai incrociato purtroppo per te mentre stavi cenando.

La vita con i cani è insegnamento. Sono loro che ti mostreranno, semplicemente correndo in un prato o sulla riva del mare, la bellezza di una giornata di sole e l’importanza di stupirsi – ogni volta – davanti alle cose semplici.

La vita con i cani è amore. Quello che proverai ad emulare, che proverai a restituire al tuo cane senza però riuscirci. Ma cimentarti in questa prova sarà una delle tue imprese più entusiasmanti.

La vita con i cani è un viaggio. Nessun sentiero di montagna ti sembrerà lo stesso dopo che lo avrai percorso insieme al tuo cane: ricorderai profumi, odori e colori del bosco che prima non avevi sentito o visto; proprio come succederà per il tratto di vita che farete insieme.

La vita con i cani è una parentesi. Per te è una parte della tua vita, un dolce intervallo fra mille impegni e anni da riempire di cose da fare, un breve cammino insieme ad un cane che tu ben sai, ad un certo punto, si fermerà per lasciarti andare da solo. Invece, per il tuo cane, la tua vita è tutto.

La vita con i cani è meravigliosa“.

di Piera Alessio

© riproduzione riservata


link dell'articolo