Apollino D’oro 2018, tutti i premiati

Oltre trenta atleti, fra giovani e meno giovani, hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento

Osimo – I migliori talenti dello sport osimano premiati dall’Amministrazione comunale domenica 4 febbraio nella suggestiva cornice del Teatro La Nuova Fenice. La cerimonia della XVI edizione dell’Apollino d’Oro si è aperta con un minuto di silenzio nel ricordo del grande mecenate del ciclismo internazionale Fred Mengoni, scomparso alcuni giorni fa.  Da sempre legato alla città di Osimo, dove fondò il Club Ciclistico Campocavallo, fu lui a scoprire, tra  gli altri, il campione statunitense Greg Lemond, vincitore di ben tre Tour de France.

La statuetta alla memoria è stata assegnata al compianto Rodolfo Graciotti, una vita la sua spesa al fianco dei ragazzi sia come educatore che allenatore. Ospite speciale della manifestazione la campionessa di windsurf  Giorgia Speciale, sul podio per ben 5 volte ai mondiali (tre ori e due argenti) e in procinto di partecipare alle Olimpiadi giovanili nel 2018 in Argentina. A fine 2016 il Presidente Mattarella le ha conferito il titolo di Alfiere della Repubblica.

Tra i premiati il Club Ciclistico Campocavallo per il 50° anniversario e  gli Arcieri delle 5 Torri per il 25° anniversario. Riconoscimento anche alla Coneroroller  in onore ai 10 anni di attività. L’Amministrazione comunale ha inoltre conferito una targa speciale a Francesco Corallini Garampi per il conseguimento del prestigioso Rokudan (VI dan) dall’Aikikai Tokyo. Ancora un attestato speciale al comitato locale della Croce Rossa Italiana per gli ottimi risultati ottenuti alla gara nazionale di soccorso. Premio speciale “una vita dedicata allo sport” a Giustiniano Alocco, storico custode del campo Diana.

Osimo – Un momento delle tante premiazioni per l’Apollino d’Oro sul palco del Teatro La Nuova Fenice

Sul palco per le premiazioni  – con il sindaco Pugnaloni, l’assessore Andreoli e gli altri membri della Giunta – si sono avvicendati Rossano Bartoli (segretario Lega del Filo d’Oro), Pasquale Romagnoli (Rotary Club), Lino Bontempo (Avis Osimo), Giuseppina Virgili (Lions Osimo), Angela Maggiani (Aido), Giovanbattista Chieti (Panathlon Club Osimo), Adriano Antonella (Croce Rossa Italiana). Presente alla manifestazione il presidente Coni delle Marche Fabio Luna e quello provinciale Domenico Ubaldi.

Gli atleti premiati con l’Apollino d’Oro

LUCREZIA ACCORRONI (equitazione)
SARAH AL HALWANI (Taekwondo)
CARLA BASSI (Softball)
ALESSIO TIRAPANI (Volteggio)
RODOLFO GRACIOTTI (alla memoria)
FRANCESCO INGARGIOLA (Fioretto)
GAETANO SCHIMENTI (Atletica FISDIR – 60 mt indoor e 100 mt outdoor)
MARIO FIORI (10 km marcia su strada)
SANDRA GHERGO (getto del peso)
STEFANO STACCHIOTTI (salto in lungo)
SIMONE MONZANI (200 mt indoor)
ALESSIO SCHIAVONI (trampolino elastico)
ALESSIO FIORANI (nuoto)
DIEGO MONTICELLI (supermoto)
AZZURRA ILARI (mezza maratona e corsa campestre)
CARLOTTA BARONTINI (equitazione)
EDOARDO NANETTI (Karate)
BILEL GHARSALLAOUI (Karate)
NIKO NICOLETTI (Karate)
MHAMOUD GHARSALLAOUI (Karate)
SARA GHARSALLAOUI (Karate)
MARCO MICUCCI (Karate)
MARGHERITA MAZZANTINI (Atletica)
ALICE SANTILLI (equitazione)
ALESSIA ANDREANELLI (equitazione)
ILARIA FRANCELLA (equitazione)
LAURA MARSILI (equitazione)
MICHELE PISTOIA (equitazione)
CAMILLA MORBIDONI (pattinaggio)
FEDERICA DE SENSI (pattinaggio)
MATILDE MATTEUCCI (pattinaggio)
FILIPPO ROMAGNOLI (pattinaggio)

 

redazionale


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Procida Capitale Cultura 2022, Ancona non ce l’ha fatta!

Il sindaco Valeria Mancinelli: “il nostro progetto, popolare, di crescita e di sviluppo, va avanti”


Ancona, 18 gennaio 2021 – Nella mattinata odierna la commissione del MiBACT presieduta da Stefano Baia Curioni ha proclamato la città di Procida (foto) Capitale italiana della Cultura per il 2022. All’annuncio dato dal ministro Dario Franceschini, sull’isola si è scatenato un tifo da stadio.

I complimenti della commissione, al termine della cerimonia d’assegnazione, sono andati tutti al sindaco Raimondo Ambrosino e al suo staff. La motivazione ha premiato la congiunzione tra il valore del progetto, la sostenibilità economica e le sue ricadute socio culturali. «Siamo strafelici – ha esultato fra le lacrime il sindaco Ambrosino – è un’opportunità storica per noi, per tutte le isole e per l’Italia meno in luce».

Delusione per la città di Ancona, anche se mascherata da ottimismo. La città dorica non ce l’ha fatta a convincere i membri della commissione con il suo progetto incentrato tra l’altro sulla cultura dell’Altro, sull’intenzione di far diventare ordinario lo straordinario, come aveva spiegato l’assessore Paolo Marasca in sede di audizione con il MiBACT.

«È stata appena proclamata la Capitale italiana della cultura 2022. La scelta è caduta su Procida. Mi complimento con il collega sindaco e la comunità dell’isola – il commento ufficiale del sindaco Valeria MancinelliSiamo fieri delle parole del presidente della commissione che ha valutato i progetti e ne ha sottolineato il valore, non solo nazionale ma anche europeo. Siamo anche felici di come è stata motivata la scelta della capitale perché la linea su cui si è mossa Procida e il messaggio che ha voluto lanciare hanno molte affinità con il nostro. Dunque siamo sulla strada giusta. Come ho più volte ribadito il nostro progetto, popolare, di crescita e di sviluppo, va avanti. E lo realizzeremo insieme».

Dunque, nonostante i suoi 2400 anni di storia ed un progetto ampio e variegato, Ancona non ce l’ha fatta. Bocciata per il secondo anno consecutivo dopo il primo tentativo del 2020. A batterla è stata Procida, una cittadina di poco più di 10mila abitanti che si affaccia sul mare del Golfo di Napoli, resa famosa a livello internazionale da Massimo Troisi che qui ha girato molte scene del film Il Postino.

Ancona e Procida, due città bagnate dal mare. 100mila abitanti contro 10mila. Con tutta probabilità, le acque del Golfo di Ancona sono diverse da quelle del Golfo di Napoli. Nonostante la delusione per un’opportunità mancata di crescita importante sul piano socio-culturale e turistico, dal capoluogo delle Marche un in bocca al lupo sincero a Procida: sull’isoletta il 2022 sarà un anno fantastico!

© riproduzione riservata


link dell'articolo

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi